HomeAlimentazione & BenessereCome prevenire i calcoli biliari con gli alimenti

Come prevenire i calcoli biliari con gli alimenti

La colecisti o cistifellea è una ghiandola situata sotto il fegato che raccoglie la bile, un liquido che ha la funzione di favorire la digestione dei grassi. I calcoli biliari sono ”sassolini” del diametro di 5-10 millimetri che si formano nella cistifellea a seguito della separazione dalla bile di sostanze in essa contenute come colesterolo, pigmenti biliari e sali di calcio. A volte possono occupare il dotto coledoco, che è il canale che dalla cistifellea arriva al duodeno. La loro presenza nell’organismo è un problema molto comune. Ne vengono colpite più le donne degli uomini e l’incidenza aumenta con l’aumentare degli anni: 1 persona su 3 oltre i settant’anni ha i calcoli. Fattori predisponenti sembrano essere la familiarità, l’obesità, alcuni farmaci (pillola anticoncezionale), malattie gastrointestinali (Morbo di Crohn’s).
Ecco alcuni consigli utili per evitare i calcoli biliari con alimenti di ogni giorno:
 1) succo di frutta e verdura fresca ogni giorno . 
La cistifellea è progettato per funzionare in combinazione con il fegato, per digerire il cibo ed eliminare le tossine. Ma quando uno o entrambi di questi organi vitali viene intasato a causa di cattiva alimentazione o l’accumulo di sostanze tossiche, il colesterolo può cristallizzare con il calcio  e formare calcoli biliari.  Frutta e verdura, tuttavia, possono aiutare a reprimere l’infiammazione e enzimaticamente disintossicare sia il fegato che la cistifellea . Succo di mela non filtrato, che è ricco di pectina, contribuirà ad ammorbidire e disintegrare qualsiasi calcolo biliare esistenti, nonché ad evitare la formazione di nuovi. Limoni, sedano, pomodori e barbabietole sono anche aggiunte eccellenti.  ( http:// www.gallbladderattack.com / beetrecipe.shtml # beetrecipe)
 2) Assicurarsi di mangiare grassi sani . 
Anche se alcuni esperti incoraggiano i pazienti con problemi alla cistifellea di evitare del tutto i grassi, soprattutto se hanno già subito un intervento chirurgico alla cistifellea, alcuni grassi sono in realtà utili per scongiurare potenziali ed esistenti calcoli biliari . L’olio d’oliva è spesso incluso in molti regimi di disintossicazione della colecisti, per esempio, e sani grassi saturi di olio di cocco e  prodotti di origine animale  possono effettivamente aiutare a sinergizzare l’assimilazione delle sostanze nutritive importanti da altri alimenti che sono responsabili del mantenimento di un fegato pulito e della cistifellea.   Occorre essere sicuri di evitare i grassi tossici che provengono da una classe di grassi che sono una delle cause principali di malattie che causano l’infiammazione. L’infiammazione cronica è responsabile del l colesterolo alto, come gli oli vegetali idrogenati che sono pericolosamente ad alto contenuto di omega-6 acidi grassi rispetto a omega-3 acidi grassi. http://www . naturalnews.com ).
 3) Supplemento  con semi di girasole o non-OGM lecitina di soia . 
Uno dei modi più facili e veloci per sciogliere i calcoli biliari è l’integrazione con lecitina derivata da soia o semi di girasole non-OGM. Come si è visto,la  lecitina, una sostanza grassa ricca di  colina e inositolo, è un componente fondamentale delle membrane cellulari e richiede la bile ne richiede elevate quantità per digerire. Quando entra nel fegato dopo l’assunzione, la lecitina viene disciolto nella bile e calcoli biliari induriti vengono disciolti. “Una concentrazione di lecitina bassa nella bile, può essere un fattore causale per molti individui con calcoli biliari,” scrive Michael T. Murray , ND, nel suo libro Manuale di Medicina Naturale, 2nd Edition, Volume 2 . “Gli studi hanno dimostrato che l’assunzione di 100 mg (milligrammi) di lecitina, tre volte al giorno, aumenta la concentrazione di lecitina nella bile, mentre dosi più elevate (fino a 10 g) possono produrre aumenti ancora maggiori.”
 4) Supplemento con  aceto di sidro di mela e acido malico . Questo rimedio è salutato da molti come un modo sicuro  per eliminare i calcoli biliari senza la necessità di un intervento chirurgico o uso di farmaci. Miscelazione di aceto di sidro di mele (ACV) con acido malico –  e  succo appena spremuto di mela,è naturalmente ricca di acido malico e di altre importanti sostanze ammorbidenti, quindi questa è un’altra opzione . Bere questo composto è altamente raccomandato  come parte di una terapia per la cura della colecisti altamente  e per la salute della cistifellea. Il libro Aceto di mele – Health System Miracle,  pubblicato dalla rispettabile ACV marchio Bragg, contiene una sezione su come portare a termine con successo, una cura alternativa per la colecisti con ACV e succo di mela. Si può imparare di più su questa tecnica utile e leggere estratti del libro, visitando il sito: http://bragg.com/books/acv_excerpt.html
 5) Aggiungere un po ‘di curcuma in più ai vostri pasti . Diversi studi hanno dimostrato che la curcuma, una spezia composto principalmente di curcumina, è un potente cibo antiossidante ed antinfiammatorio  che aiuta a mantenere una colecisti sana. Come si è visto, la curcuma aiuta a migliorare la solubilità della bile, il che significa che il corpo può  più facilmente degradare le sostanze che altrimenti formano calcoli biliari. Dr. Andrew Weil, MD, propone di integrare tre volte al giorno con almeno 300 mg di curcumina per migliorare la composizione della bile. Inoltre suggerisce di mangiare cibi ricchi di calcio, prendendo vitamina C e di limitare l’assunzione di zucchero raffinato, al fine di prevenire e trattare i calcoli biliari ( http://www .drweil.com/drw/u/ART02972/Gallstones.html ).

ULTIMI ARTICOLI

La vitamina K previene la morte cellulare

(Vitamina k-Immagine: le cellule “-” muoiono per ferroptosi “+” La vitamina K previene efficacemente la ferroptosi. Credito: Mishima et al., Nature) Una nuova scoperta suggerisce anche...

L’Alzheimer: bassi livelli di beta amiloide la causa?

Una nuova ricerca dell'Università di Cincinnati rafforza l'ipotesi che il morbo di Alzheimer sia causato da un calo dei livelli di una specifica proteina,...

SLA: verso lo sviluppo di una terapia a base di proteine

(SLA-Immagine: effetto di ApoE sulla vitalità di mBEC dopo esposizione al plasma di topo SLA in vitro. A, sono stati osservati numerosi mBEC vitali...

L’ossitocina ha proprietà curative del cuore

(Ossitocina-Immagine Credit Public Doimain). I ricercatori hanno scoperto che l'ossitocina, spesso definita "l'ormone dell'amore", un giorno potrebbe aiutare a guarire i cuori dopo un infarto. Il...

Trombosi: nuova strategia per prevenire i coaguli di sangue

(Trombosi-Immagine Credit Public Domain). Una terapia con nanoparticelle sviluppata dai ricercatori degli University Hospitals (UH) e della Case Western Reserve University prende di mira i...