Oli essenziali di spezie comuni sono possibili alleati per la sicurezza alimentare

0
9

Oli essenziali di spezie comuni sono possibili alleati per la sicurezza alimentare.

Oli essenziali di origano, pimento e aglio (EOS) possono essere efficaci barriere naturali contro E. coli, Salmonella e Listeria, secondo uno studio pubblicato sulla rivista  Journal of Food Science dall’Istituto di tecnologi alimentari. Il nuovo studio ha rivelato che l’olio di origano è  il più efficace antimicrobico, seguito da pimento e aglio.

I ricercatori del  del Western Center Regionale di Ricerca del Dipartimento dell’Agricoltura statunitense (USDA) hanno dimostrato che

  • l’olio origano ha costantemente inibito la crescita di tutti e tre i batteri.
  • l’olio di aglio non è efficace contro E. coli o Salmonella , ma è stato efficace contro la Listeria .
  • Oli origano e pimento erano efficaci contro E. coli e Salmonella . Prove sui vapori di oli origano e pimento hanno indicato che questi due oli si diffondono più efficiente attraverso l’aria che attraverso il contatto diretto con i batteri.
  • Listeria era meno resistente ai vapori di oli, mentre E. coli era più resistente.

“Incorporando gli oli essenziali in prodotti  commestibili si ottiene un nuovo modo per migliorare la sicurezza e la durata di conservazione degli alimenti, e ciò  fornirà molteplici vantaggi per i consumatori”, spiega il ricercatore WX Du.

Diverse spezi possono servire da additivi di origine vegetale con funzione antimicrobica sicura. Il crescente interesse per i film antimicrobici è il risultato di un aumento del consumo di prodotti fresh-cut contaminati.

In uno studio correlato dallo stesso gruppo di ricerca USDA, si è scoperto che la cannella, pimento e chiodi di garofano potrebbero avere un nuovo impiego . Gli oli essenziali (EOS) di queste spezie potrebbero essere utilizzati per proteggere gli alimenti dai batteri, secondo uno studio pubblicato sulla rivista  Journal of Food Science. I ricercatori hanno valutato le proprietà fisiche e antimicrobiche di olio commestibile di pimento, cannella e chiodi di garofano  in una purea di  mele, dopo 24 e 48 ore. I rivestimenti sui prodotti alimentari possono fungere da vettori per una vasta gamma di additivi alimentari  antimicrobici. Gli oli sono stati inseriti nella pellicola commestibile della purea di mele. I ricercatori hanno trovato che:

l’attività antimicrobica dell’ olio di cannella è stata significativamente maggiore di pimento e oli di garofano contro E. coli , Salmonella e Listeria .

  • Film commestibili contenenti 3 per cento o meno di olio di cannella sono stati trovati  efficaci contro i tre agenti patogeni.
  • La Salmonella ha mostrato la minima resistenza, mentre Escherichia coli ha mostrato  maggiore resistenza.
  • Basse concentrazioni (1 per cento e 1,5 per cento) di oli di pimento e chiodi di garofano hanno soppresso la crescita di Listeria.

“I risultati mostrano che oli di  pimento, cannella o chiodi di garofano  erano efficaci contro i tre batteri. Gli oli essenziali hanno il potenziale per fornire molteplici benefici per i consumatori “, ha spiegato il ricercatore RJ Avena-Bustillos.