Home Salute Virus e parassiti "L' invisibile diventa visibile": rivelato il modello 3D dettagliato di SARS-COV-2

“L’ invisibile diventa visibile”: rivelato il modello 3D dettagliato di SARS-COV-2

Immagine: Glasgow University.

Mentre il mondo corre per capire di più su SARS-CoV-2, il virus responsabile della pandemia COVID-19, gli scienziati stanno acquisendo quantità crescenti di informazioni sui componenti virali delle particelle infettive.

Mentre ogni nuova scoperta sul virus fornisce agli scienziati e ai Governi nuove informazioni vitali su SARS-CoV-2, nessuna di esse è in grado di fornire una chiara immagine generale delle particelle virali che possono infettarci. Ora, una collaborazione tra esperti ha creato uno dei modelli 3D più dettagliati sia dell’interno che dell’esterno della particella virale SARS-CoV-2. La collaborazione comprende Annabel Slater, illustratrice scientifica freelance e laureata presso la Glasgow School of Art — Ula MRC-University of Glasgow Center for Virus Research ed esperti della School of Simulation and Visualization presso la GSA (SimVis). Le straordinarie nuove immagini e video sono disponibili per la visione sul sito web COVID-19 di UK Research and Innovation (UKRI), Coronavirus Explained.

Mettendo insieme il complesso puzzle scientifico di tutti i dettagli noti su questo nuovo coronavirus, il team interdisciplinare ha creato una serie di immagini e video sorprendenti. Sebbene le illustrazioni non rivelino alcuna nuova informazione su SARS-CoV-2, sono una delle prime e più dettagliate rappresentazioni 3D delle particelle virali.

A collaboration between experts has created one of the most detailed 3D models of both the interior and the exterio

Immagine: Credit: University of Glasgow.

È stato possibile creare illustrazioni dettagliate così rapidamente, grazie a una collaborazione di lunga data tra l’Università di Glasgow e la Glasgow School of Art (la GSA). Le illustrazioni e i modelli 3D sono stati resi disponibili gratuitamente per la visualizzazione online e per il download per l’utilizzo da parte di chiunque desideri visualizzare SARS-CoV-2. Visualizzando i dati esistenti sulle particelle che trasmettono COVID-19, si spera che questo modello fornisca una risorsa preziosa per chiunque voglia avere un’immagine mentale dell’agente invisibile dietro l’attuale pandemia. Annabel Slater ha dichiarato: “Penso che trasformare le immagini scientifiche in qualcosa in 3-D, apra un mondo completamente nuovo di interazione, esplorazione e comprensione. La scienza di un virus può essere meglio compresa trasformando la particella del virus in qualcosa di tangibile e interagibile.  Spero che questi modelli della particella del virus SARS-CoV-2 aiuteranno le persone rendendo visibile l’invisibile “.

A collaboration between experts has created one of the most detailed 3D models of both the interior and the exterio

Immagine: Credit: University of Glasgow.

Il Dott. Ed Hutchinson, ricercatore del CVR che ha guidato il lavoro virologico in questo progetto, ha dichiarato: “Nessun singolo esperimento può produrre direttamente un’immagine dettagliata di una particella virale SARS-CoV-2. Non solo sono incredibilmente piccoli, come tutti virus, ma sono anche irregolari – ogni particella di virus è leggermente diversa dalla successiva – e ottenere informazioni dettagliate richiede che ogni componente del virus sia studiato separatamente. Fortunatamente, per diversi anni abbiamo lavorato con gli studenti a realizzare progetti per il Master in Visualizzazione medica e anatomia umana, con Naina Nair che ha sviluppato uno dei modelli più dettagliati delle particelle del virus dell’influenza che sono anche molto irregolari e poi trovato modi di usare quei modelli per la comunicazione scientifica. Quando è iniziata l’attuale pandemia, Annabel si è messa in contatto con noi e ci ha chiesto se potevamo collaborare a un modello della particella virale SARS-CoV-2. Come laureata del programma MSc, è stata in grado di raccogliere rapidamente i metodi necessari per costruire un modello del virus, collaborando con noi per interpretare una serie di dati che combinano gli studi più aggiornati su SARS-CoV-2 con “informazioni mancanti” dagli studi sui virus correlati”.

ULTIMI ARTICOLI

Identificata la proteina che causa le convulsioni

Immagine: Public Domain. Gli scienziati, guidati da un ricercatore biomedico dell'Università della California, Riverside, hanno identificato un nuovo meccanismo responsabile dello sviluppo anormale delle connessioni neuronali...

Nuova luce sui meccanismi responsabili dell’emicrania familiare

Immagine: Public Domain. I neuroscienziati dell'Università di Zurigo hanno gettato una nuova luce sui meccanismi responsabili dell'emicrania familiare: hanno dimostrato che una disfunzione genetica in...

L’ananas potrebbe essere una nuova arma contro COVID-19?

Immagine: Public domain. I risultati di una recente ricerca negli Stati Uniti indicano che il gambo di ananas ricco di bromelina può essere utilizzato come agente...

Gli acidi biliari stimolano la rigenerazione intestinale

Immagine:Cripte intestinali di topo. Credito: K. Schoonjans (EPFL). I ricercatori dell'EPFL hanno fatto una scoperta sorprendente su come gli acidi biliari agiscono come molecole di...

L’agenzia europea per i farmaci approva gli steroidi per il trattamento di COVID 19

Immagine:SARS-CoV-2 (mostrato qui in un'immagine al microscopio elettronico). Credito: Istituto nazionale di allergia e malattie infettive, NIH. L'Agenzia europea per i medicinali (EMA), venerdì 18 settembre...