Il sistema linfatico gioca un ruolo chiave nella rigenerazione dei capelli

rigenerazione dei capelli

Data la quantità di usura a cui è soggetta quotidianamente, la pelle ha una capacità fenomenale di ricostituirsi. Sparsi in essa ci sono piccoli serbatoi di cellule staminali, nidificati all’interno di microambienti di supporto chiamati nicchie, che mantengono a freno questo processo di riparazione. Troppi tessuti infatti, potrebbero causare problemi come il cancro, mentre troppo pochi potrebbe accelerare l’invecchiamento.

Fino ad ora, gli scienziati non erano sicuri se le cellule staminali stesse potessero istruire altre cellule staminali a formare una nuova pelle rimodellando la loro nicchia. Ma una nuova ricerca scientifica, condotta da Elaine Fuchs, Professoressa del Rebecca C. Lancefield, indica che le cellule staminali possono effettivamente influenzare la rigenerazione dei tessuti. Lo studio identifica uno strumento di coordinazione molecolare utilizzato dalle cellule staminali per la segnalazione attraverso le nicchie.

I ricercatori hanno anche scoperto un nuovo componente della nicchia: un tipo specializzato di vasi chiamati capillari linfatici che trasportano le cellule immunitarie e drenano i liquidi in eccesso e le tossine dai tessuti. Questi capillari formano una rete intima attorno alla nicchia delle cellule staminali all’interno di ciascun follicolo pilifero, come dimostrato dallo studio, interconnettendo così tutte le sue nicchie.

“Trasformando la pelle in modo completamente trasparente”, afferma Shiri Gur-Cohen, collega post-dottorato, “siamo stati in grado di rivelare la complessa architettura di questa rete di capillari”.

Le cellule staminali del follicolo pilifero controllano il comportamento dei capillari linfatici secernendo molecole che agiscono come un interruttore on-off per il drenaggio, consentendo loro di controllare la composizione di fluidi e cellule nel locale circostante e infine sincronizzare la rigenerazione attraverso il tessuto.

Il coinvolgimento del sistema linfatico in questo processo è un nuovo concetto“, afferma Fuchs, “e potrebbe potenzialmente fornire nuovi bersagli terapeutici per condizioni come difetti di guarigione delle ferite e perdita di capelli “.

Fonte, Science