HomePrimo pianoIntegratori di calcio: aumentano il rischio di infarto?

Integratori di calcio: aumentano il rischio di infarto?

(Calcio-Immagine Credit Public Domain).

Praticare abitudini sane può creare confusione quando qualcosa che dovrebbe aiutare una condizione medica potenzialmente danneggia un’altra. Questo è il caso (e la controversia) dell’assunzione di integratori di calcio per promuovere la salute delle ossa.

Alcuni ricercatori hanno identificato un potenziale collegamento tra l’assunzione di integratori di calcio e l’aumento del rischio di malattie cardiache e infarto.

- Advertisement -

Sebbene diverse analisi abbiano identificato i potenziali rischi dell’assunzione di integratori di calcio, la maggior parte dei ricercatori conclude che l’integrazione di calcio non è dannosa.

Cosa dice la ricerca?

Anche i ricercatori hanno difficoltà a concordare sui potenziali effetti del calcio sulle malattie cardiovascolari. Gli studi relati hanno mostrato risultati contrastanti.

A volte, i risultati contrastanti sono dovuti a studi che utilizzano criteri di selezione diversi. Ciò significa che potrebbero differire nel modo in cui studiano o definiscono le malattie cardiache. Ad esempio, alcuni studi hanno incluso pazienti che hanno auto-riferito i loro attacchi di cuore. Altri studi hanno considerato solo coloro che hanno ottenuto una diagnosi ufficiale.

Per rivedere la ricerca più recente, abbiamo esaminato i nuovi dati di meta-analisi. Una meta-analisi esamina molti studi e combina i loro risultati per vedere se ci sono modelli.

- Advertisement -

Ecco alcuni risultati di questi studi:

  • Una revisione degli studi del 2021 ha scoperto che l’assunzione di calcio nella dieta compresa tra 700 e 1.000 milligrammi al giorno o un’assunzione supplementare di 1.000 milligrammi al giorno aumentava significativamente il rischio di malattie cardiovascolari e coronariche, che possono portare ad infarto. Le donne sane in postmenopausa erano particolarmente a rischio.
  • Una ricerca del 2020 ha studiato le persone per 20 anni ha scoperto che l’assunzione di integratori di calcio era associata a un minor rischio di morte per molteplici cause. I ricercatori hanno anche scoperto che le donne (ma non gli uomini) che assumevano integratori di calcio avevano ridotto i rischi di mortalità cardiovascolare e per tutte le cause (morte per qualsiasi causa).
  • Uno studio del 2019 su oltre 130.000 persone non ha trovato una connessione tra integratori di calcio e infarto. Tuttavia, gli integratori di calcio associati alla vitamina D hanno contribuito a ridurre il rischio di infarto, soprattutto per quelli già ad alto rischio.

Vedi anche:La coppia dinamica: calcio e vitamina D

I ricercatori riconoscono che ci sono diverse sfide nel collegare questi integratori con le malattie cardiache o il rischio di infarto. Molti degli studi esaminati non si riferivano specificamente a questo argomento, ma esaminavano invece varie abitudini di salute.

ìPerché gli integratori di calcio potrebbero causare un infarto?

Per essere chiari, i ricercatori non hanno identificato come gli integratori di calcio possano aumentare il rischio di malattie cardiache. Ciò non significa che non abbiano delle idee su potenziali ragioni.

Queste includono:

  • La supplementazione orale può aumentare le concentrazioni di calcio nel corpo per qualche tempo. I ricercatori hanno precedentemente scoperto che le persone con una tendenza genetica ad avere livelli di calcio più elevati nel sangue sono a maggior rischio di malattie cardiache e infarto.
  • Livelli più elevati potrebbero aumentare la probabilità che si accumulino calcificazioni (depositi induriti di calcio) sui vasi sanguigni. Queste calcificazioni fanno sì che i vasi sanguigni non funzionino altrettanto bene, poiché il sangue non può fluire così facilmente.
  • L’eccesso potrebbe influenzare la capacità di coagulazione del sangue nel corpo.

Le calcificazioni nei vasi sanguigni del cuore possono accumularsi come “placca”. Questa placca è un segno precoce di malattie cardiache e aumenta il rischio di infarto.

Tuttavia anche l’ipocalcemia (troppo poco) può essere pericolosa. Puoi avere tutti i tipi di sintomi che includono crampi muscolari, convulsioni, problemi respiratori, difficoltà di pensiero e aumento del rischio di insufficienza cardiaca congestizia. Un equilibrio è assolutamente necessario.

Perché assumere integratori di calcio?

Il calcio è un minerale naturalmente presente nelle ossa. Con l’avanzare dell’età, sei maggiormente a rischio di una malattia di diradamento osseo chiamata osteoporosiSe non ne assumi abbastanza (da 700 a 1.200 milligrammi al giorno circa) nella dieta quotidiana, il medico può raccomandare l’assunzione di integratori.

Idealmente, i medici sperano che aumentare il calcio nella dieta quotidiana riduca la probabilità di fratture da osteoporosi. Tuttavia, da quando sono emerse ricerche sugli integratori e sul rischio di infarto, alcuni medici sono riluttanti a raccomandare integratori di calcio.

Qual è la quantità giornaliera raccomandata di calcio che dovrei assumere?

L’ International Osteoporosis Foundation raccomanda diverse assunzioni di calcio in base alla tua età. Man mano che invecchi, il tuo corpo è meno in grado di assorbire il calcio nelle ossa. Ciò significa che hai bisogno di più calcio con l’età.

Età Assunzione giornaliera raccomandata di calcio (mg/giorno)
Da 0 a 6 mesi 200
Da 6 a 12 mesi 260
Da 1 a 3 anni 700
Da 4 a 8 anni 1.000
Da 9 a 13 anni 1.300
Da 14 a 18 anni 1.300
Dai 19 ai 50 anni 1.000
Da 51 a 70 anni Donne: 1.200 Uomini: 1.000
Più di 70 anni 1.200

Quali sono alcune fonti di calcio non casearie?

I latticini non devono essere la tua unica fonte giornaliera di calcio. Altri alimenti che contengono calcio includono:

  • cavolo cinese
  • broccoli
  • cavolo riccio
  • noci e mandorle
  • tofu

I produttori possono anche fortificare (aggiungere) alimenti, come pane, cereali e succhi di frutta con il calcio.

 

Fonte: Healthline

ULTIMI ARTICOLI

Cancro del polmone: quando la radioterapia fallisce

(Cancro del polmone-Immagine: a sinistra, un adenocarcinoma colorato del polmone. La sezione B ingrandita mostra tessuto polmonare sano, la sezione C ingrandita un adenocarcinoma. La...

Malattia di Krabbe: i neuroni possono provocare la propria distruzione

(Malattia di krabbe-Immagine: il Dottor Daesung Shin (a sinistra) e uno studente laureato Jacob Favret (a destra) discutono della neurodegenerazione riscontrata nel modello della...

Antidolorifici: in che modo bloccano il dolore?

(Antidolorifici-Immagine Credit Public Domain). Sebbene il dolore possa essere orribile, ha uno scopo utile. Senza la capacità di provare dolore, la vita è più pericolosa....

Antichi microbi possono aiutarci a trovare forme di vita extraterrestri

Utilizzando proteine ​​che catturano la luce nei microbi viventi, gli scienziati hanno ricostruito com'era la vita per alcuni dei primi organismi della Terra. Questi sforzi potrebbero...

Alimenti geneticamente modificati: chi si fida?

Attraverso CRISPR e altre tecnologie di modifica genetica, ricercatori e sviluppatori sono pronti a portare dozzine - se non centinaia - di nuovi prodotti nei...