Il nuovo trattamento IR per “gomito del tennista” riduce il dolore e l’infiammazione senza intervento chirurgico

gomito del tennista

Il gomito del tennista, la dolorosa condizione cronica che colpisce fino al 3% della popolazione adulta negli Stati Uniti, può essere efficacemente trattato attraverso l’embolizzazione arteriosa transcatetere (TAE), un trattamento non-chirurgico guidato dall’imaging che riduce il flusso sanguigno anormale nella zona lesa riducendo l’infiammazione e il dolore, secondo la ricerca presentata oggi al meeting scientifico annuale della Society of Interventional Radiology del 2019. 

La condizione, nota anche come epicondilite laterale, deriva da lesioni da stress ripetitivo che si verificano in attività quali sport, dattilografia e maglieria, infortunio e incide sulle prestazioni lavorative e sulla qualità della vita.

Il gomito del tennista può essere difficile da trattare e causa in molti pazienti nell’impossibilità di svolgere i compiti più semplici. Molti pazienti ricorrono alla chirurgia invasiva maggiore dopo anni di fallimento terapia fisica e uso di farmaci “, ha detto Yuji Okuno, fondatore della clinica Okuno in Giappone e autore principale dello studio. “Eravamo interessati a vedere se questa tecnica, già in uso in altre aree del corpo, fosse efficace per questa condizione comune e debilitante e aiutasse le persone a riacquistare immediatamente una gamma di movimenti che molti di noi danno per scontato nelle nostre attività quotidiane“.

Il team del Dott. Okuno ha condotto uno studio prospettico su 52 pazienti con gomito del tennista che non hanno trovato sollievo da altre forme di trattamento. I pazienti hanno ricevuto il trattamento TAE tra marzo 2013 e ottobre 2017 e sono stati seguiti fino a quattro anni dopo il trattamento.

 I ricercatori hanno affermato di aver trovato riduzioni statisticamente significative dei punteggi di valutazione del dolore, utilizzando metodi che includono i punteggi Quick Disability of the Arm, Shoulder e Hand; punteggi di valutazione del dolore della scala analogica visiva; punteggi di valutazione del gomito del tennista valutato dal paziente e forza di presa senza dolore. Inoltre, le immagini prelevate in 32 pazienti due anni dopo TAE hanno mostrato un miglioramento nei punteggi di tendinosi.

Il trattamento può essere completato in circa un’ora e richiede solo il foro dell’ago per accedere all’arteria radiale nel polso in anestesia locale. Un catetere viene spostato attraverso il polso fino al gomito dove i vasi sanguigni infiammati sono embolizzati, impedendo un eccessivo flusso di sangue nella parte interessata del gomito. Il trattamento è sicuro ed efficace e non richiede terapia fisica. Non sono stati osservati eventi avversi e nessun paziente ha avuto effetti negativi sulle ossa, sulla cartilagine o sui muscoli circostanti.

Il gomito del tennista è causato da un sovraccarico e da uno stress ripetitivo sui tendini e sui muscoli attorno al gomito. Colpisce in genere le persone che praticano sport con movimenti oscillatori ripetitivi, come il tennis o il golf, ma può anche influire sulle prestazioni lavorative di carpentieri, cuochi, lavoratori della catena di montaggio e altri. Il dolore è un sintomo caratteristico del gomito del tennista cronico che può causare perdita di aderenza e forza del braccio, uso limitato del braccio e sensazioni di bruciore sulla parte esterna del braccio.

Fonte, Science Daily

Altri articoli su gomito del tennista