La saliva della zanzara può influenzare il sistema immunitario fino a una settimana

zanzare

Immagine: Crediti immagine: Rico-Hesse et al, 2018.

Anche se la zanzara non trasporta alcun pericoloso agente patogeno, la sua saliva provoca una reazione che può essere rilevata per settimane dopo il morso.

L’estate è alle porte e ciò significa che l’insetto meno favorito di tutti sta tornando – le zanzare arriveranno presto!. Ma le zanzare sono più di una semplice seccatura. In tutto il mondo, 750.000 persone all’anno muoiono di malattie trasmesse dalle zanzare, tra cui malaria, dengue, il virus del Nilo occidentale, Zika e febbre chikungunya. Recenti studi hanno dimostrato che le zanzare fanno molto di  più che trasmettere solo l’infezione – la saliva delle zanzare esaspera alcune di queste malattie e le infezioni causate da una puntura di zanzara sono spesso più gravi di infezioni simili causate da un ago, per esempio.

Anche quando non porta un’infezione, la saliva delle zanzare contiene centinaia di proteine ​​che possono influenzare il nostro sistema immunitario. La saliva provoca l’infiammazione che non è solo prurito, ma aiuta anche i potenziali virus a moltiplicarsi e diffondersi rapidamente ad altre parti del tuo corpo. Ora, in un nuovo studio, gli scienziati hanno dimostrato che l’impatto della saliva delle zanzare dura molto più del previsto.

Rebecca Rico-Hesse, del Baylor College of Medicine, USA e colleghi, hanno voluto studiare l’effetto delle punture di zanzara sulle cellule immunitarie umane. Ma non volevano avere soggetti morsi dalle zanzare per la sperimentazione e così hanno trovato una soluzione diversa. Hanno innestato i topi con cellule staminali ematopoietiche umane (cellule staminali che danno origine ad altre cellule del sangue) – inducendo gli animali ad avere componenti di un sistema immunitario umano. Ogni topo era stato morso da quattro zanzare e il comportamento di queste cellule immunitarie era stato monitorato per diversi giorni.

“Comprendere come la saliva della zanzara interagisce con il sistema immunitario umano non solo ci aiuta a capire i meccanismi della patogenesi della malattia, ma potrebbe anche fornire possibilità di trattamenti”, dicono i ricercatori.

Il team ha scoperto che le risposte immunitarie sono durate fino a 7 giorni dopo la puntura. Inoltre, sono state osservate in diversi tipi di tessuti, tra cui sangue, pelle e midollo osseo. Il fatto che gli effetti siano durati così a lungo e siano riusciti a suscitare una risposta immunitaria così forte è motivo di preoccupazione.

Anche se non è chiaro esattamente come questo effetto si manifesti, questa è la prima volta che si effettuano misurazioni di questo tipo e, indubbiamente, i risultati avranno importanti implicazioni per il futuro studio della saliva della zanzara e del suo effetto sul corpo umano. A lungo termine, ciò potrebbe anche consentire ai ricercatori di sviluppare vaccini migliori indicando quali proteine ​​mirano all’effetto a lungo termine.

Fonte:PLoS

Altri articoli su zanzare