I ricercatori sviluppano un vaccino contro il cancro ad alte prestazioni

Immagine: strategia per l’utilizzo di microcapsule autorigeneranti per modulare i microambienti di immunizzazione nella vaccinazione antitumorale. Credito: WEI Wei.

Gli scienziati dell’Institute of Process Engineering (IPE) dell’Accademia cinese delle Scienze hanno sviluppato un nuovo vaccino terapeutico per il tumore basato su microcapsule di acido polilattico autorigeneranti che possono attivare efficacemente il sistema immunitario e inibire lo sviluppo del tumore.

Lo sviluppo di bioformulazioni sicure ed efficienti utilizzando materiali approvati e design ingegnosi può accelerare il processo di traduzione clinica.
Questa ricerca è stata pubblicata su Science Advances il 22 maggio.
I vaccini antitumorali terapeutici che sfruttano il sistema immunitario per respingere le cellule tumorali hanno mostrato grandi promesse per il trattamento del tumore. Il team di ricerca, guidato dal Prof. Ma Guanghui e dal Prof. Wei Wei dell’IPE, ha già progettato e fabbricato una varietà di vaccini antitumorali nei suoi precedenti lavori. Questi vaccini si sono dimostrati efficaci in diversi modelli di tumore, come linfoma, melanoma e carcinoma mammario.
I ricercatori sono stati spinti a migliorare i precedenti vaccini antitumorali a causa di alcune limitazioni. Ad esempio, il Prof. Ma ha affermato che un microambiente di immunizzazione sfavorevole, insieme a un complicato processo di preparazione e alla necessità di vaccinazioni frequenti, ne hanno compromesso significativamente le prestazioni. “Pertanto, abbiamo progettato una nuova formulazione basata su microcapsule per vaccinazioni contro il cancro ad alte prestazioni”, ha affermato il Prof. Ma.
Researchers develop high-performance cancer vaccine using novel microcapsules
Immagine: valutazione delle prestazioni della vaccinazione con peptidi neoantigeni 4T1. Credito: WEI Wei.
In questo studio per la prima volta che i ricercatori hanno utilizzato microcapsule autorigeneranti con post-incapsulamento, caricamento multiplo e modulazione efficiente dei microambienti di immunizzazione in un vaccino tumorale. La speciale funzione di autorigenerazione fornisce un paradigma lieve ed efficiente per la microincapsulazione dell’antigene. Dopo la vaccinazione, queste microcapsule creano un microambiente di immunizzazione favorevole in situ, in cui la cinetica di rilascio dell’antigene, il comportamento delle cellule reclutate e l’ambiente acido circostante agiscono in modo sinergico. A causa di effetti sinergici, il vaccino riesce ad aumentare l’utilizzo dell’antigene, migliorando la presentazione dell’antigene e attivando le cellule presentanti l’antigene. “Di conseguenza, la risposta efficace delle cellule T, la potente inibizione del tumore, gli effetti anti-metastatici e la prevenzione della recidiva post-chirurgica sono raggiunti con vari tipi di antigeni in diversi modelli di tumore“, ha affermato il Prof. Wei.
“Inoltre, i ricercatori hanno verificato la disponibilità della nuova piattaforma vaccinale utilizzata nel vaccino neoantigene, conforme alla medicina di precisione”, ha affermato il Pof. Wei. Grazie al semplice processo post-incapsulamento, i clinici sono stati in grado di preparare da soli la formulazione neoantigene in qualsiasi momento.
Una peer reviewer di Science Advances ha descritto lo studio come “completo e progettato razionalmente”. Il revisore ha anche sottolineato che i risultati sono “impressionanti” e che il lavoro ha “un alto valore per i vaccini terapeutici e l’immunoterapia del cancro”.