HomeSaluteStudio spiega perchè le persone che assumono statine hanno dolori muscolari

Studio spiega perchè le persone che assumono statine hanno dolori muscolari

Uno studio della McMaster University ha scoperto un potenziale meccanismo che spiega perché alcune persone che assumono farmaci per abbassare il colesterolo, le statine, hanno dolori muscolari.

L’uso di statine per abbassare significativamente il colesterolo e infine ridurre il rischio di malattie cardiovascolari è diventato molto diffuso e studi su larga scala suggeriscono che quasi la metà degli americani e un quarto dei canadesi stanno ricevendo o sono idonei al trattamento con statine.

Sfortunatamente, un effetto collaterale molto comune dell’uso di statine è lo sviluppo del dolore muscolare. In realtà, quel dolore muscolare è la ragione principale per cui le persone smettono di assumere le statine senza il permesso del loro medico.

- Advertisement -

Comprendere perché le statine causano dolore muscolare e come questo possa essere trattato potrebbe rimuovere un ostacolo significativo per gli operatori sanitari nel gestire efficacemente il colesterolo di un paziente e ridurre il rischio di malattie cardiovascolari.

Vedi anche, Le statine salvano la vita delle persone con elevati livelli di colesterolo LDL.

Il team di ricerca McMaster ha scoperto che le cellule muscolari trattate con statine rilasciavano l’amminoacido chiamato glutammato a livelli molto più elevati rispetto alle cellule muscolari non trattate. Poiché il glutammato è un potente attivatore dei recettori del dolore muscolare, questo rilascio è stato proposto per innescare la sensazione di dolore muscolare.

Thomas Hawke, autore senior dello studio e Professore di patologia e medicina molecolare presso la McMaster University, ha dichiarato:

- Advertisement -

Abbiamo scoperto che le statine sono in grado di entrare nelle cellule muscolari e causare stress ossidativo. Ciò ha portato il muscolo a cercare di aumentare la sua produzione di antiossidanti per combattere questo stress. L’effetto collaterale di questa produzione di antiossidanti è stato il rilascio di glutammato dalle cellule muscolari”.

Irena Rebalka, prima autrice dello studio e associata di ricerca all’Hawke Lab ha aggiunto:

“Abbiamo scoperto che la somministrazione di alcuni noti antiossidanti, come la vitamina E, ha contribuito a ridurre il rilascio di glutammato. Stiamo espandendo i nostri studi per determinare ulteriori composti che potrebbero essere utilizzati in combinazione con la prescrizione di statine, per ridurre il carico del dolore muscolare derivante da questo farmaco”.

ULTIMI ARTICOLI

Il multivitaminico quotidiano può essere un’abitudine non necessaria

(Multivitaminico-Immagine Credit Public Domain). Una persona su tre ingurgita un multivitaminico ogni mattina, probabilmente con un sorso d'acqua. La verità su questa abitudine popolare può...

Alzheimer: come l’intestino contribuisce allo sviluppo

(Alzheimer-Immagine Credit Public Domain). La ricerca guidata dai Dott. Yuhai Zhao e Walter J Lukiw del LSU Health New Orleans Neuroscience Center e dei Dipartimenti...

COVID 19: terapia inalatoria blocca la replicazione virale

(COVID 19-Immagine Credit Public Domain). I ricercatori dell'Università della California, a Berkeley, hanno creato un nuovo terapeutico COVID-19 che potrebbe un giorno rendere il trattamento...

Asma: trovato un potenziale trattamento a lungo termine

(Asma-Immagine Credit Public Domain). Un possibile modo per affrontare una delle cause alla base dell'asma è stato sviluppato dai ricercatori dell'Aston University e dell'Imperial College...

Cancro al seno: un nuovo farmaco riduce le metastasi cerebrali

(Cancro al seno-Immagine:grafico a cascata delle risposte nei pazienti valutabili per la risposta in base ai criteri RANO-BM nello studio TUXEDO-1. Le barre blu illustrano...