HomeAlimentazione & BenessereGli spinaci potrebbero proteggere dal cancro al colon

Gli spinaci potrebbero proteggere dal cancro al colon

Un nuovo studio del Texas A&M University Health Science Center (Texas A&M Health) suggerisce che mangiare spinaci potrebbe prevenire il cancro al colon. E ora, basandosi sul lavoro precedente, i ricercatori sono vicini a capire esattamente la funzione protettiva degli spinaci.

Negli Stati Uniti, il cancro del colon è il quarto tumore più comune e la seconda causa di decessi correlati al cancro. Precedenti studi hanno dimostrato che mangiare verdure a foglia e fibre riduce il rischio di cancro al colon fino alla metà. Questo nuovo studio, recentemente pubblicato sulla rivista Gut Microbes, esplora la relazione tra spinaci, salute dell’intestino, geni ed esiti del cancro del colon.

I ricercatori hanno utilizzato un modello di una malattia ereditaria chiamata poliposi adenomatosa familiare, una malattia ereditaria che induce i giovani a sviluppare escrescenze non cancerose (polipi) nel colon. La maggior parte delle persone con questa malattia deve rimuovere chirurgicamente il colon per evitare che centinaia di tumori crescano con l’età. Vengono quindi sottoposte a trattamento con FANS spesso tossici per prevenire la formazione di ulteriori tumori nel duodeno, la prima parte dell’intestino tenue. I risultati di questo studio indicano che gli spinaci potrebbero aiutare nella prevenzione del cancro in questi pazienti ritardando la necessità di rimozione del colon e trattamento farmacologico prolungato.

- Advertisement -

Dopo aver somministrato spinaci liofilizzati a un modello animale di poliposi adenomatosa familiare per 26 settimane, i ricercatori hanno osservato una significativa attività antitumorale nel colon e nell’intestino tenue. Utilizzando un approccio chiamato multi-omica, i ricercatori hanno scoperto che la soppressione del tumore da parte degli spinaci implicava una maggiore diversità nel microbioma intestinale (microbi utili) e cambiamenti nell’espressione genica per aiutare a prevenire il cancro. Hanno anche scoperto che gli acidi grassi associati alla regolazione dell’infiammazione, chiamati metaboliti del linoleato, sono stati portati a un livello benefico dopo una dieta a base di spinaci.

“Crediamo che mangiare spinaci possa anche essere protettivo per le persone che non hanno la poliposi adenomatosa familiare”, ha affermato il ricercatore principale Roderick Dashwood, Direttore del Centro per l’epigenetica e la prevenzione delle malattie presso il Texas A&M Health Institute of Biosciences and Technology.

Le forme ereditarie di cancro del colon rappresentano solo il 10-15% dei casi. La maggior parte dei tumori del colon sono sporadici, nel senso che non sono guidati da una predisposizione genetica ereditata attraverso una famiglia. Dashwood spiega che nel corso di decenni, l’esposizione agli agenti cancerogeni attraverso la dieta e l’ambiente può cambiare il modo in cui i geni sono espressi nel tratto gastrointestinale (GI) e questo può indurre le persone a sviluppare polipi nel colon e nel tratto gastrointestinale inferiore più tardi nella vita che possono progredire in cancro. Questo è il motivo per cui l’American Cancer Society raccomanda di iniziare lo screening del cancro del colon all’età di 45 anni.

Vedi anche:NAFLD: gli spinaci riducono il rischio

- Advertisement -

Il laboratorio di Dashwood aveva precedentemente notato i benefici degli spinaci in un modello di cancro del colon-retto indotto da agenti cancerogeni che imita casi sporadici. In quel modello, gli spinaci erano molto efficaci nella prevenzione dei polipi, il che ha spronato il team a vedere come gli spinaci potrebbero funzionare nel cancro del colon guidato dalla genetica.

“Il mio impegno nella ricerca mi ha portato a è concentrarmi sulla storia della clorofilla e ad esaminare i suoi effetti antitumorali“, ha detto Dashwood. “Ma abbiamo l’approccio multi-omico ha suggerito altre idee. Quando abbiamo esaminato i dati metabolomici, non c’era clorofilla. In realtà erano gli acidi grassi e i derivati ​​dell’acido linoleico a causare gli effetti benefici degli spinaci“.

La multi-omica consente agli scienziati di analizzare attentamente i “big data” biologici per trovare associazioni tra i diversi sistemi del corpo, individuare i biomarcatori e comprendere meglio le complesse interrelazioni che guidano la vita. Invece della tradizionale ricerca basata su ipotesi, la multi-omica è un approccio che genera ipotesi in cui gli scienziati seguono i dati per arrivare alle spiegazioni dei risultati. I tre omici utilizzati in questo studio erano microbioma (microbi utili e dannosi), trascrittoma (espressione genica) e metaboloma (metaboliti, come aminoacidi e acidi grassi). La parola “omics” deriva da “ome” in queste parole.

Per elaborare i dati del metaboloma, il team di Dashwood ha utilizzato la struttura Integrated Metabolomics Analysis Core creata da Arul Jayaraman presso il Texas A&M College of Engineering. Il primo autore dello studio, Ying-Shiuan Chen, ha lavorato a stretto contatto con Jayaraman e il suo team per due anni per analizzare le centinaia di campioni raccolti dai modelli dello studio.

“Questa è una delle analisi metabolomiche più complete del suo genere, specialmente nel contesto della prevenzione del cancro da parte di un alimento intero, gli spinaci“, ha affermato Jayaraman, Ray B. Nesbitt Endowed Chair, Presidential Impact Fellow e capo del Dipartimento di Artie McFerrin Ingegneria chimica presso la Facoltà di Ingegneria. 

Il prossimo passo per il team di Dashwood è convalidare alcuni degli aspetti metabolomici delle loro scoperte, come le concentrazioni di metaboliti dell’acido linoleico e acidi grassi a catena corta con effetti antitumorali sul modello preclinico e idealmente nei pazienti umani.

Fonte:Gut Microbes

ULTIMI ARTICOLI

Gli spinaci potrebbero proteggere dal cancro al colon

Un nuovo studio del Texas A&M University Health Science Center (Texas A&M Health) suggerisce che mangiare spinaci potrebbe prevenire il cancro al colon. E...

Sindrome di Christianson: nuova luce sulle cause

(Immagine Credit Public Domain). Un nuovo studio fornisce approfondimenti sui meccanismi cellulari coinvolti nella sindrome di Christianson, una malattia genetica legata all'X caratterizzata da sviluppo...

Leucemia mieloide acuta pediatrica: nuovo bersaglio farmacologico

(Leucemia mieloide acuta-Immagine Credit Public Domain). I ricercatori del Baylor College of Medicine e del Texas Children's Hospital hanno scoperto un potenziale tallone d'Achille della...

Fattori di stress fisiologici che scatenano malattie del cuore

Non è raro che le persone conducano una vita normale e sana senza conoscere alcuna condizione genetica sottostante che potrebbe causare malattie del cuore....

SM e malattie da ipomielinizzazione: sorprendente scoperta

(SM-Immagine Credit Public Domain). Una scoperta sorprendente potrebbe offrire una nuova direzione promettente nello studio della SM e di altre malattie dell'ipomielinizzazione, quando gli assoni...