L’aspirina quotidiana potrebbe essere un killer per alcuni, piuttosto che una cura

L’aspirina, assunta ogni giorno, potrebbe essere un killer per alcuni, piuttosto che una cura, secondo un nuovo studio.

La ricerca mostra che il rischio di sanguinamento interno nelle persone sane può essere maggiore di qualsiasi potenziale beneficio, come la prevenzione delle malattie cardiache. Uno degli autori del rapporto, il Dottor Trevor Thompson dell’Università di Greenwich, ha dichiarato: “L’aspirina è buona se sei stato identificato come a rischio di problemi cardiovascolari. In caso contrario, i rischi superano qualsiasi potenziale beneficio. La nostra analisi ha trovato un grave aumento del rischio di sanguinamento nel cervello o nello stomaco in seguito ad assunzione quotidiana di aspirina che potrebbe essere fatale”.

Questa revisione della ricerca esistente è stata pubblicata sul British Journal of Clinical Pharmacology.

Lo studio ha esaminato 67 recensioni diverse e ha scoperto che l’assunzione di una piccola dose (meno di 325 milligrammi al giorno, circa una compressa) per le persone senza malattie cardiovascolari era associata a un’incidenza inferiore del 17% di problemi cardiovascolari, come infarto o ictus. Al contrario, c’era anche un rischio maggiore del 47% di sanguinamento gastrointestinale e un rischio maggiore del 34% di sanguinamento nel cranio. “Il nostro studio mostra che un’aspirina al giorno dovrebbe essere assunta solo da persone che hanno una condizione cardiovascolare o che è stata informata da un medico del rischio di sviluppare una condizione cardiovascolare”, dice il Dr. Trevor Thompson, autore dello studio, Università di Greenwich.

Il rapporto ha anche esaminato la ricerca secondo cui l’aspirina potrebbe aiutare a prevenire il cancro, ma ha riscontrato che i rischi hanno nuovamente superato i benefici.

Fonte: Università di Greenwich