Nuova strategia per la cura dell’eczema

eczema

L’eczema colpisce circa il 17% dei bambini nei paesi sviluppati ed è spesso la porta verso allergia alimentare e asma, dando inizio a una “marcia atopica” verso una sensibilizzazione allergica più ampia. Ci sono trattamenti – creme steroidee e un farmaco biologico recentemente approvato – ma sono costosi o hanno effetti collaterali. Un nuovo studio pubblicato in Science Immunology suggerisce un approccio diverso all’eczema che stimola un freno naturale all’attacco allergico.

È noto che l‘infiammazione cutanea dell’eczema è guidata da risposte immunitarie di “tipo 2 guidate da cellule T helper 2 attivate (TH2) e cellule linfoidi innate di tipo 2 (ILC2), insieme note come cellule effettrici. Un altro gruppo di cellule T, noto come cellule T regolatorie o Treg, è noto per temperare le risposte di tipo 2, sopprimendo così la risposta allergica.

Tuttavia, se si esamina una lesione da eczema, il numero di Treg rimane invariato. È interessante notare che le Treg comprendono solo il 5% circa delle cellule T del corpo, ma fino al 50% delle cellule T nella pelle.

( Vedi anche:La mancanza di un acido tra le cause dell’eczema).

“La nostra domanda era: c’è qualcosa di speciale nelle cellule Tregs che risiedono nella pelle?” dice Raif Geha,  capo della divisione di immunologia presso il Boston Children’s Hospital e autore senior dello studio.

Geha ha condotto un’indagine utilizzando due modelli di eczema di mouse separati, ognuno dei quali ricrea un percorso separato che porta all’infiammazione cutanea allergica. Il team ha purificato le Tregs dalla pelle e dal sangue degli animali e ha confrontato i geni che esprimevano.

È probabile che diversi geni siano stati attivati ​​nella Tregs della pelle. Uno di essi codifca il  recettore orfano legato al retinoide α  (RORα), un regolatore negativo della risposta infiammatoria e un fattore di trascrizione che regola esso stesso molti altri geni.

“Abbiamo quindi utilizzato un trucco genetico per rimuovere RORα solo dalle Tregs”, afferma Geha. “Senza RORα, l’infiammazione allergica è impazzita in entrambi i nostri modelli di topo“.

Il team ha osservato un aumento di tre volte dell’afflusso di cellule infiammatorie e le cellule ILC2 e TH2 erano al centro dell’azione.

Trattenere l’infiammazione allergica della pelle

Perché le cellule Tregs hanno smesso di funzionare quando RORα è stato rimosso?

Geha e colleghi hanno scoperto che le cellule rendevano meno recettore per una citochina chiamata molecola correlata al ligando del TNF 1, o TL1A che viene rilasciata dalle cellule della pelle note come cheratinociti e attiva non solo le Tregs, ma anche le cellule effettrici ILC2 e TH2.

Testando campioni umani, il team ha documentato l’espressione più alta di RORα nelle cellule Tregs della pelle, rispetto a quelle nel sangue.

Geha ora vuole verficare se RORα è espresso meno nell’eczema umano e se è importante nella marcia atopica per  individuare in tal caso, diversi possibili approcci terapeutici.

Uno di questi è aumentare il livello o l’attività di RORα con composti che agiscono come agonisti RORα, forse somministrati in una crema topica. Il laboratorio di Geha prevede anche di cercare i fattori nella pelle che guidano l’attività di RORα, come altri potenziali obiettivi di intervento. Infine, lo studio ha dimostrato che RORα regola l’espressione di diversi geni importanti per la migrazione e la funzione delle cellule Tregs; questi percorsi potrebbero essere anche obiettivi potenziali.

Fonte: Science Immunology

Altri articoli su eczema