HomeSaluteVirus e parassitiVirus Khosta-2 simile a SARS-CoV-2 appena scoperto

Virus Khosta-2 simile a SARS-CoV-2 appena scoperto

( Virus Khosta-2: ricercatori hanno valutato un sarbecovirus che si trova nei pipistrelli russi a ferro di cavallo minori e in grado di utilizzare ACE2 umano per entrare nelle cellule ed è resistente agli anticorpi delle persone vaccinate contro SARS-CoV-2. Credito: João Manuel Lemos Lima, Wikimedia Commons (CC-BY 4.0, creativecommons.org/licenses/by/4.0/)

Un virus, chiamato Khosta-2, scoperto di recente in un pipistrello russo e simile a SARS-CoV-2, è probabilmente in grado di infettare gli esseri umani e, se dovesse diffondersi, è resistente ai vaccini attuali.

Un team guidato da ricercatori della Paul G. Allen School for Global Health della Washington State University ha scoperto che le proteine ​​spike del virus dei pipistrelli, chiamato Khosta-2, possono infettare le cellule umane ed essere resistenti sia agli anticorpi monoclonali che al siero di individui vaccinati per la SARS- CoV-2. Sia Khosta-2 che SARS-CoV-2 appartengono alla stessa sottocategoria di coronavirus noti come sarbecovirus.

- Advertisement -

“La nostra ricerca dimostra ulteriormente che i sarbecovirus che circolano nella fauna selvatica al di fuori dell’Asia, anche in luoghi come la Russia occidentale, dove è stato trovato il virus Khosta-2, rappresentano anche una minaccia per la salute globale e le campagne vaccinali in corso contro SARS-CoV-2”, ha affermato Michael Letko, virologo della WSU e corrispondente autore dello studio pubblicato sulla rivista PLoS Pathogens.

Letko ha affermato che la scoperta di Khosta-2 evidenzia la necessità di sviluppare vaccini universali per la protezione contro i sarbecovirus in generale, piuttosto che solo contro varianti note di SARS-CoV-2.

“In questo momento, ci sono gruppi che stanno cercando di inventare un vaccino che non solo protegga dalla prossima variante di SARS-2, ma in realtà ci protegga dai sarbecovirus in generale”, ha detto Letko. “Purtroppo, molti dei nostri attuali vaccini sono progettati per virus specifici che sappiamo infettano le cellule umane o quelli che sembrano rappresentare il rischio maggiore di infettarci. Ma questo è un elenco in continua evoluzione. Dobbiamo ampliare la progettazione di questi vaccini per proteggere contro tutti i sarbecovirus”.

Sebbene negli ultimi anni siano stati scoperti centinaia di sarbecovirus, principalmente nei pipistrelli asiatici, la maggior parte non è in grado di infettare le cellule umane. I virus Khosta-1 e Khosta-2 sono stati scoperti nei pipistrelli russi alla fine del 2020 e inizialmente sembrava che non fossero una minaccia per l’uomo.

- Advertisement -

Geneticamente, questi strani virus russi assomigliavano ad alcuni degli altri che erano stati scoperti in altre parti del mondo, ma poiché non assomigliavano a SARS-CoV-2, nessuno pensava che fossero davvero qualcosa di cui preoccuparsi troppo”, dice Letko. “Ma quando li abbiamo esaminati di più, siamo rimasti davvero sorpresi di scoprire che potevano infettare le cellule umane. Ciò cambia un po’ la nostra comprensione di questi virus, da dove provengono e quali regioni riguardano”.

Letko ha collaborato con un paio di membri della facoltà della WSU, la prima autrice ecologista virale Stephanie Seifert e l’immunologa virale Bonnie Gunn, per studiare i due virus appena scoperti. I ricercatori hanno determinato che Khosta-1 rappresentava un basso rischio per l’uomo, ma Khosta-2 ha dimostrato alcuni tratti preoccupanti.

Il team ha scoperto che, come SARS-CoV-2, Khosta-2 può utilizzare la sua proteina spike per infettare le cellule legandosi a una proteina recettore, chiamata enzima di conversione dell’angiotensina 2 (ACE2), che si trova in tutte le cellule umaneSuccessivamente hanno deciso di determinare se gli attuali vaccini proteggono dal nuovo virus.

Usando il siero derivato da popolazioni umane vaccinate per COVID-19, il team ha scoperto che Khosta-2 non è stato neutralizzato dai vaccini attuali. Hanno anche testato il siero di persone che erano state infettate dalla variante omicron, ma anche quegli anticorpi erano inefficaci.

Fortunatamente, Letko ha affermato che al nuovo virus mancano alcuni dei geni che si ritiene siano coinvolti nella patogenesi degli esseri umani. Esiste il rischio, tuttavia, che Khosta-2 si ricombini con un secondo virus come SARS-CoV-2.

“Quando vedi che SARS-2 ha questa capacità di “insinuarsi” negli esseri umani e nella fauna selvatica, e poi ci sono altri virus come Khosta-2 in attesa in quegli animali con queste proprietà che non vogliamo davvero che abbiano, imposta questo scenario in modo che non si combinano per creare un virus potenzialmente più rischioso”, ha detto Letko.

Oltre a Letko, Seifert e Gunn, i coautori di questo studio includono Shuangyi Bai e Stephen Fawcett della WSU, nonché Elizabeth Norton, Kevin Zwezdaryk e James Robinson della Tulane University.

Fonte:PLoS Pathogens 

ULTIMI ARTICOLI

La vitamina K previene la morte cellulare

(Vitamina k-Immagine: le cellule “-” muoiono per ferroptosi “+” La vitamina K previene efficacemente la ferroptosi. Credito: Mishima et al., Nature) Una nuova scoperta suggerisce anche...

L’Alzheimer: bassi livelli di beta amiloide la causa?

Una nuova ricerca dell'Università di Cincinnati rafforza l'ipotesi che il morbo di Alzheimer sia causato da un calo dei livelli di una specifica proteina,...

SLA: verso lo sviluppo di una terapia a base di proteine

(SLA-Immagine: effetto di ApoE sulla vitalità di mBEC dopo esposizione al plasma di topo SLA in vitro. A, sono stati osservati numerosi mBEC vitali...

L’ossitocina ha proprietà curative del cuore

(Ossitocina-Immagine Credit Public Doimain). I ricercatori hanno scoperto che l'ossitocina, spesso definita "l'ormone dell'amore", un giorno potrebbe aiutare a guarire i cuori dopo un infarto. Il...

Trombosi: nuova strategia per prevenire i coaguli di sangue

(Trombosi-Immagine Credit Public Domain). Una terapia con nanoparticelle sviluppata dai ricercatori degli University Hospitals (UH) e della Case Western Reserve University prende di mira i...