Una nuova comprensione di come il glucosio ti fa ingrassare

glucosio

Immagine: Drs. Keun Ryu (left) and W. Lee Kraus.

Il glucosio è l’energia che che alimenta le cellule e al corpo piace immagazzinare glucosio per un uso eccessivo. Tuttavia, troppo glucosio può contribuire all’obesità e gli scienziati hanno voluto capire cosa succede all’interno di una cellula per ribaltare l’equilibrio.

Per risolvere questo problema, i ricercatori dell UT Southwestern hanno esaminato i comportamenti specializzati all’interno della cellula, per rilevare il ruolo di una molecola chiamata NAD + nell’accendere i geni che producono le cellule di grasso.

NAD + è una molecola che si trova in ogni cellula del corpo e alcuni scienziati ritengono che l’aumento della sua produzione potrebbe essere legato  una salute migliore e al rallentamento del processo di invecchiamento.

Cos’è NAD +?

NAD + sta per nicotinammide adenina dinucleotide. È una molecola presente all’interno delle cellule del corpo ed aiuta a trasferire l’energia tra le molecole.

Perché è importante?

Si ritiene che NAD + svolga ruoli importanti nella longevità, nell’invecchiamento e nelle malattie che vanno dai disturbi neurodegenerativi al cancro.

I biologi dell UT hanno esaminato i singoli compartimenti all’interno delle cellule che ospitano molecole NAD + per determinare come controllano i geni che sono essenziali per il processo di immagazzinamento del grasso – conoscenza che potrebbe aiutare in una vasta gamma di disturbi, tra cui disturbi metabolici, malattie neurodegenerative, infiammazione e invecchiamento e il cancro.

“Questa compartimentazione finisce per avere effetti profondi sull’espressione genica nel nucleo e sul metabolismo nel citoplasma “(la sostanza gelatinosa al di fuori del nucleo della cellula)”, ha detto il Dr. W. Lee Kraus, Direttore del Green Center e autore senior della ricerca. “Abbiamo scoperto che questi processi giocano un ruolo chiave nella differenziazione delle cellule di grasso e nelle cellule tumorali”.

“Il pensiero precedente nel campo era che NAD + era uniformemente distribuito tra le cellule e si muoveva liberamente tra diversi compartimenti subcellulari”, ha spiegato il Dr. Kraus, Professore di ostetricia e ginecologia e farmacologia. “Abbiamo dimostrato che NAD + è in realtà compartimentato – ci sono pool nucleari e citoplasmatici separati di NAD + i cui livelli cambiano in determinate condizioni cellulari”.

La scoperta del team di ricerca è riportata sulla rivista Science. “La contabilità per i livelli di biosintesi NAD + separatamente piuttosto che nella loro totalità ha contribuito ad aumentare la comprensione della biologia coinvolta”, ha detto il primo autore Dr. Keun Ryu, un ricercatore postdottorato in Ostetricia e Ginecologia.

“Il nostro studio fornisce una nuova comprensione della biologia NAD +”, ha affermato il ricerctore.

Fonte: UT Southwestern

Altri articoli su glucosio