HomeAlimentazione & BenessereLa caffeina aumenta la combustione dei grassi

La caffeina aumenta la combustione dei grassi

(Caffeina-Immagine Credit Public Domain).

Scienziati del Dipartimento di Fisiologia dell’Università di Granada (UGR) hanno dimostrato che la caffeina (circa 3 mg / kg, l’equivalente di un caffè forte) ingerita mezz’ora prima dell’esercizio aerobico aumenta significativamente la velocità di combustione dei grassi. I ricercatori hanno anche scoperto che se l’esercizio viene eseguito nel pomeriggio, gli effetti della caffeina sono più marcati rispetto al mattino.

Nel loro studio, pubblicato sul Journal of the International Society of Sports Nutrition, i ricercatori miravano a determinare se la caffeina, una delle sostanze ergogeniche più comunemente consumate al mondo per migliorare le prestazioni sportive, aumentasse effettivamente l’ossidazione o “la combustione del grasso” durante l’esercizio. Nonostante il fatto che il suo consumo sotto forma di integratori sia molto comune, le prove scientifiche per le sue affermazioni benefiche sono scarse.

- Advertisement -

Spiegano gli autori:

La caffeina è un alcaloide naturale utilizzato sia dagli atleti di resistenza che da quelli di resistenza come aiuto ergogenico. Non compare nell’elenco 2004 delle sostanze proibite dell’Agenzia mondiale antidoping. È interessante notare che la concentrazione di caffeina nelle urine registrata nei test di controllo antidoping, specialmente per gli atleti di sport di resistenza, è aumentata progressivamente da quando è stata rimossa dall’elenco sopra indicato. Certamente, dosi da basse a moderate di caffeina (~ 3–9 mg / kg) possono aumentare le prestazioni di resistenza attraverso l’induzione di aumenti significativi del VO 2max , il picco di ventilazione polmonare e la saturazione di ossigeno muscolare durante i carichi di lavoro submassimale. Un recente studio di Gutierrez-Hellín et al. mostra anche l’ingestione di caffeina per aumentare l’MFO in soggetti sani di entrambi i sessi. Allo stesso modo, l’ingestione di 5-7 mg / kg di caffeina durante l’esercizio aerobico allo stato stazionario sembra aumentare l’utilizzo dei grassi come combustibile a scapito dell’uso dei carboidrati. Rapporti preliminari suggeriscono anche che l’assunzione di caffeina può aiutare a contrastare la variazione diurna osservata nella prestazione fisica. Mora-Rodríguez et al. hanno riferito che l’ingestione acuta di caffeina inverte la riduzione dell’ora del giorno osservata nella massima forza dinamica e produzione di potenza muscolare negli uomini allenati alla resistenza, mentre Boyett et al. riferiscono che gli atleti allenati hanno maggiori probabilità di ottenere effetti ergogenici dalla caffeina al mattino che alla sera (almeno in termini di prestazioni ciclistiche)”.

Vedi anche:La caffeina sembra ridurre il volume della materia grigia

“La raccomandazione di fare esercizio a stomaco vuoto al mattino per aumentare l’ossidazione dei grassi è comune. Tuttavia, questa raccomandazione potrebbe mancare di una base scientifica, poiché non è noto se questo aumento sia dovuto all’esercizio fisico al mattino o al fatto di non mangiare per un periodo di tempo più lungo “, spiega l’autore principale di questa ricerca, Francisco José Amaro -Gahete del Dipartimento di Fisiologia dell’UGR.

- Advertisement -

Un totale di 15 uomini (età media, 32 anni) hanno partecipato a questa ricerca, completando un test da sforzo quattro volte a intervalli di sette giorni. I soggetti hanno assunto 3 mg / kg di caffeina o un placebo alle 8 e alle 17 (ogni soggetto ha completato i test in tutte e quattro le condizioni in ordine casuale). Le condizioni prima di ogni test da sforzo (ore trascorse dall’ultimo pasto, esercizio fisico o consumo di sostanze stimolanti) erano rigorosamente standardizzate e l’ossidazione dei grassi durante l’esercizio è stata calcolata di conseguenza.

Massima ossidazione dei grassi

“I risultati del nostro studio hanno mostrato che l’ingestioneù di caffeina 30 minuti prima di eseguire un test di esercizio aerobico ha aumentato la massima ossidazione dei grassi durante l’esercizio indipendentemente dall’ora del giorno”, spiega Francisco J. Amaro. È stata confermata l’esistenza di una variazione diurna dell’ossidazione dei grassi durante l’esercizio, i valori sono più elevati nel pomeriggio rispetto alla mattina a parità di ore di digiuno.

Questi risultati mostrano anche che la caffeina aumenta l’ossidazione dei grassi durante l’esercizio mattutino in modo simile a quello osservato senza l’assunzione di caffeina nel pomeriggio.

In sintesi, i risultati di questo studio suggeriscono che la combinazione di assunzione acuta di caffeina ed esercizio aerobico eseguito a intensità moderata nel pomeriggio fornisce lo scenario ottimale per le persone che cercano di aumentare la combustione dei grassi durante l’esercizio fisico.

FonteJournal of the International Society of Sports Nutrition

ULTIMI ARTICOLI

Vaccini COVID 19: rivelata nuova potente ricetta

(Vaccini COVID 19-Immagine Credit Public Domain). Gli scienziati del NEIDL, del Broad Institute, affermano che i vaccini COVID 19 di prossima generazione potrebbero stimolare un...

Dallo studio dei prioni nuova comprensione dell’Alzheimer

(Prioni-Immagine Credit Public Domain). I ricercatori della Case Western Reserve University che studiano i prioni, proteine ​​mal ripiegate che causano malattie letali incurabili, hanno identificato...

Cancro del colon-retto e carne rossa: trovati i legami biologici

Mangiare meno carne rossa è un consiglio medico standard per prevenire il cancro del colon-retto, ma il modo in cui provoca la mutazione delle...

“L’effetto Mozart” ha dimostrato di ridurre l’attività cerebrale epilettica

(Effetto Mozart-Immagine Credit Public Domain). La musica di Mozart ha dimostrato di avere un effetto antiepilettico sul cervello e può essere un possibile trattamento per...

IBS: identificabile endoscopicamente dai biofilm della mucosa

(IBS-Immagine Credit Public Domain). Una donna su sei e un uomo su dodici in Austria soffre di una qualche forma di IBS, quindi circa un...