HomeSalutePelleEczema: Dupilumab estremamente efficace

Eczema: Dupilumab estremamente efficace

(Eczema-immagine Credit Public Domain).
Più della metà dei bambini trattati con il nuovo farmaco ha visto una riduzione dei sintomi dell’eczema superiore al 75%. 

I ricercatori coinvolti in un nuovo studio internazionale multi-sito di fase III condotto dalla Northwestern Medicine, hanno scoperto che Dupilumab era altamente efficace nel ridurre i segni e i sintomi dell’eczema da moderato a grave . Questo è il primo studio a trattare l’eczema da moderata a grave nei neonati e nei bambini di età compresa tra 6 mesi e 5 anni con un farmaco biologico (anticorpo monoclonale) invece di farmaci immunosoppressori.

Più della metà dei bambini ha visto almeno una diminuzione del 75% dei segni di eczema, riduzioni molto significative del prurito e un sonno migliore dopo un ciclo di 16 settimane di Dupilumab, un farmaco che prende di mira un percorso immunitario critico nelle allergie.

Questo è il primo ampio studio randomizzato controllato con placebo su un anticorpo monoclonale per qualsiasi condizione della pelle, incluso l’eczema, in bambini di appena sei mesi. La ricerca, che ha incluso 31 siti in tutta Europa e Nord America, è stata recentemente pubblicata sulla rivista The Lancet.

- Advertisement -

“I bambini in età prescolare che si grattano costantemente, si svegliano più volte di notte, sono irritabili e notevolmente limitati nella loro capacità di fare ciò che possono fare altri bambini della loro età, sono migliorati al punto che dormono tutta la notte, cambiano la loro personalità e hanno un normale vita – come dovrebbero fare neonati e bambini “, ha affermato l’autrice principale dello studio, la Dott.ssa Amy Paller, Presidente di dermatologia presso la Northwestern University Feinberg School of Medicine e medico curante presso l’Ann & Robert H. Lurie Children’s Hospital di Chicago.

L’eczema, nota anche come dermatite atopica, è una condizione infiammatoria cronica della pelle che provoca prurito e pelle arrossata, secca, spesso trasudante. Può avere un impatto significativo sulla vita sia del paziente che della sua famiglia.

Si pensa che circa un quinto di tutti i bambini di età inferiore ai sei anni soffra di eczema e dall’85 al 90% di coloro che hanno la condizione nel suo complesso ne sperimenta l’insorgenza nei primi cinque anni di vita.

Il prurito debilitante dei bambini causa problemi di sonno, scarso sviluppo neurocognitivo e, in media, una notte intera di sonno perso a settimana.

- Advertisement -

Vedi anche:Eczema grave: nuova terapia farmacologica per bambini piccoli

“La possibità di assumere questo farmaco migliorerà in modo significativo la qualità della vita dei neonati e dei bambini piccoli che soffrono tremendamente di questa malattia”, ha affermato Paller. “La dermatite atopica o eczema è molto più di un semplice prurito della pelle. È una malattia devastante. La qualità della vita dell’eczema grave, non solo per il bambino, ma anche per i genitori, è equivalente a molte malattie potenzialmente letali”.

Come risultato di questo studio, questo farmaco è ora disponibile per neonati e bambini in età prescolare a partire dai 6 mesi di età. “Ha un eccezionale profilo di sicurezza e non richiede nemmeno alcun test di laboratorio prima di iniziare il trattamento”, ha detto Paller. Sebbene da metà a due terzi dei bambini con eczema presentino sintomi lievi, che possono essere gestiti con pomate e creme idratanti a base di steroidi, l’altro terzo o più ha una malattia da moderata a grave e richiede una gestione più aggressiva.

“Fino ad ora, tutto ciò che abbiamo avuto per trattare l’eczema più grave sono i farmaci immunosoppressori, come gli steroidi orali, che cerchiamo di evitare nei bambini perché sono associati a tanti effetti collaterali e quindi non sono un trattamento preferito per un malattia cronica della pelle “, ha detto Paller. “Anche il potenziale impatto a lungo termine sullo sviluppo del sistema immunitario nei bambini piccoli è motivo di preoccupazione per questi immunosoppressori”.

Negli ultimi anni è diventato disponibile un nuovo farmaco chiamato Dupilumab, che è il primo farmaco “biologico” per trattare l’eczema in modo mirato, ovvero un attacco ristretto proprio a ciò che gli scienziati hanno scoperto sta causando le manifestazioni della malattia nel pelle. Questo farmaco è risultato efficace e sicuro negli studi con adulti, adolescenti e in  bambini in età scolare.

“L’effetto del farmaco per la maggior parte dei bambini più piccoli è sorprendente e almeno buono come quello che abbiamo visto con i farmaci immunosoppressori rischiosi”, ha detto Paller.

Potenziale vantaggio aggiunto trattando le allergie associate

Questo farmaco ha anche dimostrato di essere efficace per il trattamento dell’asma, delle manifestazioni gastrointestinali da allergia e di altri problemi mediati dalle allergie, ma non è ancora approvato per queste indicazioni nei neonati e nei bambini piccoli.

Infatti, il 66% dei bambini in questo studio aveva sviluppato l’eczema durante i primi sei mesi di vita e, al momento dell’inizio del trattamento con Dupilumab, oltre l’80% aveva già sviluppato almeno un disturbo allergico, come l’asma o l’allergia alimentare.

“Trattare in modo più aggressivo per calmare l’attivazione del sistema immunitario questi bambini con eczema precoce e grave, possiamo anche ridurre il rischio che sviluppino una serie di problemi allergici, cambiando la loro vita, oltre a migliorare l’eczema”, ha detto Paller. “Questi problemi allergici associati molto spesso iniziano dopo l’inizio dell’eczema”.

I bambini sono stati randomizzati a ricevere un’iniezione di placebo o il Dupilumab (dosaggio basato sul peso) ogni quattro settimane per 16 settimane. Solo i bambini che non rispondevano adeguatamente ai farmaci topici potevano iscriversi e dovevano essere di elevata gravità, anche con i farmaci topici.

“Come risultato dello studio”, ha affermato Paller, “scienziati e medici possono iniziare a comprendere meglio le relazioni tra l’eczema e una varietà di disturbi allergici e possono considerare la possibilità di utilizzare questo farmaco per altri disturbi che colpiscono questi bambini molto piccoli”.

Fonte:The Lancet

ULTIMI ARTICOLI

Encefalite anti-NMDA: curato con successo un bambino affetto da questa malattia misteriosa

Encefalite anti-NMDA-Immagine Credit  Rutgers University.  Un bambino che soffriva di encefalite anti-NMDAR (recettore N-metil-D-aspartato), una disfunzione cerebrale rara e difficile da diagnosticare, è stato curato...

Depressione: sviluppato un antidepressivo nuovo e migliore

Depressione-Immagine Credit Public Domain. I farmaci antidepressivi attualmente disponibili hanno effetti collaterali spiacevoli, proprietà di dipendenza o possono indurre la schizofrenia. Lo sviluppo di antidepressivi a...

Cancro del pancreas: nuovo trattamento dissolve il cancro nell’80% dei casi

Cancro del pancreas-Immagine Credit Scitechdaily Il nuovo approccio, che combina farmaci chemioterapici tradizionali con un nuovo metodo di irradiazione del cancro del pancreas, è risultato...

Memoria a breve termine: la terapia laser la migliora

Memoria-Immagine Credito: Pixabay/CC0 Dominio pubblico. La laser terapia ha dimostrato di essere efficace nel migliorare la memoria a breve termine in uno studio pubblicato su...

Carne di organi e frattaglie sono sane da mangiare?

Sebbene la maggior parte delle persone mangi raramente frattaglie, ovvero carne di organi, in realtà sono ricche di importanti vitamine, minerali e micronutrienti che possono...