Home Salute Cervello e sistema nervoso La vitamina E è necessaria per il corretto sviluppo del sistema nervoso

La vitamina E è necessaria per il corretto sviluppo del sistema nervoso

Immagine: Public Doimain.

La ricerca dell’Oregon State University, che interessa anche le donne in età fertile, mostra che gli embrioni prodotti dal pesce zebra carente di vitamina E hanno cervelli e sistemi nervosi malformati.

“Questo è assolutamente sorprendente: il cervello è assolutamente distorto fisicamente dalla carenza di vitamina E”, ha detto Maret Traber, Professore presso l’OSU College of Public Health and Human Sciences.

Lo studio condotto da Traber, Ava Helen Pauling Professor presso il Linus Pauling Institute dell’Oregon State, è stato pubblicato oggi su Scientific Reports.

I pesci zebra sono una piccola specie di acqua dolce che passano da un uovo fecondato a un pesce che nuota, in circa cinque giorni. Sono molto apprezzati per lo studio dello sviluppo e della genetica dei vertebrati.

Il pesce zebra condivide una notevole somiglianza con gli esseri umani a livello molecolare, genetico e cellulare, il che significa che molte scoperte sono immediatamente rilevanti per l’uomo. Gli embrioni di pesci zebra sono di particolare interesse perché si sviluppano rapidamente, sono trasparenti e facili da curare.

La vitamina E fu scoperta nel 1922 e identificata perché era essenziale affinchè le uova di ratto fecondate culminassero in nati vivi.

“Perché un embrione ha bisogno di vitamina E? Inseguiamo la risposta da molto tempo”, ha detto Traber, che ha studiato il micronutriente per tre decenni. “Con questo nuovo studio abbiamo effettivamente iniziato a scattare foto in modo da poter visualizzare dove si forma il cervello e come si inserisce la vitamina in questa immagine”.

In un embrione, un primordio cerebrale e il tubo neurale compaiono precocemente e formeranno il sistema nervoso e “innerveranno” – rifornimento di nervi – tutti gli organi e le strutture corporee. Senza vitamina E, gli embrioni di pesce zebra hanno mostrato difetti del tubo neurale e difetti cerebrali.

“Erano una specie di difetti del tubo neurale da deficit di acido folico e ora abbiamo immagini che mostrano i difetti del tubo neurale e del cervello e che la vitamina E si trova proprio sui bordi di chiusura delle cellule che stanno formando il cervello”, ha detto Traber.

Negli organismi sani, le cellule della cresta neurale guidano la creazione delle ossa facciali e della cartilagine e innervano il corpo, costruendo il sistema nervoso periferico.

“Agendo come cellule staminali, le cellule della cresta sono importanti per il cervello e il midollo spinale e sono anche le cellule di circa 10 diversi sistemi di organi, tra cui cuore e fegato”, ha detto Traber. “Con la carenza di vitamina E, fondamentalmente l’intera formazione dell’embrione è disregolata. Non c’è da meravigliarsi se vediamo la morte dell’embrione in caso di carenza di vitamina E”.

Vedi anche:L’aggiunta di uova allìinsalata’aumenta l’assorbimento di vitamina E

Ha detto il ricercatore: “Quello che sappiamo è che gli embrioni carenti di vitamina E sono vissuti per 24 ore e poi hanno iniziato a morire. A sei ore non c’era differenza, a 12 ore vedi le differenze, ma queste differenze non stavano ancora uccidendo gli animali e a 24 ore i cambiamenti erano così drammatici che stavano per causare il punto di svolta della catastrofe totale “.

La vitamina E, conosciuta scientificamente come alfa-tocoferolo, ha molti ruoli biologici e nelle diete umane è più spesso fornita da oli, come l’olio d’oliva. Si trova in livelli elevati in alimenti come nocciole, semi di girasole e avocado.

La vitamina E è un gruppo di otto composti – quattro tocoferoli e quattro tocotrienoli – distinti per la loro struttura chimica. L’alfa-tocoferolo è ciò a cui si riferisce comunemente la vitamina E e si trova negli integratori e negli alimenti associati a una dieta europea, mentre gamma-tocoferolo è il tipo di vitamina E più comunemente presente in una tipica dieta americana.

“Le piante producono otto diverse forme di vitamina E, e tu le assorbi tutte, ma il fegato rimette solo l’alfa-tocoferolo nel flusso sanguigno”, ha spiegato Traber. “Tutte le altre forme vengono metabolizzate ed escrete”.

Insieme a Traber nello studio c’erano Brian Head del Linus Pauling Institute, Jane La Du e Robyn Tanguay dell’OSU College of Agricultural Sciences e Chrissa Kioussi dell’OSU College of Pharmacy.

Fonte: Medicalxpress

ULTIMI ARTICOLI

Come i resti di virus antichi modellano la risposta immunitaria dei nostri giorni

Immagine:virus preistorico trovato sotto i ghiacciai della Siberia. Credit: Public Domain. Perché alcune persone sono più resistenti ai virus di altre? La risposta è sfuggita agli...

Inaspettato vantaggio dall’ E. coli: aiuta le cellule ad assorbire il ferro

Meglio conosciuto come un agente patogeno che causa intossicazione alimentare o sottrae sostanze nutritive al suo ospite, il batterio E. coli svolge in realtà un ruolo fondamentale...

Anemia falciforme: diagnosi in tempi record con nuova tecnologia

Immagine: Credit:Università del Colorado Boulder. L'anemia falciforme, richiede tradizionalmente un'intera giornata, un noioso lavoro di laboratorio e costose apparecchiature per la diagnosi, ma i ricercatori...

Le bioplastiche sono tossiche quanto le altre plastiche

La plastica convenzionale è prodotta dal petrolio. La produzione di plastica non è sostenibile e può contenere sostanze che sappiamo essere pericolose se ingerite. Negli ultimi...

Sfruttare i leucociti contro la cirrosi

Immagine:Public Domain. Esaminando il sistema immunitario sulla cirrosi scompensata In pazienti con cirrosi acuta scompensata, la somministrazione di albumina sierica umana (HSA) ha dimostrato di ridurre...