HomeSaluteTumoriTinta permanente e prodotti chimici per la stiratura dei capelli possono aumentare...

Tinta permanente e prodotti chimici per la stiratura dei capelli possono aumentare il rischio di cancro al seno

Gli scienziati del National Institutes of Health hanno scoperto che le donne che usano tinture per capelli permanenti o i prodotti chimici per la stiratura dei capelli hanno un rischio maggiore di sviluppare il cancro al seno rispetto alle donne che non usano questi prodotti.

Lo studio, pubblicato online il 4 dicembre sull’ International Journal of Cancer, suggerisce che il rischio di cancro al seno aumenta con un uso più frequente di questi prodotti chimici per capelli.

Utilizzando i dati di 46.709 donne incluse nel ‘Sisters Study’, i ricercatori del National Institute of Environmental Health Sciences (NIEHS), parte di NIH, hanno scoperto che le donne che usavano regolarmente la tintura permanente per capelli nell’anno prima dell’arruolamento allo studio avevano il 9% di probabilità in più rispetto alle donne che non avevano usato la tintura per capelli, di sviluppare il cancro al seno. Tra le donne afroamericane, l’uso di coloranti permanenti ogni 5-8 settimane o più era associato ad un aumento del rischio del 60% di cancro al seno rispetto a un aumento dell’8% per le donne bianche. Il team di ricerca ha riscontrato un aumento minimo o nullo del rischio di cancro al seno per l’uso di coloranti semipermanenti o temporanei.

“I ricercatori hanno studiato a lungo il possibile legame tra la tintura per capelli e il cancro, ma i risultati sono incoerenti”, ha dichiarato la corrispondente autrice Alexandra White, Ph.D., capo del NIEHS Environment and Cancer Epidemiology Group. “Nel nostro studio, vediamo un rischio più elevato di cancro al seno associato all’uso della tintura per capelli e l’effetto è più forte nelle donne afroamericane, in particolare in quelle che sono utenti frequenti”.

- Advertisement -

Una scoperta interessante è stata l’associazione tra l’uso di prodotti chimici per la stiratura dei capelli  e il cancro al seno. La Dott.ssa White e i colleghi hanno scoperto che le donne che hanno usato questi prodotti chimici almeno ogni 5-8 settimane avevano circa il 30% in più di probabilità di sviluppare il cancro al seno. Mentre l’associazione tra l’uso di i prodotti chimici per la stiratura dei capelli e il cancro al seno era simile nelle donne afroamericane e bianche, l’uso dei i prodotti chimici per la stiratura dei capelli era molto più comune tra le donne afroamericane.

Il coautore Dale Sandler, Ph.D., capo del NIEHS Epidemiology Branch, ha ammonito che, sebbene esistano prove preliminari a supporto dell’associazione tra i prodotti chimici per la stiratura dei capelli e cancro al seno, questi risultati devono essere replicati in altri studi.

Alla domanda se le donne dovrebbero smettere di tingere o lisciare i capelli, Sandler ha risposto: “Siamo esposti a molte cose che potrebbero potenzialmente contribuire al cancro al seno, ed è improbabile che ogni singolo fattore spieghi il rischio di una donna. Mentre è troppo presto per fare una ferma raccomandazione, evitare comunque queste sostanze chimiche potrebbe essere un’altra cosa che le donne possono fare per ridurre il rischio di cancro al seno”.

Fonte, International Journal of Cancer (2019)

- Advertisement -
- Advertisement -

ULTIMI ARTICOLI

Vaccini COVID 19: rivelata nuova potente ricetta

(Vaccini COVID 19-Immagine Credit Public Domain). Gli scienziati del NEIDL, del Broad Institute, affermano che i vaccini COVID 19 di prossima generazione potrebbero stimolare un...

Dallo studio dei prioni nuova comprensione dell’Alzheimer

(Prioni-Immagine Credit Public Domain). I ricercatori della Case Western Reserve University che studiano i prioni, proteine ​​mal ripiegate che causano malattie letali incurabili, hanno identificato...

Cancro del colon-retto e carne rossa: trovati i legami biologici

Mangiare meno carne rossa è un consiglio medico standard per prevenire il cancro del colon-retto, ma il modo in cui provoca la mutazione delle...

“L’effetto Mozart” ha dimostrato di ridurre l’attività cerebrale epilettica

(Effetto Mozart-Immagine Credit Public Domain). La musica di Mozart ha dimostrato di avere un effetto antiepilettico sul cervello e può essere un possibile trattamento per...

IBS: identificabile endoscopicamente dai biofilm della mucosa

(IBS-Immagine Credit Public Domain). Una donna su sei e un uomo su dodici in Austria soffre di una qualche forma di IBS, quindi circa un...