HomeSaluteCancro al cervello ricorrente: nuova radioterapia ritarda la crescita

Cancro al cervello ricorrente: nuova radioterapia ritarda la crescita

(Cancro al cervello-Immagine: GammaTile, 3 superfici Credito: GT Medical Technologies).

La UC San Diego Health è il primo sistema ospedaliero di San Diego a offrire una nuova radioterapia altamente mirata e posizionata con precisione che ritarda la ricrescita proteggendo al contempo i tessuti sani nei pazienti con cancro al cervello.

“In quanto unico centro medico accademico nella regione, l’UC San Diego Health si impegna a offrire ai pazienti con cancro al cervello i trattamenti più innovativi ed efficaci disponibili”, ha affermato Marc Schwartz, MD, neurochirurgo presso l’UC San Diego Health. “Questa nuova opzione di trattamento può prolungare la durata della vita di alcuni pazienti e migliorare la loro qualità di vita”.

- Advertisement -

Vedi anche:Cancro al cervello: svolta nella diagnosi precoce

Il nuovo approccio approvato dalla FDA, chiamato GammaTile, utilizza piccoli semi di radiazioni o brachiterapia, che vengono impiantati nel sito del tumore durante l’intervento chirurgico e naturalmente assorbiti nel corpo per trattare i tumori cerebrali maligni e ricorrenti, inclusi gliomi, glioblastomi e meningiomi.

La UC San Diego Health ha iniziato a offrire la nuova opzione di trattamento di brachiterapia nel luglio 2022.

Ogni seme terapeutico, delle dimensioni all’incirca di un francobollo, contiene sorgenti di radiazioni incorporate in una piastrella di collagene che insieme forniscono una dose di radiazioni precisa e mirata. La radiazione inizia immediatamente a colpire le cellule tumorali nell’area in cui è più probabile che il tumore si ripresenti.

- Advertisement -

Nel tempo, dopo che la radiazione è stata erogata, il seme viene assorbito dal tessuto. In uno studio clinico che ha valutato il trattamento, l’approccio ha portato a quasi il doppio dei mesi liberi da tumore rispetto al trattamento precedente per i pazienti con tumori cerebrali ricorrenti situati nella stessa area.

A più di 25.000 persone viene diagnosticato un cancro al cervello maligno o tumori del midollo spinale negli Stati Uniti ogni anno, secondo l’American Cancer Society. I tumori cerebrali aggressivi possono essere resistenti al trattamento e avere un’alta probabilità di recidiva.

Il precedente standard di cura per i pazienti con tumori cerebrali operabili era la rimozione chirurgica del tumore seguita da terapia adiuvante, comprese radioterapia e chemioterapia. La radiazione tradizionale viene erogata in ben 30 trattamenti che si estendono per un periodo di diverse settimane.

Spiegano gli autori:

GammaTile Therapy, commercializzata da GT Medical Technologies, è diventata disponibile per i pazienti nel gennaio 2019 e viene utilizzata nei migliori centri di cura del cancro negli Stati Uniti. Inizialmente è stato approvato per il trattamento di tumori cerebrali ricorrenti, inclusi glioblastomi, gliomi, meningiomi e metastasi cerebrali. La FDA ha ampliato l’autorizzazione della tecnologia a gennaio per includere il trattamento dei tumori cerebrali maligni di nuova diagnosi. La terapia GammaTile, nota anche come radioterapia mirata chirurgicamente (STaRT), è progettata per ritardare la recidiva del tumore al cervello. È costituito da una piastrella di collagene 3D incorporata con una sorgente di radiazioni al cesio. GammaTile viene posizionato nella cavità tumorale al momento dell’intervento chirurgico in modo che inizi immediatamente a colpire le cellule tumorali residue con le radiazioni limitando l’impatto sul tessuto cerebrale sano”.

“Il numero di sessioni di radiazioni a cui vengono sottoposti i pazienti con cancro al cervello può essere stressante e richiedere molto tempo. Questa nuova radioterapia ci consentirà di fornire un’opzione alternativa a pazienti selezionati con tumori cerebrali ricorrenti”, ha affermato Parag Sanghvi, MD, radioterapista presso Moores Cancer Centro presso UC San Diego Health. “In definitiva, forniremo dosi terapeutiche di radiazioni al tumore, riducendo al minimo il dosaggio aggiuntivo di radiazioni al tessuto cerebrale precedentemente irradiato”.

Fonte:Medicalxpress

ULTIMI ARTICOLI

La vitamina K previene la morte cellulare

(Vitamina k-Immagine: le cellule “-” muoiono per ferroptosi “+” La vitamina K previene efficacemente la ferroptosi. Credito: Mishima et al., Nature) Una nuova scoperta suggerisce anche...

L’Alzheimer: bassi livelli di beta amiloide la causa?

Una nuova ricerca dell'Università di Cincinnati rafforza l'ipotesi che il morbo di Alzheimer sia causato da un calo dei livelli di una specifica proteina,...

SLA: verso lo sviluppo di una terapia a base di proteine

(SLA-Immagine: effetto di ApoE sulla vitalità di mBEC dopo esposizione al plasma di topo SLA in vitro. A, sono stati osservati numerosi mBEC vitali...

L’ossitocina ha proprietà curative del cuore

(Ossitocina-Immagine Credit Public Doimain). I ricercatori hanno scoperto che l'ossitocina, spesso definita "l'ormone dell'amore", un giorno potrebbe aiutare a guarire i cuori dopo un infarto. Il...

Trombosi: nuova strategia per prevenire i coaguli di sangue

(Trombosi-Immagine Credit Public Domain). Una terapia con nanoparticelle sviluppata dai ricercatori degli University Hospitals (UH) e della Case Western Reserve University prende di mira i...