HomeSaluteCervello e sistema nervosoketamina: riduce la depressione e i pensieri suicidi

ketamina: riduce la depressione e i pensieri suicidi

(Ketamina-Immagine:Modello 3-D di ketamina. Credito: Wikipedia).

La terapia con ketamina ha un rapido effetto a breve termine sulla riduzione dei sintomi della depressione e dei pensieri suicidi, secondo una revisione di tutte le prove disponibili.

Una revisione sistematica condotta dall’Università di Exeter e finanziata dal Medical Research Council ha analizzato le prove di 83 articoli di ricerca pubblicati. Le prove più evidenti sono emerse sull’uso della ketamina per trattare sia la depressione maggiore che la depressione bipolare. I sintomi si sono ridotti rapidamente da una a quattro ore dopo un singolo trattamento e sono durati fino a due settimaneAlcune prove suggeriscono che il trattamento ripetuto può prolungare gli effetti, tuttavia sono necessarie ulteriori ricerche di alta qualità per determinare per quanto tempo ha effetto il trattamento.

- Advertisement -

Allo stesso modo, dosi singole o multiple di ketamina hanno portato a riduzioni da moderate a grandi dei pensieri suicidi. Questo miglioramento è stato osservato già quattro ore dopo il trattamento con ketamina ed è durato in media tre giorni e fino a una settimana.

L’autore principale dello studio Merve Mollaahmetoglu, dell’Università di Exeter, ha dichiarato: “La nostra ricerca è la revisione più completa del crescente corpo di prove sugli effetti terapeutici della ketamina fino ad oggi. I nostri risultati suggeriscono che la ketamina può essere utile per fornire un rapido sollievo dalla depressione e pensieri suicidi, creando una finestra di opportunità per ulteriori interventi terapeutici efficaci.,È importante notare che questa recensione ha esaminato la somministrazione di ketamina in contesti clinici attentamente controllati dove qualsiasi rischio di trattamento con ketamina può essere gestito in sicurezza.

Vedi anche:Ketamina: nuova luce su come previene la depressione

Per altri disturbi psichiatrici, inclusi i disturbi d’ansia, i disturbi da stress post-traumatico e i disturbi ossessivo-compulsivi, esistono prove precoci che suggeriscono il potenziale beneficio del trattamento della ketamina. Inoltre, per gli individui con disturbi da uso di sostanze, il trattamento con ketamina ha portato a riduzioni a breve termine del desiderio, del consumo e dei sintomi da astinenza.

- Advertisement -

Pubblicata sul British Journal of Psychiatry Open, la recensione sintetizza le prove di un crescente campo di ricerca sui potenziali benefici della ketamina per le condizioni per le quali i trattamenti efficaci sono limitati. La revisione includeva 33 revisioni sistematiche, 29 studi di controllo randomizzati e 21 studi osservazionali.

Gli effetti della ketamina sui sintomi depressivi e sui pensieri suicidi sono supportati da numerose revisioni sistematiche e meta-analisi, che forniscono una panoramica esauriente della ricerca su un determinato argomento. Questi sono considerati avere la più alta forza di evidenza rispetto ad altri tipi di studi, aumentando la fiducia nelle prove per gli effetti antidepressivi e anti-suicidio della ketamina.

Tuttavia, gli effetti terapeutici del farmaco per condizioni psichiatriche diverse dalla depressione e dai pensieri suicidi si basano su un piccolo numero di studi che non hanno randomizzato le persone in diversi bracci di trattamento. Questi effetti richiedono la replica in studi randomizzati controllati con placebo più ampi, che sono considerati il ​​gold standard.

Gli autori hanno notato una serie di difficoltà nel campo della ricerca, che raccomandano che studi futuri dovrebbero cercare di affrontare. Un fattore è il pregiudizio creato perché i partecipanti si rendono conto di aver ricevuto ketamina, piuttosto che una soluzione salina. L’autore senior, la Prof.ssa Celia Morgan, dell’Università di Exeter, ha dichiarato: “Stiamo scoprendo che la ketamina può avere benefici promettenti per condizioni notoriamente difficili da trattare in clinica. Ora abbiamo bisogno di studi più grandi e meglio progettati per testare questi benefici. Ad esempio, a causa degli effetti soggettivi unici della ketamina, i partecipanti possono essere in grado di dire se hanno ricevuto ketamina o una soluzione salina come placebo, creando potenzialmente un’aspettativa sugli effetti del farmaco.Questo effetto può essere controllato meglio con un placebo attivo, dove il gruppo di controllo riceve un altro farmaco con proprietà psicoattive”.

Numerose domande rimangono senza risposta nel campo della ricerca, tra cui la dose ottimale, la via di somministrazione e il numero di dosi del trattamento con ketamina. C’è anche bisogno di ulteriori ricerche sul beneficio aggiunto e interattivo della psicoterapia insieme al trattamento.

Inoltre, l’importanza degli effetti soggettivi acuti del nei suoi benefici terapeutici non è stata completamente esplorata. Sono inoltre necessarie ulteriori ricerche su come ottimizzare la preparazione dei partecipanti al trattamento e l’ambiente in cui viene somministrato il trattamento.

La ricerca ha coinvolto la collaborazione con l’Università della British Columbia e ha ricevuto il sostegno della Society for the Study of Addiction. Il documento è intitolato “Ketamina per il trattamento della salute mentale e dei disturbi da uso di sostanze: una revisione sistematica completa” ed è stato pubblicato sul British Journal of Psychiatry Open.

Fonte:British Journal of Psychiatry Open

ULTIMI ARTICOLI

ketamina: riduce la depressione e i pensieri suicidi

(Ketamina-Immagine:Modello 3-D di ketamina. Credito: Wikipedia). La terapia con ketamina ha un rapido effetto a breve termine sulla riduzione dei sintomi della depressione e dei pensieri...

HIV: molecola grassa funziona efficacemente contro il virus

(HIV-Immagine:Astratto grafico. Credito: DOI: 10.1016/j.cell.2021.11.032). Un team di ricercatori dell'Accademia cinese di scienze mediche ha scoperto che una molecola grassa creata da loro ha funzionato efficacemente...

Parkinson: risolto un mistero decennale su una proteina

(Parkinson-Immagine:Credit Public Domain). I ricercatori hanno risolto un mistero decennale su una proteina fondamentale collegata al morbo di Parkinson che potrebbe aiutare a velocizzare i...

Melanoma: dieta ricca di fibre migliora la risposta all’immunoterapia

(Melanoma-Immagine Credit Public Domain). Una dieta ricca di fibre può aiutare alcune persone in cura per il melanoma a rispondere al trattamento immunoterapico influenzando il...

Psoriasi pustolosa generalizzata:nuovo farmaco migliora segni e sintomi

(Psoriasi pustolosa generalizzata-Immagine Credit Public Domain). La psoriasi pustolosa generalizzata (GPP) è una condizione della pelle rara e pericolosa per la vita per la quale...