Scoperto un nuovo meccanismo mediante il quale le cellule comunicano nei processi infiammatori

processi infiammatori

Un gruppo di ricerca del MedUni Vienna e del Centro di ricerca per la medicina molecolare del CeMM dell’Accademia delle Scienze austriaca ha scoperto un nuovo meccanismo mediante il quale le cellule comunicano nei processi infiammatori. Questo processo coinvolge i mitocondri endogeni rilasciati dai globuli bianchi che si trasformano in iniziatori dell’infiammazione. È come se gli amici si trasformassero in nemici.

 I risultati dello studio sono stati pubblicati sulla rivista Circulation Research.

Lo scopo del sistema immunitario è duplice: difendere da corpi estranei (ad esempio i microbi) e distruggere i rifiuti cellulari del corpo. L’infiammazione è parte della risposta immunitaria ed è importante nella comunicazione intracellulare. D’altra parte, l’infiammazione cronica favorisce lo sviluppo di malattie come le malattie cardiovascolari, che sono anche responsabili della maggior parte dei decessi. Uno stile di vita non salutare (ad es. Fumo, stress, cattiva alimentazione e mancanza di esercizio fisico) provoca la produzione di più rifiuti cellulari e questo può sopraffare il sistema immunitario, portando allo sviluppo dell’infiammazione cronica. Mentre nella maggior parte dei casi le malattie infettive causate dai microbi possono essere trattate con successo con farmaci (ad es. Antibiotici), è necessario sviluppare strategie terapeutiche diverse per trattare l’infiammazione cronica causata dai rifiuti cellulari endogeni.

Vedi anche,L’ infiammazione cronica rimuove la motivazione riducendo la dopamina nel cervello.

In collaborazione con altri partner, Christoph Binder del Dipartimento di Medicina della MedUni a Vienna e del CeMM ed i suoi colleghi Taras Afonyushkin e Florian Puhm, hanno studiato come i monociti (un sottogruppo di globuli bianchi) appartenenti al sistema immunitario reagiscono sotto stress. I monociti perdono parti della loro membrana cellulare sotto forma di cosiddette microvescicole. Questi microvescicole sono in grado di trasmettere segnali di allarme ad altre celule. Gli scienziati hanno scoperto che un sottoinsieme di questi microvescicole contiene mitocondri. Normalmente i mitocondri sono una componente importante delle cellule e sono noti come centrali elettriche cellulari. Tuttavia, rispetto ai mitocondri convenzionali, questi mitocondri rilasciati dai monociti stressati hanno un aumentato potenziale di innescare l’infiammazione.