I comuni farmaci antinfiammatori possono causare più danni che benefici

Immagine: Public Domain.

L’esercizio fisico è estremamente salutare per il corpo e la mente. Tuttavia, un intenso esercizio fisico può causare alcuni dolori e, talvolta, persino lesioni. 

I corridori ad esempio, usano spesso antinfiammatori non steroidei (FANS) per alleviare dolori o le lesioni post-allenamento, ma gli scienziati della Queen Mary’s University di Londra e dell’Università di Birmingham affermano che questa potrebbe essere una pessima idea.

L’Ibuprofene e altri antinfiammatori da banco sono comunemente usati dai corridori. Questi farmaci alleviano i dolori e in qualche modo aiutano il recupero. Tuttavia, gli scienziati del Regno Unito affermano che questi comuni antinfiammatori possono bloccare le prostaglandine protettive nello stomaco e le prostaglandine che aiutano a mantenere la funzione renale. In altre parole, questi farmaci possono causare più danni che utili nonostante siano facilmente reperibili in farmacia.

Vedi anche: Infiammazione: scoperte recentemente nuove sostanze antinfiammatorie

I ricercatori hanno intervistato 806 persone con un’età media di 48 anni. Sono state invitate a rispondere ad alcune domande relative alle lesioni sportive e al loro uso di antinfiammatori. I ricdercatori  hanno scoperto che l’88% dei partecipanti aveva usato i FANS negli ultimi 12 mesi. La maggioranza assoluta dei corridori ha scelto l’Ibuprofene come farmaco principale in queste situazioni. In effetti, i corridori spesso assumono FANS prima o dopo la corsa – l’11% di loro ha ammesso di aver preso FANS durante la gara o l’esercizio fisico. Le donne avevano maggiori probabilità di usare i FANS dopo la corsa rispetto agli uomini.

Ma perché usare gli antinfiammatori per alleviare il dolore dopo l’arttività fisica è una cattiva idea? 

Bene, un terzo dei partecipanti sa esattamente perché questa è una cattiva idea: hanno avuto effetti collaterali come disagio gastrointestinale, bruciore di stomaco, nausea e vomito, diarrea e sanguinamento gastrointestinale. Ci sono anche altri problemi – i FANS possono aumentare il rischio di iponatriemiala riduzione del sodio causata dal sovraccarico idrico durante le gare di endurance, che potrebbe essere fatale. I FANS possono anche rallentare la guarigione e causare problemi ai reni.

Il Dr. Anthony Cox, coautore dello studio, ha dichiarato: “Questo elevato utilizzo di FANS, senza la piena conoscenza degli effetti avversi o delle precauzioni per l’uso, è preoccupante. Sebbene un uso prudente dei FANS possa svolgere un ruolo prezioso nel consentire alle persone di partecipare all’esercizio, raccomandiamo agli organizzatori di eventi di resistenza di prendere in considerazione la possibilità di fornire consigli basati sull’evidenza sull’uso dei FANS ”.

Tutta la medicina è buona se usata per lo scopo previsto. I fans sono farmaci che possono causare danni significativi se utilizzati in modo inappropriato. È sempre una buona idea consultare prima il medico.

Fonte: Università di Birmingham