Home Medicina Alternativa Lo zenzero contrasta alcume malattie autoimmuni

Lo zenzero contrasta alcume malattie autoimmuni

(Zenzero-Immagine Credit Public Domain).

Lo zenzero è noto per avere effetti anti-infiammatori e antiossidanti che lo rendono un popolare rimedio naturale per il trattamento delle malattie infiammatorie.

La medicina naturopatica  è di gran moda, soprattutto tra i giovani. Ma quanto è supportata dalla scienza?

- Advertisement -

Spiegano gli autori di un nuovo studio:

“Lo zenzero è noto per avere effetti antinfiammatori e antiossidanti ed è stato tradizionalmente utilizzato come integratore a base di erbe nel trattamento di varie malattie croniche. Riportiamo in questo studio le proprietà anti-neutrofili del 6-gingerolo, il composto bioattivo più abbondante della radice di zenzero, nei modelli di lupus e sindrome da antifosfolipidi (APS). In particolare, dimostriamo che il 6-gingerolo attenua il rilascio di trappola extracellulare dei neutrofili (NET) in risposta a stimoli rilevanti per lupus e APS attraverso un meccanismo che dipende almeno parzialmente dall’inibizione delle fosfodiesterasi. Allo stesso tempo, la somministrazione di 6-gingerolo ai topi riduce il rilascio di NET in vari modelli di lupus e APS, migliorando anche altri endpoint rilevanti per la malattia come la formazione di autoanticorpi e la trombosi“.

E secondo lo studio condotto dalla Michigan Medicine University pubblicato su JCI Insight, il principale composto bioattivo della radice di zenzero, il 6-gingerolo, è terapeutico nel contrastare il meccanismo che alimenta alcune malattie autoimmuni nei topi. I ricercatori hanno esaminato in particolare il lupus, una malattia che attacca il sistema immunitario del corpo e la condizione spesso ad esso associata, la sindrome da antifosfolipidi che causa coaguli di sangue, poiché entrambi causano infiammazioni diffuse e danneggiano gli organi nel tempo.

Nei topi con sindrome da antifosfolipidi o lupus, il 6-gingerolo ha impedito il rilascio di trappole extracellulari dei neutrofili che è attivato dagli autoanticorpi prodotti da queste malattie.

- Advertisement -

Le trappole extracellulari dei neutrofili o NET, provengono da globuli bianchi chiamati neutrofili”, spiega l’autore principale dello studio Ramadan Ali, Ph.D. “Queste strutture appiccicose simili a ragnatele si formano quando gli autoanticorpi interagiscono con i recettori sulla superficie dei neutrofili“.

Secondo Ali, queste ragnatele svolgono un ruolo importante nella patogenesi del lupus e della sindrome da antifosfolipidi dove innescano la formazione di autoanticorpi e contribuiscono alla coagulazione e al danno dei vasi sanguigni.

La domanda dello studio era: “Le proprietà antinfiammatorie dello zenzero si estenderanno ai neutrofili e, in particolare, questa medicina naturale può impedire ai neutrofili di produrre NET che contribuiscono alla progressione della malattia?”

Questo studio preclinico sui topi offre un ‘sì’ sorprendente ed emozionante“, afferma Ali che ha scoperto che dopo aver somministrato il 6-gingerolo, i topi avevano livelli più bassi di NET. Anche la loro tendenza a formare coaguli è stata drasticamente ridotta e il 6-gingerolo sembrava inibire gli enzimi neutrofili chiamati fosfodiesterasi, che a loro volta hanno ridotto l’attivazione dei neutrofili.

Vedi anche:Zenzero per il dolore artritico: funziona?

Ma la scoperta più sorprendente di tutte è stata che i topi, indipendentemente dal fatto che avessero la sindrome da antifosfolipidi o il lupus, avevano autoanticorpi ridotti che suggerivano che il ciclo infiammatorio e gli  autoanticorpi che stimolano i NET, erano stati  bloccati.

Prossimi passi e potenziali implicazioni

“Durante i miei anni di formazione medica non mi è stato insegnato molto sugli integratori, ma tanti pazienti chiedono informazioni su di essi”, dice l’autore dello studio e reumatologo Jason Knight, MD “Quando Ramadan mi ha proposto la sua ipotesi sullo zenzero, ero entusiasta di portarla avanti nel mio laboratorio, perché sapevo che sarebbe stata importante per lui e per i nostri pazienti”.

Sebbene lo studio sia stato condotto su modelli murini, Ali e Knight ritengono che i dati preclinici che mostrano che il 6-gingerolo ha proprietà anti-neutrofili che possono proteggere dalla progressione della malattia autoimmune, incoraggino lo sviluppo di studi clinici.

“Per quanto riguarda fondamentalmente tutti i trattamenti nel nostro campo, una taglia non va bene per tutti. Ma, mi chiedo se ci sia un sottogruppo di pazienti autoimmuni con neutrofili iperattivi che potrebbero beneficiare di una maggiore assunzione di 6-gingerolo“, dice Knight. “Sarà importante studiare i neutrofili prima e dopo il trattamento in modo da poter determinare il sottogruppo che più probabilmente ne trarrà beneficio“.

Il composto bioattivo 6-gingerolo dello zenzero non può essere la terapia primaria per la  sindrome antifosfolipidica attiva o lupus, ma il team è interessato a vedere se il supplemento naturale può aiutare le persone ad alto rischio di sviluppo della malattia.

“Coloro che hanno autoanticorpi, ma non hanno una malattia attivata, possono trarre beneficio da questo trattamento se il 6-gingerolo si dimostra un agente protettivo negli esseri umani come nei topi”, dice Ali, appassionato di ricerca in medicina naturale per le malattie reumatiche.

“I pazienti con malattia attiva assumono anticoagulanti, ma se ci fosse anche un integratore naturale che aiutasse a ridurre la quantità di coaguli che producono? E se potessimo diminuire i loro autoanticorpi?”

Fonte: JCI Insight 

ULTIMI ARTICOLI

Microbo intestinale può promuovere il cancro al seno

(Cancro al seno-Immagine: coltura tridimensionale di cellule di cancro al seno umano, con DNA colorato in blu e una proteina nella membrana della superficie...

Virus letali:prodotti naturali che bloccano la diffusione

(Virus letali-Immagine Credit Public Domain). I ricercatori della Scripps Institution of Oceanography e della Skaggs School of Pharmacy and Pharmaceutical Sciences dell'Università della California di...

COVID 19: identificata nuova causa di coaguli di sangue

(COVID 19-Immagine Credit Public Domain). I coaguli di sangue continuano a devastare i pazienti con grave infezione da COVID-19 e un nuovo studio spiega cosa...

Lo zenzero contrasta alcume malattie autoimmuni

(Zenzero-Immagine Credit Public Domain). Lo zenzero è noto per avere effetti anti-infiammatori e antiossidanti che lo rendono un popolare rimedio naturale per il trattamento delle...

COVID 19: un vaccino italianio da biotech ReiThera

"L'Italia ha investito nella società locale di biotecnologie ReiThera per sostenere lo sviluppo del suo vaccino COVID-19", ha detto un alto funzionario martedì dopo...