HomeSaluteCapelliIdentificato un microRNA che potrebbe promuovere la rigenerazione dei capelli

Identificato un microRNA che potrebbe promuovere la rigenerazione dei capelli

Immagine: Public Domain.

I ricercatori della North Carolina State University hanno identificato un microRNA (miRNA) che potrebbe promuovere la rigenerazione dei capelli. Questo miRNA — miR-218-5p — svolge un ruolo importante nella regolazione del percorso coinvolto nella rigenerazione del follicolo e potrebbe essere un candidato per il futuro sviluppo di farmaci.

La crescita dei capelli dipende dalla salute della papilla dermica (DP) che regola il ciclo di crescita del follicolo. Trattamenti attuali per la caduta dei capelli possono essere costosi e inefficaci e vanno dalla chirurgia invasiva ai trattamenti chimici che non producono il risultato desiderato.

- Advertisement -

Una recente ricerca sulla perdita di capelli indica che i follicoli piliferi non scompaiono dove si verifica la calvizie, ma si restringono. Se le cellule DP potessero essere reintegrate in quei siti, i follicoli potrebbero riprendersi e riattivarsi.

Un gruppo di ricerca guidato da Ke Cheng, Randall B. Terry, Jr. Distinto Professore di medicina rigenerativa presso il College of Veterinary Medicine del NC State e Professore nel Dipartimento congiunto di ingegneria biomedica dello Stato NC / UNC, ha coltivato cellule DP sia da sole (2-D) che in un ambiente sferoide 3-D. Uno sferoide è una struttura cellulare tridimensionale che ricrea efficacemente il microambiente naturale di una cellula. In un modello murino di rigenerazione dei capelli, Cheng ha esaminato la rapidità con cui i capelli si sono rigenerati nei topi trattati con cellule DP in coltura 2-D, cellule DP in coltura sferoidale 3-D in un’impalcatura di cheratina e il trattamento commerciale per la perdita dei capelli Minoxidil.

In uno studio di 20 giorni, i topi trattati con le cellule 3-D DP avevano riguadagnato il 90% della copertura dei capelli in 15 giorni.

Vedi anche: È sicuro usare la tintura per capelli?

- Advertisement -

“Le cellule 3-D in un’impalcatura di cheratina si sono comportate meglio, poiché lo sferoide imita il microambiente dei capelli e l’impalcatura di cheratina funge da ancoraggio per mantenerle nel luogo in cui sono necessarie”, afferma Cheng. “Ma eravamo anche interessati al modo in cui le cellule DP regolano il processo di crescita del follicolo, quindi abbiamo esaminato gli esosomi, in particolare i miRNA esosomali di quel microambiente“. Gli esosomi sono minuscole sacche secrete dalle cellule che svolgono un ruolo importante nella comunicazione cellula-cellula. Quelle sacche contengono miRNA.

I miRNA sono piccole molecole che regolano l’espressione genica. Cheng e il suo team hanno misurato i miRNA negli esosomi derivati ​​da cellule DP 3-D e 2-D. Negli esosomi derivati ​​dalle cellule DP 3-D, hanno individuato miR-218-5p, un miRNA che migliora il percorso molecolare responsabile della promozione della crescita del follicolo pilifero.

I ricdercatori hanno scoperto che l’aumento del miR-218-5p ha favorito la crescita del follicolo pilifero, mentre l’inibizione ha causato la perdita di funzionalità dei follicoli.

“La terapia cellulare con le cellule 3-D potrebbe essere un trattamento efficace per la calvizie, ma devi crescere, espandere, preservare e iniettare quelle cellule nell’area”, afferma Cheng. “I miRNA, d’altra parte, possono essere utilizzati in farmaci a base di piccole molecole. Quindi potenzialmente potresti creare una crema o una lozione che abbia un effetto simile con molti meno problemi. Studi futuri si concentreranno sull’uso di questo miRNA per promuovere la crescita dei capelli”.

La ricerca appare in Science Advances.

Fonte: Science

ULTIMI ARTICOLI

Vaccini COVID 19: rivelata nuova potente ricetta

(Vaccini COVID 19-Immagine Credit Public Domain). Gli scienziati del NEIDL, del Broad Institute, affermano che i vaccini COVID 19 di prossima generazione potrebbero stimolare un...

Dallo studio dei prioni nuova comprensione dell’Alzheimer

(Prioni-Immagine Credit Public Domain). I ricercatori della Case Western Reserve University che studiano i prioni, proteine ​​mal ripiegate che causano malattie letali incurabili, hanno identificato...

Cancro del colon-retto e carne rossa: trovati i legami biologici

Mangiare meno carne rossa è un consiglio medico standard per prevenire il cancro del colon-retto, ma il modo in cui provoca la mutazione delle...

“L’effetto Mozart” ha dimostrato di ridurre l’attività cerebrale epilettica

(Effetto Mozart-Immagine Credit Public Domain). La musica di Mozart ha dimostrato di avere un effetto antiepilettico sul cervello e può essere un possibile trattamento per...

IBS: identificabile endoscopicamente dai biofilm della mucosa

(IBS-Immagine Credit Public Domain). Una donna su sei e un uomo su dodici in Austria soffre di una qualche forma di IBS, quindi circa un...