Malattie autoimmuni: scoperto nuovo meccanismo molecolare per il trattamento

malattie autoimmuni

Immagine:un meccanismo molecolare di recente scoperta potrebbe spiegare alcune malattie autoimmuni. Credit: Immagine gentilmente concessa da Osaka University.

Gli scienziati dell’ Immunology Frontier Research Center (IFReC), Osaka University in Giappone, hanno scoperto un nuovo meccanismo molecolare che potrebbe spiegare l’insorgenza di alcune malattie autoimmuni.

Anche se il sistema immunitario è fondamentale per proteggere il corpo dalle infezioni e malattie, l’attivazione prolungata può danneggiare i tessuti sani. Dopo la sua attivazione, il sistema immunitario è spento da cellule immunitarie specializzate conosciute come cellule T regolatorie (Treg). Capire lo sviluppo delle cellule Treg è importante per la lotta contro le malattie autoimmuni.

( Vedi anche:Malattie autoimmuni: nuovi trattamenti con minori effetti collaterali).

“Lo sviluppo delle cellule Treg nel timo dipende dalla creazione di super-enhancer o supert-stimolatori ( In genetica, un esaltatore è una breve regione (50-1500 bp) del DNA che può essere vincolata da proteine (attivatori) per aumentare la probabilità che la trascrizione di un particolare gene possa verificarsi) “, spiega il Prof. Shimon Sakaguchi dell’IFReC.

La struttura super-enhancer permette l’espressione di geni specifici per lo sviluppo delle cellule Treg. ” I super-stimolatori sembravano essere un pre-requisito per lo sviluppo delle cellule Treg, così abbiamo cercato molecole che controllano i super-stimolatori”, ha aggiunto il ricercatore.

Nella recente pubblicazione del laboratorio di Sakaguchi in Nature Immunology, Sakaguchi e il suo team hanno dimostrato che SATB1, una proteina codificata dal gene SATB1, regola i super-esaltatori essenziali per lo sviluppo delle cellule Treg.

Osservando il percorso di sviluppo delle cellule Treg, gli scienziati hanno scoperto che il livello di SATB1 era più alto prima che le cellule Treg si sviluppassero e si è ridotto dopo il loro sviluppo. Ulteriori studi hanno dimostrato che SATB1 si è legato ai super-esaltatori responsabili dello sviluppo delle cellule Treg, ma ancora una volta, solo nei progenitori che si differenziano in cellule Treg e non nelle cellule Treg stesse. Pertanto, SATB1 può regolare i cambiamenti epigenetici che precedono la creazione di cellule Treg.

“SATB1 sembra essere necessaria per la differenziazione delle cellule Treg, ma non per il loro mantenimento”, ha detto il Dr. Yohko Kitagawa, che è il primo autore dello studio.

Infatti, in topi privi di SATB1, lo sviluppo delle cellule Treg è stato compromesso e i topi hanno mostrato i sintomi della malattia autoimmune. Inoltre, le cellule progenitrici di questi topi hanno mostrato inferiore attività delle cellule enhancer che ha portato a una ridotta espressione dei geni necessari per lo sviluppo delle cellule Treg.

Sulla base di questi risultati, Sakaguchi teorizza che SATB1 difettoso, da cui dipendono i super.esaltatori, potrebbe essere una causa delle malattie autoimmuni e allergie. “Le malattie autoimmuni sono dovute al sistema immunitario iperattivo e una causa della malattia potrebbe essere una scarsa produzione delle cellule Treg regolatorie . Capire come ciò si verifica è un passo importante verso la cura delle malattie autoimmuni”, ha concluso il ricercatore.

Fonte: Nature immunology

 

Altri articoli su malattie autoimmuni