Home Salute Sistema Immunitario I ricercatori potrebbero aver trovato la chiave per il trattamento delle malattie...

I ricercatori potrebbero aver trovato la chiave per il trattamento delle malattie infiammatorie

Immagine: Credito: Rutgers University.

Un team guidato da Rutgers potrebbe aver trovato la chiave per il trattamento di malattie infiammatorie come asma, allergie, fibrosi cronica e broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO).

In uno studio pubblicato sulla rivista Nature Immunology, i ricercatori hanno riferito di aver scoperto che la neuromedina B (NMB), una proteina prodotta dal sistema nervoso, era responsabile della prevenzione delle risposte immunitarie iperattive e dell’infiammazione dannosa. Una risposta immunitaria si riferisce alla capacità del corpo di riconoscersi e difendersi dalle sostanze nocive. Sebbene sia utile per aiutare a eliminare le infezioni, una risposta immunitaria può anche promuovere un’infiammazione dannosa se non adeguatamente limitata. I ricercatori hanno scoperto che la proteina NMB può fermare il tipo di infiammazione che si verifica in malattie come l’asma, le allergie, la fibrosi cronica e la BPCO.

“Per molti anni, il meccanismo attraverso il quale il corpo interrompe una risposta infiammatoria per guarire se stesso dopo le infezioni da vermi è rimasto poco conosciuto”, ha detto Mark C. Siracusa, autore principale e assistente professore presso la Rutgers New Jersey Medical School. “Il nostro studio ha fornito quella comprensione e una speranza per possibili trattamenti utilizzando NMB, che ha un grande potenziale per il trattamento di malattie infiammatorie come l’asma, le allergie e la BPCO”.

La BPCO è la terza causa di morte più comune tra le malattie infiammatorie e le allergie, la sesta negli Stati Uniti.

“Gli scienziati in precedenza pensavano che il sistema immunitario fosse in grado di regolarsi da solo per risolvere l’infiammazione e prevenire danni ai tessuti. Tuttavia, i lavori emergenti stanno iniziando a rivelare che le complesse interazioni tra il sistema immunitario e il sistema nervoso servono a limitare l’infiammazione e promuovere la salute” dice Siracusa.

Una (Patent Cooperation Treaty- PCT ) domanda di brevetto è stata presentata dalla Rutgers Ufficio di Ricerca Commercializzazione. I prossimi passi per i ricercatori includono lo sviluppo di farmaci che utilizzano la proteina per trattare malattie come l’asma, la BPCO e le allergie.

Fonte: Medicalxpress


ULTIMI ARTICOLI

La prevenzione delle metastasi è una nuova arma nella guerra al cancro

Immagine:Credito: dominio pubblico Unsplash / CC0. Il Prof. Michael Lisanti e la Prof.ssa Federica Sotgia hanno fatto una scoperta che potrebbe trasformare il cancro in...

Oltre placche e grovigli: una varazione genetica può aumentare il rischio di declino cognitivo

Immagine: Public Domain. Una variazione genetica in alcune persone può essere associata al declino cognitivo che non può essere spiegato dai depositi di due proteine...

Trovata una causa e un possibile trattamento per l’X fragile

Immagine: Credito (© stock.adobe.com) Gli scienziati della Yale University hanno scoperto un meccanismo alla base della Sindrome dell'X fragile - una delle principali cause di...

Scoperto nel cervello il sito del desiderio sessuale maschile

Immaginde: quando gli scienziati della Northwestern hanno eliminato selettivamente l'aromatasi nel cervello, l'attività sessuale nei topi maschi è diminuita del 50%, nonostante avessero livelli...

Potenziale bersaglio identificato per il trattamento dell’emicrania

Immagine: tracce grezze rappresentative dei potenziali cambiamenti di corrente continua durante CSD nel controllo e GLT-1 KO. L'immagine è accreditata al Dipartimento di Neuroscienze Molecolari,...