Il riccio sonico potrebbe essere la risposta alla perdita dei capelli?

capelli

Quando la pelle è ferita, i capelli non possono ricrescere. In uno studio recente, i ricercatori che si sono chiesti perché e se si può fare qualcosa, concludono che una via di segnale chiamata ‘riccio sonico’ o sonic hedgehog può essere critica.

La perdita di capelli arriva in molte forme. Può essere una perdita graduale, guidata dai geni, conosciuta come calvizie maschile o femminile o può derivare da una lesione, come una bruciatura o una ferita profonda.

Tuttavia, quando i capelli sono stati persi, la ricrescita è una sfida che i ricercatori affrontano sin dagli albori della scienza.

Nell’antico Egitto, ad esempio, esisteva una serie di tecniche di ricrescita inusuali, tra cui lo sfregamento del grasso di ippopotamo sul cuoio capelluto.

Anche se la scienza è andata avanti, si sta ancora solo avvicinando a una soluzione per la perdita di capelli.

L’ultimo studio che indaga sulla ricrescita dei capelli è stato diretto dal biologo Mayumi Ito, Professore associato presso il centro di salute Langone della New York University di New York.

I risultati del suo team sono stati pubblicati questa settimana sulla rivista Nature Communications.

Trovare un nuovo obiettivo

Gli scienziati volevano cercare cambiamenti nei percorsi di segnalazione della pelle danneggiata.

In particolare, erano interessati alla segnalazione dei fibroblasti, cellule che sintetizzano il collagene, una proteina strutturale che supporta la forma dei capelli e della pelle. I fibroblasti svolgono anche un ruolo importante nella guarigione delle ferite.

I ricercatori hanno perfezionato la cosiddetta pathway di segnalazione sonic hedgehog, che le cellule usano per comunicare. Il percorso è attivo durante lo sviluppo nell’utero, ma la sua attività diminuisce significativamente dopo la nascita.

Questo percorso di segnalazione è vitale nello sviluppo delle dita delle mani e dei piedi e anche nell’organizzazione del cervello.

Vale la pena notare che ogni follicolo pilifero che abbiamo sviluppato da adulto si è sviluppato nell’utero; dopo la nascita, nessun nuovo follicolo genera. Questo aiuta a spiegare perché i nuovi tessuti, come i tessuti cicatrizzati, non possono far crescere i capelli.


Altri articoli su capelli