Home Salute Tumori Carcinoma ovarico grave di alto grado: individuati i geni che lo guidano

Carcinoma ovarico grave di alto grado: individuati i geni che lo guidano

Immagine: Credit:Wikipedia.

Il carcinoma ovarico grave di alto grado (HGSOC) è la quinta causa di decessi correlati al cancro nelle donne negli Stati Uniti, ma si sa poco sulle origini di questa malattia.

Ora, gli scienziati del College of Veterinary Medicine hanno collaborato a uno studio che individua quali geni specifici guidano – o ritardano – questo cancro mortale.

- Advertisement -

“Abbiamo utilizzato l’enorme raccolta di dati sulle mutazioni genomiche e abbiamo cercato di trovare un senso funzionale”, ha detto  John Schimenti, Professore di genetica presso il Dipartimento di Scienze Biomediche e autore senior dello studio che è stato pubblicato in Cell Reports.

Schimenti ha collaborato con il collega di scienze biomediche Alexander Nikitin, Professore di patologia e Direttore del Cornell Stem Cell Program e con i membri dei rispettivi laboratori, per ottenere una migliore comprensione dell’ HGSOC.

Vedi anche: Identificate le mutazioni genetiche che causano il cancro ovarico

I ricercatori sanno da tempo che la malattia è quasi sempre causata da più “colpi” genetici. Una mutazione da sola non trasforma una cellula in cancerosa; generalmente sono necessarie almeno due o tre mutazioni e spesso diverse combinazioni di geni possono causare lo stesso cancro.

- Advertisement -

“Ad aggiungere complessità”, ha detto Schimenti, “è il fatto che una volta che si manifesta una mutazione chiave destabilizzante del genoma, ne seguiranno altre. I tumori sequenziati producono una pletora di mutazioni: alcune sono la causa diretta del cancro stesso, mentre molte altre sono spin-off”.

“È un problema di vecchia data nella ricerca sul cancro”, ha detto il ricercatore. “Quali sono i driver genetici e quali sono i passeggeri nel processo?”.

Per affrontare queste complessità, i ricercatori volevano testare combinazioni di possibili sospetti genetici e quindi analizzare quale delle molte mutazioni associate stava provocando il cancro.

A tal fine, si sono rivolti al Cancer Genome Atlas, un database internazionale che raccoglie le informazioni genetiche dai campioni di tumore dei pazienti e dei geni mutati ad essi associati. Hanno utilizzato un elenco di 20 geni noti per mutare in HGSOC e, utilizzando la tecnologia di modifica genetica CRISPR, hanno creato combinazioni casuali di queste mutazioni in cellule in coltura derivate dalla superficie dell’ovaio, comprese le cellule epiteliali regolari e le cellule staminali epiteliali, per vedere quale tipo di cellula era più suscettibile alle mutazioni.

I ricercatori hanno quindi notato quale combinazione di mutazioni ha trasformato il gruppo di cellule in cancerose, individuando sia i geni che guidano il processo sia il tipo di cellula in cui ha avuto origine il cancro.

Lo studio ha rivelato ciò che il team aveva originariamente sospettato: che le cellule staminali della superficie ovarica erano più soggette a diventare cancerose se colpite da mutazioni. I ricercatori hanno anche scoperto inaspettatamente geni che avevano l’effetto opposto.

“Abbiamo scoperto che ci sono vari geni che aiutano il processo di sviluppo del cancro, ma è interessante notare che ci sono altri geni che, quando mutati, in realtà inibiscono il processo”, ha detto Schimenti.

Sapere quali sono le cellule che danno origine al cancro e quali geni sono necessari per iniziare questa forma altamente aggressiva di cancro ovarico è importante, sia per i tumori ovarici che per altri tipi di cancro. “La metodologia di screening del driver del cancro che abbiamo utilizzato dovrebbe essere utilizzata per rispondere agli stessi tipi di domande per cellule e tumori in altri organi e tessuti”, ha detto Nikitin.

“In passato, sapevi quali geni erano mutati, ma non sapevi quale ruolo avrebbero svolto”, ha detto il ricercatore. “Ora sai quali geni mutati sono importanti e alla fine, potresti sviluppare farmaci per colpire i geni mutati che guidano il cancro”.

Fonte: Cornell University

ULTIMI ARTICOLI

Lampade germicide possono danneggiare le cornee

Le lampade germicide usate in questi giorni anche contro SARS-CoV-2, possono  danneggiare le cornee causando fotocheratite se non si seguono le raccomandazioni dei venditori,...

Malattia del fegato grasso: coinvolti gli ormoni intestinali

Immagine:Malattia del fegato grasso. Professore dell'Illinois Jongsook Kim Kemper. Credito: L. Brian Stauffer. Gli ormoni intestinali sono considerati tra i responsabili della malattia del fegato grasso...

Cacao: i flavanoli aumentano l’ossigenazione del cervello

Immagine: Cacao.Credit: Public Domain. I flavanoli presenti nel cacao aumentano l'ossigenazione del cervello secondo un nuovo studio pubblicato sulla rivista Scientific Reports. "Il cervello di adulti...

Cellule staminali: farmaco le guida verso i tessuti danneggiati

Immagine: cellule staminali neurali che maturano in astrociti (giallo). Credito: Sanford Burnham Prebys Medical Discovery Institute. Gli scienziati del Sanford Burnham Prebys Medical Discovery Institute hanno...

L’emocromatosi aumenta il rischio di cancro al fegato

Immagine: biopsia di un fegato carico di ferro in un paziente con emocromatosi. Il blu scuro mostra il pigmento di ferro all'interno del fegato.Credit: Exter...