Il resveratrolo rallenta l’invecchiamento del polmone

funzione polmonare,resveratrolo

Immagine: tessuto polmonare. Credit: Children’s Hospital Los Angeles

In uno studio condotto da Barbara Driscoll del The Saban Research Institute of Children’s Hospital Los Angeles, i ricercatori hanno dimostrato, per la prima volta, che il trattamento con il resveratrolo somministrato per inalazione, rallenta le alterazioni degenerative nel polmone di topo.

Lo studio è stato pubblicato online sulla rivista Thorax .

L’invecchiamento del polmone, caratterizzato dall’allargamento dello spazio aereo e funzione polmonare ridotta, è un fattore di rischio significativo per le malattie croniche polmonari umane.

“Crediamo che il nostro sia il primo studio a dimostrare un effetto benefico del trattamento diretto del polmone con il resveratrolo, in materia di invecchiamento della funzione polmonare”, ha detto Driscoll.

( Vedi anche:Il resveratrolo riduce l’infiammazione).

Il resveratrolo (RSL), una sostanza chimica presente nel vino rosso, è un antibatterico che protegge dalle infezioni e cambiamenti legati allo stress. E’ stato precedentemente dimostrato che esso sostiene il metabolismo muscolare al momento della consegna per via orale.

La profilassi RSL per inalazione è una nuova misura adottata dal gruppo di ricerca come un approccio potenziale per rallentare il deterioramento relativo all’età, della funzione polmonare.

In giovani adulti sani, la respirazione è un processo essenziale, efficiente, ma l’invecchiamento naturale del polmone si verifica ad un tasso costante e irreversibile, come misurato dal declino della funzione polmonare. Questo deterioramento naturale porta ad una significativa riduzione della qualità della vita in un arco temporale, dipendente da fattori genetici e ambientali. Anche se alcune terapie disponibili possono migliorare i sintomi, l’insufficienza polmonare legata all’invecchiamento è generalmente irreversibile ed è accompagnata da alti tassi di morbilità e mortalità a causa di un aumento del rischio di malattia, compreso lo sviluppo di BPCO, con accompagnamento di enfisema e bronchite cronica.

Utilizzando un modello di topo in rapido invecchiamento, il team di ricerca ha esaminato se l’accumulo nel polmone di alterazioni degenerative legate all’età, poteva essere rallentato dalle inalazioni di resveratrolo. I partecipanti allo studio sono stati trattati per tre mesi con inalazioni di resveratrolo.

Il team di ricerca ha scoperto che per via inalatoria, i trattamenti profilattici al resveratrolo possono rallentare il tasso di declino della funzione polmonare, l’allargamento alveolare e i danni al DNA delle cellule epiteliali alveolari di tipo 2 che si verificano nelle prime fasi di invecchiamento del polmone.

Essi hanno concluso che la somministrazione di resveratrolo direttamente ai polmoni può essere un intervento efficace per combattere l’invecchiamento del polmone, che è un fattore di rischio per lo sviluppo della malattia polmonare cronica.

“Mentre il deterioramento naturale del polmone umano in genere si verifica nel corso di decenni, il danno alle cellule polmonari che si verifica nei neonati prematuri che hanno esperienza di di stress respiratorio prima che i loro polmoni siano pienamente sviluppati, è analogo”, ha aggiunto Driscoll. “Identificare un modo per proteggere e rafforzare i giovani polmoni prima che si verifichi un danno significativo è l’obiettivo della nostra ricerca”.

Fonte: Thorax


Altri articoli su funzione polmonare, resveratrolo