I funghi sono ricchi di antiossidanti con potenziale antiaging

antiossidanti,funghi

Immagine: Robert Beelman is Professor Emeritus of Food Science at Penn State and Director of the Center for Plant and Mushroom Foods for Health.Credit: Patrick Mansell

I funghi contengono quantità insolitamente elevate di due antiossidanti che secondo alcuni scienziati del Penn State Center, potrebbero contribuire a combattere l’invecchiamento e rafforzare la salute.

In uno studio, i ricercatori hanno scoperto che i funghi hanno grandi quantità di ergotioneina e glutatione, “entrambi antiossidanti importanti”, secondo Robert Beelman, Professore emerito di scienze alimentari e Direttore del Penn State Center. I ricercatori hanno anche scoperto che le quantità dei due composti variano notevolmente tra le specie di funghi.

“Quello che abbiamo trovato è che, senza dubbio, i funghi sono la fonte dietetica più alta di questi due antiossidanti presi insieme e che alcuni tipi di funghi sono veramente ricchi di entrambi”, ha detto Beelman.

Il ricercatore ha spiegato che quando il corpo usa cibo per produrre energia, provoca anche stress ossidativo perché vengono prodotti alcuni radicali liberi che causano danni alle cellule, alle proteine ​​e perfino al DNA.

Gli antiossidanti possono aiutare a proteggere il corpo da questo stress ossidativo.

“C’è una teoria, la teoria dei radicali liberi e l’invecchiamento, che dice che quando il corpo usa il cibo per produrre energia, produce anche un certo numero di radicali liberi alcuni dei quali piuttosto tossici “, ha detto Beelman. “Il corpo ha dei meccanismi per controllare la maggior parte di essi, inclusi l‘ ergotioneina e glutatione, ma alla fine i radicali liberi si accumulano e causano danni associati a molte delle malattie dell’invecchiamento, come il cancro, la malattia coronarica e l’Alzheimer”.

Secondo i ricercatori che hanno riportato i loro risultati in un recente numero di Chimica degli Alimenti, le quantità di ergotioneina e glutatione nei funghi variano per specie, con la specie di porcini contenenti la più alta quantità dei due composti tra le 13 specie testate.

“Abbiamo scoperto che i porcini hanno i più alti livelli di questi due antiossidanti. I tipi più comuni di funghi, hanno meno antiossidanti, ma sicuramente quantità più elevate rispetto alla maggior parte degli altri alimenti”, ha detto Beelman..

Beelman ha affermato che la ricerca futura potrà esaminare qualsiasi ruolo che l’ergotioneine e il glutatione hanno nel ridurre la probabilità di malattie neurodegenerative, come la malattia di Parkinson e la malattia di Alzheimer.

“È preliminare, ma si può già osservare che paesi che hanno più ergotioneine nelle loro diete, paesi come la Francia e l’Italia, hanno anche minore incidenza di malattie neurodegenerative, mentre persone in paesi come gli Stati Uniti, che hanno basse quantità di ergotioneine nella dieta , hanno una probabilità più elevata di malattie come la malattia di Parkinson e l’Alzheimer “, ha affermato Beelman. “Ora, se questa è solo una correlazione o una causa, non lo sappiamo, ma è qualcosa da considerare “.

Fonte:

  1. Michael D. Kalaras, John P. Richie, Ana Calcagnotto, Robert B. Beelman. Mushrooms: A rich source of the antioxidants ergothioneine and glutathioneFood Chemistry, 2017; 233: 429 DOI: 10.1016/j.foodchem.2017.04.109

Altri articoli su antiossidanti, funghi