HomeSaluteSintomi dell'insonnia legati ad un aumentato rischio di ictus, infarto

Sintomi dell’insonnia legati ad un aumentato rischio di ictus, infarto

Le persone che soffrono di insonnia possono avere maggiori probabilità di avere un ictus, infarto o altre malattie cerebrovascolari o cardiovascolari, secondo uno studio pubblicato nel numero online di Neurology del 6 novembre 2019, la rivista medica dell’American Academy of Neurology.

“Questi risultati suggeriscono che se siamo in grado di trattare le persone che hanno problemi a dormire con terapie comportamentali, è possibile che possiamo ridurre il numero di casi di ictus, infarto e altre malattie in seguito“, ha detto l’autore dello studio Liming Li, MD , dell’Università di Pechino a Pechino, Cina.

Lo studio ha coinvolto 487.200 persone in Cina con un’età media di 51 anni. All’inizio dello studio i partecipanti non avevano avuto storia di ictus o malattie cardiache.

Vedi anche, Individuate le cellule cerebrali coinvolte nell’insonnia.

- Advertisement -

Ai partecipanti è stato chiesto se avessero avuto uno dei tre sintomi di insonnia almeno tre giorni alla settimana: difficoltà ad addormentarsi o dormire; svegliarsi troppo presto la mattina; o difficoltà a rimanere concentrati durante il giorno a causa del sonno scarso. Un totale dell’11 percento delle persone ha avuto difficoltà ad addormentarsi o rimanere addormentato; Il 10 percento ha riferito di svegliarsi troppo presto; e il 2% ha avuto problemi a rimanere concentrato durante il giorno a causa del sonno scarso. 

Le persone sono state quindi seguite per una media di circa 10 anni. Durante quel periodo, ci sono stati 130.032 casi di ictus, infarto e altre malattie simili.

Le persone che avevano tutti e tre i sintomi dell’insonnia avevano il 18 percento in più di probabilità di sviluppare queste malattie rispetto alle persone che non avevano alcun sintomo.

Le persone che hanno avuto problemi ad addormentarsi avevano il 9% in più di probabilità di sviluppare ictus o malattie cardiache rispetto alle persone che non avevano questo problema. Delle 55.127 persone che avevano questo sintomo, 17.650, o il 32 percento, avevano avuto un ictus o una malattia cardiaca, rispetto al 112.382, o il 26 percento, delle 432.073 persone che non avevano questo sintomo di insonnia.

- Advertisement -

Le persone che si svegliavano troppo presto la mattina e non riuscivano a riaddormentarsi avevano il 7% in più di probabilità di sviluppare queste malattie rispetto alle persone che non avevano questo problema. E le persone che hanno riferito di avere problemi a rimanere concentrati durante il giorno a causa dello scarso sonno avevano il 13% in più di probabilità di sviluppare queste malattie rispetto alle persone che non avevano quel sintomo.

Li ha osservato che lo studio non mostra causa ed effetto tra i sintomi dell’insonnia e l’ ictus e le malattie cardiache, mostra solo un’associazione.

Una limitazione dello studio era che le persone hanno riportato i propri sintomi di insonnia, quindi le informazioni potrebbero non essere state accurate.

Fonte, Neurology

 

ULTIMI ARTICOLI

Infezioni batteriche e ferite della pelle: nuovo approccio per il trattamento

(Infezioni batteriche-Immagine: ferita vascolarizzata al microscopio. Credito: Rachel Kratofil). I ricercatori dell'Università di Calgary hanno identificato un nuovo approccio promettente per il trattamento delle infezioni batteriche...

Januvia farmaco per il diabete può contenere tracce di cancerogeno

(Januvia-Immagine Credit Medicalxpress). "Il popolare farmaco per il diabete Januvia può contenere tracce di un probabile cancerogeno, ma i pazienti dovrebbero continuare a usare il...

Cuffia dei rotatori: potenziale trattamento rivoluzionario per la rigenerazione

(Cuffia dei rotatori/Studio-Immagine:Dr. Cato T. Laurencin-Credito UCNN). Un nuovo modo per rigenerare i muscoli potrebbe aiutare a riparare la cuffia dei rotatori nelle spalle danneggiate...

Acufene: svolta nella ricerca di una cura

(Acufene-Immagine Credito: Pixabay/CC0 di dominio pubblico). Dopo 20 anni alla ricerca di una cura per l'acufene, i ricercatori dell'UDniversità di Auckland sono entusiasti dei "risultati...

Alimenti fermentati: 4 motivi per cui dovresti mangiarli

(Alimenti fermentati-Immagine Credit Public Domain). Gli alimenti fermentati hanno subito il processo naturale di essere fermentati da batteri, funghi o lieviti benefici. In questo processo,...