HomeSaluteSucco di arancia al 100% previene stress ossidativo e infiammazione

Succo di arancia al 100% previene stress ossidativo e infiammazione

(Succo di arancia-immagine Credit Public Domain).

Il succo d’arancia 100% (GU) non ha zuccheri aggiunti, contiene naturalmente flavonoidi e acido ascorbico e può modulare i sistemi ossidativo e infiammatorio del corpo. Frutta e verdura sono un punto di forza di diete sane e raccomandazioni dietetiche. Oltre a fornire un’alimentazione umana di base, frutta e verdura hanno effetti di promozione della salute, compreso un ruolo nel ridurre l’infiammazione e il potenziale per aiutare a prevenire varie malattie croniche.

Numerose revisioni sistematiche di studi di intervento hanno indicato che alcuni tipi di frutta e verdura nella dieta, in particolare le verdure crocifere, le verdure a foglia verde scuro, gli agrumi e le bacche di colore scuro, hanno effetti superiori sui biomarcatori, sugli endpoint surrogati e sugli esiti delle malattie croniche. Questa revisione mirata, revisione sistematica e meta-analisi ha studiato le associazioni tra il consumo di succo di arancia al 100% e i marcatori di infiammazione o ossidazione negli adulti sani e in quelli a rischio di malattie croniche.  E’ importante sottolineare che i succhi di frutta al 100% mostrano un contenuto di vitamine e minerali simile a quello di uguali quantità di frutta intera. Questi succhi conservano gran parte dei nutrienti antiossidanti e delle sostanze fitochimiche dell’intero frutto, che possono ridurre sia l’infiammazione che il rischio di malattie croniche e supportare la salute umana.

- Advertisement -

Il nuovo studio suggerisce che il succo d’arancia al 100% ha il potenziale per aiutare a combattere l’infiammazione e lo stress ossidativo negli adulti, aprendo la strada a ulteriori ricerche sull’argomento. L’infiammazione di basso grado, definita come un aumento delle concentrazioni di marcatori infiammatori [p. es., proteina C-reattiva (CRP) e interleuchine], è stata riconosciuta come un fattore di rischio per diverse malattie croniche, tra cui diabete di tipo 2, malattie cardiovascolari e cancro. L’infiammazione cronica aumenta il rischio di danno cellulare attraverso una sovrapproduzione di specie reattive dell’ossigeno, che porta a stress ossidativo e danni alle biomolecole (ad es. proteine, DNA). Gli studi hanno suggerito che il consumo di succo di arancia al 100% modula le proprietà antiossidanti e antinfiammatorie sia a livello cellulare che molecolare fino a 5 ore dopo il consumo.

Sebbene di portata limitata, lo studio indica che bere succo d’arancia al 100% riduce significativamente l’interleuchina 6, un indicatore ben consolidato di infiammazione, sia negli adulti sani che in quelli ad alto rischio. Sono stati ridotti anche due ulteriori marcatori di stress infiammatorio e ossidativo; tuttavia, i risultati non hanno raggiunto la significatività statistica.

Vedi anche:Succo di arancia: proprietà antiossidanti 10 volte maggiori di quanto stimato fino ad oggi

I risultati di questo studio, che è stato finanziato dal Florida Department of Citrus, si armonizzano con una recensione finanziata dalla FDOC precedentemente pubblicata che ha riportato gli effetti benefici dell’esperidina, il principale composto bioattivo presente nelle arance e nel succo d’arancia al 100%, riducendo alcuni marker di infiammazione e stress ossidativo. L‘infiammazione cronica può svolgere un ruolo chiave nel causare o far progredire alcune malattie croniche, comprese le malattie cardiache e il diabete.

- Advertisement -

Studi come questi sono necessari per identificare le lacune nelle prove esistenti in modo che la ricerca futura possa essere progettata per riempire specificamente quelle lacune. Il dipartimento di ricerca scientifica della FDOC ha utilizzato questi risultati per delineare l’ambito di lavoro per un più ampio studio clinico sui benefici del consumo di succo d’arancia al 100% che dovrebbe iniziare alla fine del 2021. “Sappiamo che il succo d’arancia al 100% contiene una serie di nutrienti, come la vitamina C, nonché composti bioattivi benefici che hanno il potenziale per ridurre l’infiammazione e lo stress ossidativo. Questa recensione ci dice che alcuni studi hanno trovato benefici nel succo d’arancia al 100%, ma abbiamo bisogno di più dati e studi ampi e ben progettati per trarre conclusioni definitive. Questa analisi è particolarmente utile poiché noi e altri pianifichiamo ricerche future relative al succo d’arancia”, dice Gail Rampersaud, dietista.

La revisione ha esaminato gli studi pubblicati relativi al succo d’arancia al 100% e ai marcatori di infiammazione e stress ossidativo. Condotta dal Think Healthy Group e dai ricercatori della Tufts University e della George Mason University, la recensione è stata pubblicata sulla rivista Advances in Nutrition.

L’analisi consisteva in tre parti: una revisione qualitativa di 21 studi con un totale di 307 adulti sani e 327 adulti a rischio di malattia; una revisione sistematica di un sottoinsieme di 16 studi che hanno misurato i sei biomarcatori più segnalati relativi all’infiammazione e allo stress ossidativo nel corpo e 10 studi che avevano dati sufficienti per condurre una meta-analisi. 

L’ampia valutazione e le revisioni sistematiche hanno rivelato che, in generale, il succo d’arancia al 100% ha avuto effetti benefici sullo stress ossidativo e sull’infiammazione.

Fonte:Advances in Nutrition

ULTIMI ARTICOLI

Cancro del polmone: quando la radioterapia fallisce

(Cancro del polmone-Immagine: a sinistra, un adenocarcinoma colorato del polmone. La sezione B ingrandita mostra tessuto polmonare sano, la sezione C ingrandita un adenocarcinoma. La...

Malattia di Krabbe: i neuroni possono provocare la propria distruzione

(Malattia di krabbe-Immagine: il Dottor Daesung Shin (a sinistra) e uno studente laureato Jacob Favret (a destra) discutono della neurodegenerazione riscontrata nel modello della...

Antidolorifici: in che modo bloccano il dolore?

(Antidolorifici-Immagine Credit Public Domain). Sebbene il dolore possa essere orribile, ha uno scopo utile. Senza la capacità di provare dolore, la vita è più pericolosa....

Antichi microbi possono aiutarci a trovare forme di vita extraterrestri

Utilizzando proteine ​​che catturano la luce nei microbi viventi, gli scienziati hanno ricostruito com'era la vita per alcuni dei primi organismi della Terra. Questi sforzi potrebbero...

Alimenti geneticamente modificati: chi si fida?

Attraverso CRISPR e altre tecnologie di modifica genetica, ricercatori e sviluppatori sono pronti a portare dozzine - se non centinaia - di nuovi prodotti nei...