Home Salute Una proteina la chiave per il trattamento delle malattie fibrotiche

Una proteina la chiave per il trattamento delle malattie fibrotiche

Immagine: una risonanza magnetica con segnale aumentato nella parte posteriore della capsula interna che può essere rintracciata nella corteccia motoria coerente con la diagnosi di SLA. Credito: Frank Gaillard / Wikipedia

Una proteina legata alla sclerosi laterale amiotrofica (SLA), una malattia neurologica progressiva che causa debolezza muscolare, può essere la chiave per il trattamento della malattia fibrotica dei reni e di altri organi, hanno riferito recentemente i ricercatori del Vanderbilt University Medical Center.

FUS è l’acronimo di una proteina nel nucleo delle cellule che regola la trascrizione della riparazione del DNA, la giunzione dell’RNA e altre funzioni. Nel cervello, le mutazioni della proteina FUS possono danneggiare i nervi e causare la SLA.

La malattia fibrotica deriva dall’eccessiva deposizione di collageni e altre proteine ​​strutturali nella membrana extracellulare (ECM) tra le cellule. La fibrosi può portare a insufficienza di polmoni, fegato, reni e altri organi.

I recettori transmembrana chiamati integrine mediano le interazioni tra le cellule e l’ECM. Un’integrina regola l’attivazione del recettore del fattore di crescita epidermico (EGFR) che promuove la fibrosi. Nel rene, il blocco di questa integrina o l’attivazione dell’EGFR comporta un aumento della produzione di molecole pro-fibrotiche, inclusi i collageni.

Vedi anche: Scoperti tre geni associati alla fibrosi polmonare idiopatica

Ambra Pozzi, Ph.D. della Vanderbilt University e i suoi colleghi hanno ipotizzato che l’integrina e l’EGFR regolino la produzione di collagene “traslocando” determinate altre proteine ​​nel nucleo, dove interagiscono con il gene del collagene.

Pozzi è Professore di Medicina e di Fisiologia e biofisica molecolare e ricercatore presso il Nashville Veterans Affairs (VA) Medical Center, parte del Tennessee Valley Healthcare System.

Durante la ricerca di queste proteine, lei e i suoi colleghi hanno scoperto una sorprendente connessione tra EGFR e FUS: nelle cellule renali fosforilati EGFR (la fosforilazione è una reazione chimica che consiste nell’addizione di un gruppo fosfato (PO43-) ad una proteina o ad un’altra molecola) e FUS, promuovono la sua traslocazione nel nucleo dove FUS attiva la produzione di collagene.

I ricercatori hanno scoperto che l’inibizione dell’EGFR provoca una ridotta traslocazione nucleare di FUS e una riduzione della produzione di collagene. Un peptide penetrante nelle cellule, o frammento di proteina, generato in collaborazione con il Distinguished Professor of Medicine Jacek Hawiger, MD, Ph.D., ha fatto la stessa cosa: ha anche impedito a FUS di entrare nel nucleo e ha frenato i livelli di collagene.

Questi risultati offrono un nuovo approccio per limitare il processo fibrotico nei reni e forse in altri organi“, hanno concluso i ricercatori.

Mentre resta da determinare se e come un tale peptide possa essere guidato in modo selettivo verso un organo specifico affetto da fibrosi, “speriamo che questo studio apra le porte alla ricerca futura focalizzata sulla proteina FUS come nuovo bersaglio pro-fibrotico“, dice Pozzi.

Il ricercatore Manuel Chiusa, Ph.D., è stato il primo autore dell’articolo pubblicato sul Journal of Cell Biology.


ULTIMI ARTICOLI

Iniziano le sperimentazioni per una nuova arma contro il Parkinson: la luce

Immagine:Alan Minson dice che i suoi sintomi di Parkinson sono migliorati dopo che ha iniziato a usare un "casco leggero" nel luglio 2019. Credito:RON...

Le diete vegetali ricche di carboidrati integrali possono migliorare la sensibilità all’insulina

Le diete vegetali ricche di carboidrati integrali possono migliorare la sensibilità all'insulina e altri indicatori di salute negli individui con diabete di tipo 1,...

Studio di fase 1 mostra un’incoraggiante attività anti-cancro di Sotorasib

Immagine: Public Domain. "Uno studio clinico di fase 1 in pazienti con tumori solidi avanzati pesantemente pretrattati, mostra un'attività anti-cancro incoraggiante di Sotorasib (AMG 510),...

Gli astrociti sono essenziali per la salute della barriera emato-encefalica

Immagine: Public Domain. Oltre a un guscio esterno resistente, il cervello ha difese interne, tra cui un potente scudo chiamato barriera emato-encefalica che difende le...

La vitamina E è necessaria per il corretto sviluppo del sistema nervoso

Immagine: Public Doimain. La ricerca dell'Oregon State University, che interessa anche le donne in età fertile, mostra che gli embrioni prodotti dal pesce zebra carente...