Esperimento controverso sulle scimmie rhesus dei ricercatori cinesi

scimmie rhesus transgeniche

Un team di ricercatori in Cina ha creato diverse scimmie rhesus transgeniche aggiungendo un gene umano coinvolto nella crescita del cervello al genoma delle scimmie. Nell’ articolo pubblicato sulla National Science Review, il gruppo descrive il suo lavoro e i test condotti sulle scimmie dopo la loro nascita.

I bioscienziati stanno iniziando a utilizzare le tecniche di modifica genetica sugli esseri umani, sia per prevenire le malattie che per imparare di più sullo sviluppo umano. In questo nuovo sforzo, il team ha aggiunto un gene umano chiamato MCPH1 al genoma di diverse scimmie rhesus come mezzo per imparare di più sullo sviluppo del cervello umano. Ricerche precedenti hanno dimostrato che MCPH1 è coinvolto nella crescita del cervello.

Per ottenere il gene nei genomi delle scimmie, i ricercatori hanno semplicemente iniettato virus che trasportavano il gene in embrioni di scimmie e poi hanno permesso alle scimmie di svilupparsi in modo naturale. Sono nate undici scimmie con il genoma modificato, ma solo cinque sono sopravvissute. Quelle cinque sono state testate per vedere quale impatto il gene umano aveva sul loro sviluppo e abilità.

I ricercatori riportano che nessuna delle scimmie aveva cervelli più grandi del normale, ma tutte hanno superato la media dei test di memoria e delle capacità di elaborazione.

Questa ricerca è piuttosto controversa e non sarebbe stata consentita nella maggior parte degli altri paesi. C’è il consenso della comunità delle bioscienze sull’idea che l’aggiunta di geni umani legati allo sviluppo del cervello umano ai genomi delle scimmie, supera la linea etica. Alcuni credono che l’esperimento potrebbe portare a scimmie come quelle viste nel film Planet of the Apes

Che tipo di status avrebbero queste scimmie se fossero alterate in modi che permettessero loro di pensare come un essere umano?

Per questo motivo, la maggior parte dei ricercatori non è disposta a partecipare a tale ricerca, anzi, uno dei ricercatori del team in Cina, un americano della North Carolina University, ha avuto ripensamenti. Ha suggerito che la creazione di scimmie che hanno alcuni aspetti del potere del cervello umano “è eticamente impensabile”. Afferma di aver solo assistito alla RM per i test del volume cerebrale.

Fonte, National Science Review (2019)


Esplora ulteriormente