HomeMedicina AlternativaComposto nelle alghe brune potrebbe aiutare a trattare il glioblastoma

Composto nelle alghe brune potrebbe aiutare a trattare il glioblastoma

Immagine:Saccharina latissima. Credit Public Domain.

Un composto trovato nelle alghe brune potrebbe aiutare a trattare una delle forme più comuni e aggressive di tumore cerebrale maligno, il glioblastoma.

Gli effetti promettenti del composto sono stati scoperti dai ricercatori del progetto GENIALG (GENetic diversity exploitation for Innovative macro-ALGal) finanziato dall’UE. Il composto fucoxantina è un tipo di pigmento carotenoide presente nelle alghe brune, come la Saccharina latissima.

- Advertisement -

Conosciuta anche come alga zuccherina, l’alga è coltivata in Europa ed è disponibile in commercio. La fucoxantina è un composto bioattivo precedentemente scoperto per avere numerosi benefici per la salute tra cui effetti antiossidanti, antitumorali e anti-obesità.

I partner del progetto GENIALG IOTA Pharmaceuticals, una PMI oncologica con sede nel Regno Unito e l’Università di York (Regno Unito) hanno collaborato con l’Università di Cambridge (Regno Unito) per approfondire la conoscenza della fucoxantina in questo progetto multimilionario.

Il Dottor David Bailey, Direttore di IOTA Pharmaceuticals ha spiegato: “Abbiamo scoperto che la fucoxantina non solo inibisce da sola la crescita delle cellule tumorali, ma migliora anche l’efficacia di alcuni farmaci (antiproliferativi). Ciò significa che il trattamento delle cellule tumorali del cervello umano con una combinazione di farmaci farmaceutici e un prodotto naturale estratto dalle alghe potrebbe fornire una nuova e più efficace opzione di trattamento nel combattere questa difficile malattia in determinati contesti “.

Il composto potrebbe fornire un trattamento efficace contro il glioblastoma multiforme (GBM), la forma più comune e aggressiva di tumore cerebrale maligno, con un’incidenza annuale da tre a quattro casi ogni 100.000 persone in Europa.

- Advertisement -

Vedi anche:Glioblastoma: nuovo approccio migliora la resistenza alla radioterapia

Anche se la conoscenza delle sue cause genetiche sta migliorando, il glioblastoma rimane una malattia incurabile, con pazienti che hanno un tasso di sopravvivenza medio di 12 mesi dopo la diagnosi. Parte della prognosi infausta è dovuta all’eterogeneità del tumore: diverse parti del tumore hanno caratteristiche diverse, quindi tendono a rispondere in modo diverso al trattamento. Di conseguenza, un singolo trattamento può uccidere alcune delle cellule cancerose, mentre altre continuano a crescere. Pertanto, è importante trovare e sviluppare terapie combinate in grado di affrontare tutte le parti del tumore.

IOTA Pharmaceuticals è specializzata nella scoperta di farmaci GBM, utilizzando nuovi strumenti e tecnologie per affrontare questa difficile malattia. Nell’ambito del progetto GENIALG, IOTA Pharmaceuticals sta studiando la possibile applicazione farmaceutica di prodotti naturali di alghe brune come agenti antitumorali. 

I risultati recenti sono stati ora pubblicati su PLOS ONE.

Il Dottor Bailey ha inoltre spiegato: “Abbiamo osservato che non tutte le combinazioni di farmaci e prodotti naturali sono sinergiche, probabilmente a causa di meccanismi specifici delle cellule. Questa osservazione supporta l’idea che specifiche combinazioni di farmaci e prodotti naturali potrebbero essere più efficaci in determinati contesti di malattia. È interessante notare che abbiamo anche osservato che la fucoxantina appare molto più efficace come agente antitumorale rispetto ad altri carotenoidi, suggerendo che ci sono caratteristiche strutturali della fucoxantina oltre la sua natura carotenoide che sono importanti per i suoi effetti terapeutici. Esattamente quello che sono resta da determinare“.

L’alga bruna è una delle specie target in GENIALG, un progetto guidato dall’industria incentrato sulle alghe o “macroalghe”, come una preziosa fonte di diversi composti bioattivi che hanno un grande potenziale per essere utilizzati in prodotti farmaceutici, nutraceutici e alimenti funzionali. Aziende pioniere di bioraffinerie europee integrate su larga scala ed esperti in coltivazione, genetica e metabolomica di alghe stanno lavorando a stretto contatto per promuovere l’industria delle alghe in Europa.

Tutti i risultati GENIALG e il lavoro in corso, compreso quello sulla fucoxantina, saranno presentati alla conferenza finale GENIALG, che si terrà online lunedì 30 novembre 2020.

Fonte: AquaTT

ULTIMI ARTICOLI

Vaccini COVID 19: rivelata nuova potente ricetta

(Vaccini COVID 19-Immagine Credit Public Domain). Gli scienziati del NEIDL, del Broad Institute, affermano che i vaccini COVID 19 di prossima generazione potrebbero stimolare un...

Dallo studio dei prioni nuova comprensione dell’Alzheimer

(Prioni-Immagine Credit Public Domain). I ricercatori della Case Western Reserve University che studiano i prioni, proteine ​​mal ripiegate che causano malattie letali incurabili, hanno identificato...

Cancro del colon-retto e carne rossa: trovati i legami biologici

Mangiare meno carne rossa è un consiglio medico standard per prevenire il cancro del colon-retto, ma il modo in cui provoca la mutazione delle...

“L’effetto Mozart” ha dimostrato di ridurre l’attività cerebrale epilettica

(Effetto Mozart-Immagine Credit Public Domain). La musica di Mozart ha dimostrato di avere un effetto antiepilettico sul cervello e può essere un possibile trattamento per...

IBS: identificabile endoscopicamente dai biofilm della mucosa

(IBS-Immagine Credit Public Domain). Una donna su sei e un uomo su dodici in Austria soffre di una qualche forma di IBS, quindi circa un...