Home Salute Virus e parassiti I coronavirus persistono sulle superfici inanimate

I coronavirus persistono sulle superfici inanimate

Immagine: Public Demanin

I coronavirus persistono sulle superfici inanimate dove sono ugualmente infettivi.

Un articolo di revisione riassume tutto ciò che i ricercatori sanno sulla durata dei coronavirus sulle superfici e sull’effetto dei disinfettanti.

Per quanto tempo i coronavirus persistono su superfici come maniglie delle porte o comodini ospedalieri? Quali metodi possono essere usati per ucciderli in modo efficace?

Un gruppo di ricerca di Greifswald e Bochum ha raccolto tutti i dati pubblicati fino ad oggi e noti ai ricercatori e li ha pubblicati sul Journal of Hospital Infection il 6 febbraio 2020.

Trasmissione tramite goccioline, mani e superfici

Il nuovo coronavirus 2019-nCoV sta facendo il giro del mondo. Poiché non esiste una terapia specifica contro di esso, la prevenzione delle infezioni è di particolare importanza per arginare l’epidemia. Come tutte le infezioni da goccioline, il virus può diffondersi attraverso le mani e le superfici che vengono spesso toccate. “Negli Ospedali, ad esempio, possono essere maniglie delle porte, ma anche pulsanti di chiamata, comodini, reti e altri oggetti nelle immediate vicinanze dei pazienti, spesso in metallo o plastica, il veicolo di trasmissione”, spiega il Professor Günter Kampf dell’Istituto di igiene e medicina ambientale presso l’Ospedale Universitario di Greifswald.

Insieme al Professor Eike Steinmann, capo del Dipartimento di virologia molecolare e medica della Ruhr-Universität Bochum (RUB), Günter ha analizzato risultati esaurienti di 22 studi sui coronavirus e la loro inattivazione per un futuro libro di testo.

“In tali circostanze, l’approccio migliore era quello di pubblicare in anticipo questi fatti scientifici verificati, al fine di rendere tutte le informazioni disponibili”, afferma Eike Steinmann.

Il coronavirus è infettivo sulle  superfici per un massimo di nove giorni

Gli studi valutati, incentrati sugli agenti patogeni Sars coronavirus e Mers coronavirus, hanno dimostrato, ad esempio, che i virus possono persistere sulle superfici e rimanere infettivi a temperatura ambiente per un massimo di nove giorni. In media, sopravvivono tra quattro e cinque giorni. “Le basse temperature e l’umidità dell’aria elevata ne aumentano ulteriormente la durata“, sottolinea Kampf.

Test con varie soluzioni di disinfezione hanno mostrato che gli agenti a base di etanolo, perossido di idrogeno o ipoclorito di sodio sono efficaci contro i coronavirus. Se questi agenti vengono applicati in concentrazioni appropriate, riducono il numero di coronavirus infettivi “di quattro cosiddetti passaggi di log in un minuto”: ciò significa, ad esempio, da un milione a solo 100 particelle patogene. Se vengono utilizzati preparati a base di altri ingredienti attivi, il prodotto dovrebbe essere dimostrato efficace contro i virus (“attività virucida limitata”). “Di norma, questo è sufficiente per ridurre significativamente il rischio di infezione“, spiega Günter Kampf.

Vedi anche, Nessun produttore avrà un vaccino contro il coronavirus prima della metà del 2020

Attualmente, l’emergere di un nuovo coronavirus umano, chiamato temporaneamente 2019-nCoV, è diventato un problema di salute globale che causa gravi infezioni del tratto respiratorio nell’uomo. Le trasmissioni da uomo a uomo sono state descritte con tempi di incubazione tra 2-10 giorni, facilitando la sua diffusione attraverso goccioline, mani o superfici contaminate. Abbiamo quindi esaminato la letteratura su tutte le informazioni disponibili sulla persistenza dei coronavirus umani e veterinari su superfici inanimate, nonché sulle strategie di inattivazione con agenti biocidi utilizzati per la disinfezione chimica, ad es. nelle strutture sanitarie. L’analisi di 22 studi rivela che i coronavirus umani come il coronavirus della sindrome respiratoria acuta grave (SARS), il coronavirus della sindrome respiratoria del Medio Oriente (MERS) o i coronavirus umani endemici (HCoV) possono persistere su superfici inanimate come metallo, vetro o plastica fino a 9 giorni, ma possono essere inattivati ​​in modo efficiente mediante procedure di disinfezione delle superfici con etanolo al 62-71%, perossido di idrogeno allo 0,5% o ipoclorito di sodio allo 0,1% entro 1 minuto. Altri agenti biocidi come lo 0,05-0,2% di benzalconio cloruro o lo 0,02% di clorexidina digluconato sono meno efficaci. Poiché non sono disponibili terapie specifiche per 2019-nCoV, il contenimento precoce e la prevenzione di un’ulteriore diffusione saranno cruciali per fermare l’epidemia in corso e controllare questo nuovo filo infettivo“, spiega il ricercatore.

I risultati dovrebbero essere trasferibili a 2019-CoV

Gli esperti ipotizzano che i risultati delle analisi di altri coronavirus siano trasferibili al nuovo virus. “Sono stati analizzati diversi coronavirus e i risultati erano tutti simili”, conclude Eike Steinmann.

Fonte: Journal of Hospital Infection


ULTIMI ARTICOLI

Le statine riducono la gravità di COVID-19

Immagine: l'infezione da SARS-CoV-2 (verde, a sinistra) è inibita dal trattamento con 25HC (a destra). Credito: UC San Diego Health Sciences. Non ci sono trattamenti approvati...

Il trattamento con metformina è collegato al rallentamento del declino cognitivo

Immagine: Public Domain. La metformina è il trattamento di prima linea per la maggior parte dei casi di diabete di tipo 2 e uno dei...

Il fruttosio prodotto nel cervello potrebbe essere alla base dell’Alzheimer

Una nuova ricerca pubblicata dall'Anschutz Medical Campus dell'Università del Colorado propone che la malattia di Alzheimer possa essere guidata dall'iperattivazione del fruttosio prodotto nel...

Come il microbioma della madre influenza il neurosviluppo fetale

Immagine: Public Domaian. "Durante la gravidanza nei topi, i miliardi di batteri e altri microbi che vivono nell'intestino di una madre regolano i metaboliti chiave,...

Iniziano le sperimentazioni per una nuova arma contro il Parkinson: la luce

Immagine:Alan Minson dice che i suoi sintomi di Parkinson sono migliorati dopo che ha iniziato a usare un "casco leggero" nel luglio 2019. Credito:RON...