Più di 1600 i casi di malattia polmonare legata allo svapo

svapo

Più di 1.600 americani sono stati ora colpiti da una grave malattia polmonare, talvolta fatale, legata allo svapo”,  hanno riferito giovedì i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie.

“I 1.604 casi si sono verificati in tutti gli stati ad eccezione dell’Alaska”, ha affermato l’agenzia. Il relativo bilancio delle vittime è salito a 34 vittime, diffuse in 24 stati. I decessi hanno coinvolto pazienti di età compresa tra 17 e 75 anni, con un’età media di 49 anni.

Nel nuovo rapporto non sono stati rilasciati nuovi dati sui possibili fattori alla base di queste malattie. Tuttavia, la scorsa settimana, il CDC ha osservato che il 78 percento dei casi riguardava prodotti contenenti tetraidrocannabinolo (THC). Anne Schuchat, M.D., vice-Direttore principale del CDC, ha sottolineato che i prodotti di svapo contenenti nicotina senza THC non possono essere esclusi come potenziale causa di danno.Per questo motivo, la raccomandazione del CDC a tutti di smettere di svapare è ancora valida”, ha detto in un recente briefing mediatico la Dr.ssa Schuchat.

Vedi anche, Svapo: olio solidificato trovato nei polmoni di un adolescente.

Ciò che è chiaro è che le malattie che colpiscono i vapers possono essere improvvise e gravi. I sintomi includono tosse, respiro corto e dolori al petto. Molti pazienti hanno richiesto ossigeno supplementare e, in casi estremi, hanno richiesto ventilazione assistita e ossigenazione o sono stati intubati.

Fonte, Drugs


Altri articoli su svapo