Farmaco usato per trattare il glaucoma fa realmente ricrescere i capelli

bimatoprost,calvizie

 Un nuovo rapporto di ricerca che appare online su The FASEB Journal mostra come  un farmaco approvato dalla  FDA per  il glaucoma , chiamato bimatoprost, fa sì che i capelli umani, in condizione di calvizie, possano  ricrescere. Il farmaco è stato disponibile in commercio, fino ad oggi, come trattamento per l’allungamento delle ciglia.

“Speriamo che questo studio porterà allo sviluppo di una nuova terapia per la calvizie, che dovrebbe migliorare la qualità della vita di molte persone con perdita di capelli”, ha detto Valerie Randall, un ricercatore autore dello studio  presso l’Università di Bradford, Bradford, nel  Regno Unito . “Ulteriori ricerche dovrebbero aumentare la nostra comprensione di come funzionano i follicoli piliferi e quindi permettere nuovi approcci terapeutici per molti disturbi della crescita dei capelli.”

Per la ricerca, Randall e colleghi hanno condotto tre serie di esperimenti. I test su cellule umane sono stati realizzati  utilizzando follicoli piliferi in crescita in coltura d’organo o prelevati  direttamente dal cuoio capelluto umano. In entrambi questi esperimenti, gli scienziati hanno scoperto che bimatoprost ha prodotto la crescita dei capelli. La terza serie di esperimenti ha comportato  l’applicazione del bimatoprost sui  punti calvi  della pelle dei  topi. Come nel caso delle  cellule umane, il farmaco ha causato ricrescere la ricrescita dei capelli.

“Questa scoperta potrebbe essere il tanto atteso follow-up al Viagra che uomini di mezza età stanno aspettando”, ha detto Gerald Weissmann, MD, redattore capo di The FASEB Journal . “Dato che il farmaco è già stato approvato per uso umano ed il  suo profilo di sicurezza è generalmente comprovato, la scoperta  sembra essere promettente per risolvere in breve tempo il problema della calvizie.” 

 

Altri articoli su bimatoprost, calvizie