HomeSaluteAgente antiossidante può prevenire la malattia renale cronica e il morbo di...

Agente antiossidante può prevenire la malattia renale cronica e il morbo di Parkinson

Immagine: Credito: Università di Osaka

Lo stress ossidativo è il risultato della generazione di specie reattive dell’ossigeno (ROS) e può essere dannoso per cellule e tessuti. In un nuovo studio, i ricercatori dell’Università di Osaka hanno sviluppato un nuovo agente antiossidante a base di silicio alimentare (Si) che ha soppresso lo sviluppo e la progressione dell’insufficienza renale e del morbo di Parkinson nei roditori.

I ROS sono generati dal metabolismo e dalla risposta immunitaria, ma anche da alcuni processi patologici, contribuendo al continuo danneggiamento dei tessuti. La malattia renale cronica e il morbo di Parkinson sono tra quelle malattie che hanno dimostrato di derivare da stress ossidativo. Sebbene i ROS comprendano molecole diverse, non tutti i ROS sono uguali. Mentre i radicali idrossilici (OH) sono altamente dannosi per i tessuti a causa del loro effetto sulle cellule e sul DNA, altri, come il perossido di idrogeno e gli anioni superossido, sono componenti importanti della normale risposta immunitaria.

“L’eliminazione dei soli radicali idrossilici è importante per evitare di interrompere i normali processi fisiologici”, afferma l’autore principale dello studio Yuki Kobayashi. “I precedenti tentativi di farlo, come l’assunzione di acqua ricca di idrogeno o la respirazione di aria contenente idrogeno, hanno mostrato risultati limitati. Volevamo sviluppare un nuovo agente dietetico che consenta efficacemente l’eliminazione di radicali ossidrilici dannosi”.

- Advertisement -

Vedi anche: Nuove opportunità per il trattamento dell’insufficienza renale

Per raggiungere il loro obiettivo, i ricercatori hanno prodotto un nuovo agente a base di Si dalla polvere di Si. Poiché l’agente viene assunto per via orale, i ricercatori hanno prima valutato l’efficacia dell’agente in un ambiente simile a quello dell’intestino, cioè un pH di 8,3 e a 36 ° C. 1 g del nuovo agente è stato in grado di generare 400 ml di idrogeno in 24 ore, il che equivale a bere 22 litri di acqua ricca di idrogeno. Il nuovo agente ha quindi permesso la produzione continua di elevate quantità di una molecola che elimina l’OH.

L'agente antiossidante può prevenire la malattia renale cronica e il morbo di Parkinson

Immagine: effetti renoprotettivi dell’agente a base di Si. L’immagine a sinistra mostra il quadro istologico dell’insufficienza renale cronica nel normale gruppo di alimentazione degli animali, in cui si verificano fibrosi, glomerulosclerosi e dilatazione dei tubuli. L’immagine a destra mostra la normale istologia renale negli animali nutriti con l’agente a base di Si. Credito: Università di Osaka.

- Advertisement -

Ma questo agente è sufficiente per proteggere i tessuti dal danneggiamento dei ROS?

Per rispondere a questa domanda, i ricercatori si sono rivolti a modelli animali di malattia renale cronica e morbo di Parkinson. Quando hanno nutrito topi a cui erano stati rimossi 5/6 dei loro reni con l’agente a base di Si, la funzionalità renale è stata preservata e i livelli di stress ossidativo e infiammazione dei tessuti sono stati significativamente ridotti, rispetto a quelli degli animali di controllo. Allo stesso modo, quando hanno nutrito gli animali con la malattia di Parkinson con l’agente a base di Si, la degenerazione dei neuroni responsabili della malattia è stata significativamente attenuata.

Questi sono risultati sorprendenti che mostrano che il nostro agente a base di Si è efficace nel prevenire la progressione della malattia renale cronica e della malattia di Parkinson in modelli animali ben consolidati“, afferma l’autore corrispondente Shoichi Shimada. “I nostri risultati potrebbero fornire nuove conoscenze sulla gestione clinica dei pazienti con queste malattie, per le quali attualmente non esiste un approccio curativo”.

Fonte: Scientific Reports

ULTIMI ARTICOLI

Paradosso biologico offre nuove intuizioni sul mistero del cancro

(Cancro-Immagine: Carlo Maley è ricercatore presso il Biodesign Center for Biocomputing, Security and Society presso l'Arizona State University.Credito: The Biodesign Institute presso l'Arizona State...

Malattie da prioni: come muoiono le cellule cerebrali

(Malattie da prioni-Immagine:neuroni cresciuti in coltura che esprimono una proteina prionica mutante (ciano) che causa malattie da prioni nell'uomo. Questi neuroni mostrano assoni rigonfi che...

Vaccinazione: cosa guida la scelta?

(Vaccinazione-Immagine: modello che collega le variabili di fondo non specifiche del COVID e quelle specifiche del COVID con i cambiamenti nell'intenzione di vaccinazione. Attestazione: PNAS). Nell'esaminare il...

Dolore cronico legato a differenze nella struttura cerebrale

Sapevi che la principale causa di disabilità nel mondo è il dolore cronico? Milioni e milioni di persone vivono la loro quotidianità segnata dal dolore. Non solo causa...

Malattia di von Hippel-Lindau: Belzutifan offre nuova speranza

(Malattia di von Hippel-Lindau-Immagine Credit Public Domain). I pazienti con malattia di von Hippel-Lindau, una condizione genetica causata da una mutazione nel gene VHL che...