Esplode e-sigaretta e uccide un uomo in Florida

e-sigaretta

L’esplosione di una e-sigaretta ha ucciso un uomo della Florida trovato morto nel suo appartamento in fiamme.

“In quella che si crede sia la prima morte da un’esplosione di penna vaping negli Stati Uniti, il 38enne Tallmadge D’Elia è morto quando due pezzi della sigaretta elettronica si sono depositati nel suo cranio”, ha detto il medico legale della contea di Pinellas.

D’Elia è stato trovato morto il 5 maggio quando i pompieri hanno fatto irruzione nel suo appartamento in fiamme a St Petersburg, in Florida. Si è scoperto che l’incendio è stato causato dal dispositivo che esplodendo ha provocato l’80% di ustioni al suo corpo.

Il dispositivo di vaping letale è stato identificato come marchio Smok-E Mountain, prodotto nelle Filippine, secondo il quotidiano locale Tampa Bay Times.

Il dispositivo è noto come e-sigaretta “mod meccanica”, a cui mancano alcune delle caratteristiche di sicurezza di altre marche, compresi i chip per computer per evitare il surriscaldamento.

“Un dispositivo regolato in genere contiene circuiti elettronici, funzionalità di sicurezza integrate e impostazioni di potenza regolabili“, ha dichiarato a AFP Gregory Conley, Presidente della American Vaping Association.

“Al contrario, un mod meccanico non è regolato e funziona semplicemente attingendo la potenza di una batteria a un atomizzatore“, ha aggiunto ilm Presidente.

“Se la batteria in una mod meccanica scarica eccessivamente e il dispositivo non contiene abbastanza fori per consentire la ventilazione della batteria, c’è il rischio di esplosione”.

Il rapporto del coroner non specificava cosa facesse esplodere la penna a vapori.

La pagina Facebook del marchio Smok-E Mountain è stata rimossa giovedì.

Secondo la FEMA, l’agenzia federale di gestione delle emergenze, ci sono stati 195 incendi ed esplosioni che hanno coinvolto sigarette elettroniche tra il 2009 e il 2016 negli Stati Uniti.

Nessuna di queste esplosioni è stata fatale, anche se un ufficiale della sicurezza antincendio che ha studiato i casi ha detto al Tampa Bay Times che potrebbero causare “ferite orribili” al viso e alla zona della coscia e dell’inguine se esplodessero nelle tasche degli utenti.

La Food and Drug Administration avverte che i dispositivi possono esplodere e causare gravi lesioni, rilevando che mentre le cause esatte di tali incidenti rimangono irrisolte, sembrano essere principalmente collegate a batterie agli ioni di litio, che sono anche utilizzate nei telefoni cellulari.

I Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie hanno affermato che “le sigarette elettroniche possono potenzialmente giovare ai fumatori adulti che non sono gravidi se usati come sostituto completo delle sigarette normali e di altri prodotti del tabacco “.

Tuttavia, uno studio condotto su topi, e riportato nella pubblicazione PNAS della National Academy of Sciences a gennaio, ha dimostrato che lo svapare può aumentare il rischio di alcuni tipi di cancro e malattie cardiache.

Fonte: Medicalxpress

Altri articoli su e-sigaretta