Identificato nuovo possibile trattamento per la retinopatia diabetica

retinopatia diabetica

Immagine, effetto del propeptide ricombinante di lisil ossidasi ricombinante propeptide (rLOX-PP) sullo sviluppo di capillari acellulari (AC) e perdita di periciti(CL) nelle retine di ratto. Immagini rappresentative della retina che mostrano le reti vascolari retiniche di un ratto si controllo A, ratto diabetico B, ratto C iniettato per via intravitreale con rLOX-PP e ratto D iniettato con soluzione salina con fosfato. Credito: American Journal of Patology.

Circa uno su tre pazienti diabetici sviluppa retinopatia diabetica (DR), che può compromettere la vista e portare alla cecità. Un nuovo studio pubblicato sull’American Journal of Pathology da Elsevier, fornisce prove evidenti che l’elevato glucosio aumenta i livelli di precursore enzimatico – lisil ossidasi propeptide (LOX-PP) – che promuove la morte cellulare, verificata in un modello animale di diabete.

Questi risultati possono aiutare a sviluppare nuovi trattamenti per la retinopatia diabetica mirando a LOX-PP o ai suoi metaboliti.

Abbiamo scoperto che le condizioni iperglicemiche e diabetiche aumentavano i livelli di LOX-PP“, ha spiegato il ricercatore capo Sayon Roy,  del Dipartimento di Medicina e Oftalmologia della Boston University School of Medicine. “LOX-PP può indurre la morte cellulare compromettendo una via di sopravvivenza cellulare e nelle retine dei ratti diabetici, un aumento del LOX-PP ha contribuito alla morte cellulare vascolare retinica associata alla DR. La sola somministrazione di LOX-PP ricombinante è stata sufficiente per indurre la morte cellulare. Questo rapporto mostra nuove funzionalità di LOX-PP nel mediare la morte cellulare in condizioni di glucosio elevato nelle cellule endoteliali della retina e negli animali diabetici “.

Gli studi condotti sulle cellule del pancreas e del carcinoma mammario suggeriscono che la sovraespressione di LOX-PP può scatenare la morte cellulare. I ricercatori hanno quindi studiato il ruolo di LOX-PP nel tessuto retinico. Sono stati esaminati i vasi sanguigni della retina di ratti normali e diabetici e ratti normali somministrati LOX-PP sintetizzati artificialmente (LOX-PP ricombinante, rLOX-PP) direttamente nell’occhio. Sono stati studiati i cambiamenti associati alla DR come gonfiore, perdita dei vasi sanguigni, blocco o ispessimento delle pareti vascolari e indicatori istologici come capillari acellulari (AC) e perdita di periciti (PL).

Vedi anche, I ricercatori scoprono un fattore protettivo nella retinopatia diabetica.

Sono stati osservati più AC e PL nelle retine dei ratti diabetici rispetto ai controlli. Nei ratti non diabetici, l’iniezione di rLOX-PP direttamente nell’occhio ha anche aumentato il numero di AC e PL rispetto ai ratti che hanno ricevuto un’iniezione di controllo.

È stato anche studiato l’effetto del glucosio elevato sulle cellule endoteliali della retina in coltura. Aggiunta di glucosio alle colture cellulari ha sovra-regolato l’ espressione LOX-PP e ridotto l’ attivazione AKT (protein chinasi B). Le cellule esposte al solo rLOX-PP hanno mostrato un aumento della morte cellulare insieme a una ridotta fosforilazione dell’AKT. Il presente studio fornisce prove evidenti che l’elevato glucosio aumenta i livelli di LOX-PP, che a sua volta promuove la morte cellulare. Inoltre, LOX-PP sembra indurre la morte cellulare compromettendo un percorso coinvolto nella sopravvivenza cellulare.

“La retinopatia diabetica è la principale causa di cecità nella popolazione in età lavorativa”, ha osservato il Dott. Roy. “Sfortunatamente, non esiste una cura per questa devastante complicazione oculare. I nostri risultati suggeriscono un nuovo meccanismo per la morte cellulare indotta da glucosio che coinvolge LOX-PP, che può essere un obiettivo terapeutico nella prevenzione della perdita di cellule vascolari della retina associata alla DR”.

LOX è un enzima extracellulare responsabile della reticolazione delle molecole di collagene ed elastina per formare una matrice extracellulare stabile. Il ruolo del propeptide LOX, LOX-PP, è meno compreso, sebbene possa svolgere un ruolo nel mantenere LOX in uno stato inattivo.

Fonte, American Journal of Pathology 


Altri articoli su retinopatia diabetica