Il colesterolo troppo basso può aumentare il rischio di ictus emorragico

colesterolo

Le attuali linee guida raccomandano di abbassare il colesterolo per la riduzione del rischio di malattie cardiache. Nuovi risultati indicano che se il colesterolo scende troppo, potrebbe aumentare il rischio di ictus emorragico.

Per un periodo di nove anni, uno studio condotto dalla Penn State University ha esaminato la relazione tra lipoproteina a bassa densità -LDL, comunemente nota come colesterolo “cattivo” e ictus emorragico. 

I ricercatori hanno scoperto che i partecipanti con livelli di colesterolo LDL inferiori a 70 mg / dl avevano un rischio più elevato di ictus emorragico.

Vedi anche, Nuove scoperte sulla regolazione del colesterolo possono portare a nuove terapie per le malattie cardiache.

Xiang Gao, Professore associato di scienze nutrizionali e Direttore del laboratorio di epidemiologia nutrizionale presso la Penn State, ha dichiarato che i risultati pubblicati oggi (data) su Neurology, possono aiutare a perfezionare e personalizzare le raccomandazioni per i livelli target ideali di colesterolo.

“Come è vero con molte cose nella nutrizione, la moderazione e l’equilibrio sono fondamentali quando si decide il livello obiettivo ottimale di colesterolo LDL”, ha detto Gao. “Non puoi andare a nessuno dei due estremi: troppo alto o troppo basso e se sei ad alto rischio di ictus emorragico a causa della storia familiare o di fattori di rischio come l’ ipertensione e il consumo eccessivo di alcool, potresti dover essere extra attento ai livelli di colesterolo LDL “.

Secondo i ricercatori, il colesterolo LDL basso è raccomandato come un modo per ridurre il rischio di infarto o ictus ischemico, ma la ricerca precedente ha suggerito un legame tra livelli di colesterolo LDL molto bassi e ictus emorragico.

Chaoran Ma, uno studente laureato in scienze nutrizionali presso la Penn State, ha affermato che mentre studi precedenti suggerivano questa connessione, c’era bisogno di ulteriore convalida in una coorte separata.

“Per il nostro studio, abbiamo voluto ampliare lo scopo delle conoscenze in quest’area, esaminando il problema in modo prospettico in un’ampia coorte con più misurazioni del colesterolo LDL per catturare le variazioni nel tempo”, ha spiegato Ma.

Lo studio ha incluso 96.043 partecipanti senza storia di ictus, infarto o cancro quando è iniziato. I livelli di colesterolo LDL sono stati misurati all’inizio dello studio e successivamente ogni anno per nove anni. Gli incidenti segnalati di ictus emorragico sono stati confermati da cartelle cliniche.

I ricercatori hanno scoperto che i partecipanti che avevano livelli di colesterolo LDL tra 70 e 99 mg / dL avevano un rischio simile di ictus emorragico. Tuttavia, quando i livelli di colesterolo LDL sono scesi al di sotto di 70 mg / dL, il rischio di ictus emorragico è aumentato significativamente. Ad esempio, il rischio è aumentato del 169% per i partecipanti con livelli di LDL inferiori a 50 mg / dL rispetto a quelli con livelli di LDL tra 70 e 99 mg / dL. 

Questi risultati sono stati coerenti dopo il controllo per età, sesso, pressione sanguigna e farmaci.

“Tradizionalmente, un livello di colesterolo LDL superiore a 100 mg / dL era stato considerato ottimale per la popolazione generale”, ha detto Gao. “Abbiamo osservato che il rischio di ictus emorragico è aumentato negli individui con livelli di colesterolo LDL inferiori a 70 mg / dl. Questa osservazione, se confermata, ha importanti implicazioni per gli obiettivi del trattamento”.

Ma ha detto che i risultati potrebbero essere in grado di aiutare gli operatori sanitari a continuare a perfezionare le linee guida.

“I risultati si basavano su un ampio studio basato sulla comunità, che è un vantaggio perché si concentrava su persone sane in un contesto non clinico”, ha detto Ma.

Fonte, Medicalxpress



Altri articoli su colesterolo