Linfoma cutaneo a cellule T: farmaco topico porta alla completa remissione

linfoma cutaneo a cellule T
Un nuovo studio,  pubblicato sulla rivista Blood, è il primo a mostrare come un gel per uso topico può aiutare a curare un raro tipo di linfoma non-Hodgkin – Linfoma cutaneo a cellule T -, innescando una risposta immunitaria per uccidere le cellule maligne.

il linfoma cutaneo a cellule T (CTCL) rappresenta circa il 5% di tutti i linfomi o tumori del sangue, negli Stati Uniti.

Questo tipo di linfoma attacca la pelle e si verifica quando le cellule T nella pelle, crescono fuori controllo e causano lesioni o tumori. I sintomi comprendono la pelle secca, prurito e rash rosso.

CTCL è più comune tra le persone di 50 o 60 anni di età e gli uomini sono più a rischio di sviluppare la malattia, rispetto alle donne.

Mentre la maggior parte dei pazienti con CTCL hanno esperienza solo di sintomi cutanei, circa il 10% dei pazienti la cui la condizione progredisce, soffre di gravi complicazioni.

Secondo il leader dello studio, il dottor Rachel Clark, professore associato di dermatologia presso la Harvard Medical School di Boston, MA e colleghi, non esiste una cura per la malattia ed i pazienti che non hanno risposto ai trattamenti, vengono sottoposti al trapianto di midollo osseo .

Tuttavia, i risultati del team suggeriscono che un farmaco topico chiamato Resiquimod potrebbe eliminare le cellule maligne in alcuni pazienti con stadio precoce del linfoma cutaneo a cellule T, in poche settimane.

Per il loro studio di fase 1, il dottor Clark e colleghi hanno arruolato 12 pazienti con stadio precoce CTCL, i quali avevano precedentemente ricevuto una media di sei trattamenti per la condizione.

Nello studio, i partecipanti sono stati trattati con applicazione di 0,03% -dose o 0,06% di resiquimod gel – che stimola la risposta delle cellule immunitarie via TLR7 e TLR8 percorsi, in lesioni cutanee specifiche, per 16 settimane.

Resiquimod sradicato CTCL in due pazienti

Alla fine del periodo di studio di 16 settimane, i ricercatori hanno trovato che Resiquimod ha migliorato significativamente le lesioni cutanee trattate nel 75% dei partecipanti e le lesioni cutanee sono scomparse completamente nel 30% dei partecipanti.

È interessante notare che il 92% dei partecipanti ha visto un  miglioramento del 50% anche nelle lesioni cutanee in cui il gel resiquimod non è stato applicato direttamente. Per di più, CTCL è stato eliminato completamente in due pazienti che vivevano con la malattia da oltre 15 anni.

Il team ha utilizzato il sequenziamento ad alto rendimento (HTS,) per analizzare il numero di cellule maligne presenti all’interno delle cellule sane di 10 partecipanti, prima del trattamento con resiquimod e 8 settimane dopo.

I ricercatori hanno scoperto che Resiquimod ha ridotto significativamente il numero di cellule maligne in 9 su 10 partecipanti. Le cellule maligne sono state completamente sradicate in tre partecipanti, mentre una riduzione del 99,6% è stata identificata in un altro paziente.

Commentando i loro risultati, il primo autore dello studio, il dottor Alain Rook, professore di dermatologia e direttore del “Programma linfoma cutaneo” presso l’Università di Perelman School of Medicine della Pennsylvania, dice:

“I risultati dello studio suggeriscono che resiquimod è sicuro ed efficacemente assorbito dalla pelle e oltre a diminuire le lesioni trattate, migliora anche la risposta immunitaria che porta alla guarigione anche di lesioni non trattate.

A nostra conoscenza, questa è la prima terapia topica in grado di guarire anche le lesioni non trattate e portare alla completa remissione in alcuni pazienti “.

Il Dr. Rook dice che le lesioni di pazienti CTCL in questo studio hanno risposto molto meglio a Resiquimod che ad altri trattamenti, come ad esempio alcuni forti steroidi topici e chemioterapia. Il farmaco è stato ben tollerato.

Oltre ad un trattamento potenzialmente efficace per la fase iniziale del linfoma cutaneo a cellule T, il team ritiene che Resiquimod potrebbe essere utilizzato in combinazione con altre terapie, per il trattamento di stadi più avanzati della malattia.

“Ulteriori ricerche con una popolazioni di partecipanti più grande è necessaria per determinare il miglior approccio e l’applicazione per questi pazienti”, conclude il dottor Rook.

Fonte:Topical resiquimod can induce disease regression, eradicate malignant T cells and enhance T cell effector functions in cutaneous T cell lymphoma, Rachel Clark et al., Blood, doi: http://dx.doi.org/10.1182/blood-2015-02-630335, published online August 2015, abstract.

Altri articoli su linfoma cutaneo a cellule T