Gli effetti negativi del consumo eccessivo di proteine

proteine

Un nuovo studio esamina gli effetti negativi del consumo eccessivo di proteine. Gli aminoacidi sono stati a lungo propagandati dalle comunità di fitness e bodybuilding per i loro benefici sulla costruzione muscolare.

Per chi cerca una spinta muscolare, non c’è carenza di prodotti disponibili, dalle polveri proteiche ultra-voluminose agli snack.

Tuttavia, la popolarità delle proteine ​​ha anche significato che è stata dedicata meno attenzione alla ricerca degli effetti collaterali potenzialmente negativi.

Pubblicato oggi su Nature Metabolism, una nuova ricerca condotta da accademici dell’Università di Sydney Charles Perkins Center, Professor Stephen Simpson e Dott.ssa Samantha Solon-Biet, suggerisce che, pur offrendo benefici nella costruzione muscolare, il consumo eccessivo di aminoacidi a catena ramificata (BCAA) può ridurre la durata della vita, influire negativamente sull’umore e portare ad un aumento di peso.

I BCA sono ottimi per aggiungere massa muscolare, ma la scienza dice che potresti pagare un prezzo molto alto dopo l’assunzione.

La ricerca del Dott. Solon-Biet ha studiato il complesso ruolo svolto dalla nutrizione nella mediazione di vari aspetti della salute metabolica, della riproduzione, dell’appetito e dell’invecchiamento.

“Sebbene le diete ricche di proteine ​​e povere di carboidrati si dimostrassero benefiche per la funzione riproduttiva, hanno avuto effetti nocivi per la salute a metà della vita e hanno anche ridotto la durata della vita”, ha spiegato il ricercatore.

“Ciò che questa nuova ricerca ha dimostrato è che l‘equilibrio degli amminoacidi è importanteè meglio variare le fonti di proteine ​​per garantire il miglior equilibrio aminoacidico”.

I BCAA potrebbero influenzare l’umore e portare a mangiare troppo

L’attuale ricerca ha esaminato gli impatti che i BCAA dietetici e altri aminoacidi essenziali come il triptofano avevano sulla salute e sulla composizione corporea dei topi.

“La supplementazione di BCAA ha portato ad alti livelli di BCAA nel sangue che sono in competizione con il triptofano per il trasporto nel cervello“, ha spiegato il Direttore accademico del Charles Perkins Center e ricercatore Professor Stephen Simpson, della Scuola di scienze della vita e dell’ambiente.

Vedi anche, Sostituire le proteine della carne rossa con proteine vegetali riduce il rischio di malattie cardiache.

“Il triptofano è l’unico precursore dell’ormone serotonina, che è spesso definito la” sostanza chimica della felicità “per i suoi effetti favorenti l’umore e il suo ruolo nel promuovere il sonno, ma la serotonina fa più di questo e questo è il problema”.

” La supplementazione di BCAA ha poi abbassato i livelli di serotonina nel cervello, che a sua volta è stato un segnale potente per aumentare l’appetito. La diminuzione della serotonina causata da eccesso di assunzione di BCAA ha portato a una massiccia sovralimentazione nei nostri topi, che sono diventati estremamente obesi e hanno vissuto vite più brevi”.

I topi sono stati alimentati con il ​​doppio della normale quantità di BCAA (200%), la quantità standard (100%), la metà (50%) o un quinto (20%). I topi che sono stati nutriti con BCAA al 200% hanno aumentato l’assunzione di cibo, causandosi obesità e una vita più breve.

Aumentare la varietà proteica per benefici per la salute

Dietologo qualificato e nutrizionista della salute pubblica della Scuola di Scienze della Vita e Ambientale dell’Università di Sydney, il Dr Rosilene Ribeiro raccomanda di mangiare una vasta gamma di proteine.

È importante variare le fonti di proteine ​​per ottenere una varietà di aminoacidi essenziali, attraverso una dieta sana ed equilibrata ricca di fibre, vitamine e minerali.

I BCAA sono aminoacidi essenziali presenti negli alimenti contenenti proteine, con carne rossa e latticini che sono le fonti più ricche. I vegetariani possono trovare BCAA in fagioli, lenticchie, noci e proteine ​​di soia.

Gli alimenti ricchi di triptofano includono semi e noci, soia, formaggio, pollo e tacchino.

Fonte, Nature

Altri articoli su proteine