HomeAlimentazione & BenessereLo stress può influenzare il tuo appetito?

Lo stress può influenzare il tuo appetito?

Stress/Alimentazione-Immagine Credit Public Domain.

Una nuova ricderca rivela la relazione tra stress, obesità e appetito. La ricerca ha anche rivelato che gli individui obesi e magri avevano risposte cerebrali in qualche modo diverse, con adulti obesi che mostravano una minore attivazione delle regioni di controllo cognitivo a cibi ipercalorici.

I ricercatori della Johns Hopkins Medicine hanno studiato se lo stress può aumentare l’appetito negli adulti obesi e magri in una serie di esperimenti, utilizzando la risonanza magnetica funzionale (fMRI), una tecnica per monitorare l’attività cerebrale attraverso le reti nel cervello. 

- Advertisement -

I risultati hanno mostrato che lo stress influisce sul modo in cui il cervello risponde al cibo e che sia le persone magre che quelle obese rispondono ai segnali alimentari nelle regioni cerebrali legate alla ricompensa e al controllo cognitivo.

I risultati dello studio sono stati recentemente pubblicati sulla rivista PLOS ONE.

Per lo studio sono stati valutati i dati di 29 adulti, 16 donne e 13 uomini, di cui 17 obesi e 12 magri. I partecipanti sono stati sottoposti a due scansioni fMRI, una a seguito di un test di stress sociale e fisiologico.

Durante entrambe le scansioni, i partecipanti sono stati sottoposti a un test di reattività alle “parole alimentari”. Questo test prevedeva l’osservazione di come il cervello delle persone rispondeva alle parole relative al cibo, come le voci di menu scritte su una lavagna. I ricercatori hanno chiesto ai partecipanti di immaginare l’aspetto, l’odore e il gusto di ogni alimento, nonché come ci si sentirebbe a consumarlo in quel momento, al fine di massimizzare la risposta appetitiva del cervello. È stato anche chiesto loro quanto desideravano ogni piatto e se pensavano di non doverlo mangiare, per valutare  il processo decisionale relativo al cibo.

- Advertisement -

Vedi anche:Sale: l’eccesso condisce il corpo con lo stress

“Gli esperimenti hanno dimostrato che gli adulti obesi e magri differiscono in qualche modo nelle loro risposte cerebrali, con adulti obesi che mostrano una minore attivazione delle regioni di controllo cognitivo alle parole del cibo, in particolare ai cibi ipercalorici, come ad esempio il formaggio grigliato”, afferma la ricercatrice Susan Carnell. , Ph.D., professore associato di psichiatria e scienze comportamentali presso la Johns Hopkins University School of Medicine.

Lo studio ha anche dimostrato che lo stress influisce sulle risposte cerebrali al cibo. Ad esempio, gli individui obesi hanno mostrato una maggiore attivazione della corteccia orbitofrontale, una regione di ricompensa del cervello, dopo il test per valutare lo stress. “Abbiamo anche trovato prove di collegamenti tra lo stress soggettivo sperimentato e le risposte cerebrali in entrambi i gruppi. Ad esempio, gli individui magri che hanno riportato uno stress maggiore dopo il test hanno mostrato una minore attivazione della corteccia prefrontale dorsolaterale, un’area cerebrale chiave per il controllo cognitivo”, afferma Carnell.

Fonte: PLOS ONE

 

ULTIMI ARTICOLI

Encefalite anti-NMDA: curato con successo un bambino affetto da questa malattia misteriosa

Encefalite anti-NMDA-Immagine Credit  Rutgers University.  Un bambino che soffriva di encefalite anti-NMDAR (recettore N-metil-D-aspartato), una disfunzione cerebrale rara e difficile da diagnosticare, è stato curato...

Depressione: sviluppato un antidepressivo nuovo e migliore

Depressione-Immagine Credit Public Domain. I farmaci antidepressivi attualmente disponibili hanno effetti collaterali spiacevoli, proprietà di dipendenza o possono indurre la schizofrenia. Lo sviluppo di antidepressivi a...

Cancro del pancreas: nuovo trattamento dissolve il cancro nell’80% dei casi

Cancro del pancreas-Immagine Credit Scitechdaily Il nuovo approccio, che combina farmaci chemioterapici tradizionali con un nuovo metodo di irradiazione del cancro del pancreas, è risultato...

Memoria a breve termine: la terapia laser la migliora

Memoria-Immagine Credito: Pixabay/CC0 Dominio pubblico. La laser terapia ha dimostrato di essere efficace nel migliorare la memoria a breve termine in uno studio pubblicato su...

Carne di organi e frattaglie sono sane da mangiare?

Sebbene la maggior parte delle persone mangi raramente frattaglie, ovvero carne di organi, in realtà sono ricche di importanti vitamine, minerali e micronutrienti che possono...