Home Salute Enzima naturale ha il potenziale per trattare COVID 19

Enzima naturale ha il potenziale per trattare COVID 19

I ricercatori della UCLA e della Cina hanno scoperto che la catalasi, un enzima presente in natura, ha il potenziale terapeutico a basso costo per trattare i sintomi della COVID-19 e sopprimere la replicazione del coronavirus all’interno del corpo.

Uno studio che dettaglia la ricerca è stato pubblicato su Advanced Materials.

La catalasi è prodotta naturalmente e utilizzata da esseri umani, animali e piante. All’interno delle cellule, il calcio enzimatico antiossidante avvia la scomposizione del perossido di idrogeno, che può essere tossico, in acqua e ossigeno. L’enzima è anche comunemente usato in tutto il mondo nella produzione alimentare e come integratore alimentare.

“C’è giustamente molta attenzione su vaccini e farmaci antivirali. Nel frattempo, la nostra ricerca suggerisce che questo enzima potrebbe offrire una soluzione terapeutica molto efficace per il trattamento dell’iperinfiammazione che si verifica a causa del virus SARS-CoV-2, nonché iperinfiammazione in generale”, dice Yunfeng Lu, Professore di ingegneria chimica e biomolecolare della UCLA e autore senior dello studio.

Il gruppo di Lu ha sviluppato una tecnologia di somministrazione del farmaco utilizzata negli esperimenti. Sono stati condotti tre tipi di test, ciascuno relativo a un sintomo diverso di COVID-19.

In primo luogo, i ricercatori hanno dimostrato gli effetti antinfiammatori dell’enzima e la sua capacità di regolare la produzione di citochine, una proteina prodotta dai globuli bianchi. Le citochine sono una parte importante del sistema immunitario umano, ma possono anche segnalare al sistema immunitario di attaccare le stesse cellule del corpo se ne vengono prodotte troppe – la cosiddetta tempesta di citochine che viene segnalata in alcuni pazienti con diagnosi di COVID- 19.

Vedi anche: L’agenzia europea per i farmaci approva gli steroidi per il trattamento di COVID 19

In secondo luogo, il team ha dimostrato che la catalasi può proteggere le cellule alveolari che rivestono i polmoni umani, dai danni dovuti all’ossidazione.

Infine, gli esperimenti hanno mostrato che la catalasi può reprimere la replicazione del virus della SARS-CoV-2 nei macachi rhesus, un tipo di scimmia, senza tossicità evidente.

“Questo lavoro ha implicazioni di vasta portata oltre al trattamento del COVID-19. La tempesta di citochine è una condizione letale che può complicare altre infezioni, come l’influenza, così come le condizioni non infettive, come la malattia autoimmune”, ha detto il Dottor Gregory Fishbein, autore dello studio e patologo presso la UCLA David Geffen School of Medicine.

I co-autori principali sono Zheng Cao, uno studente laureato del laboratorio della UCLA di Lu; Jing Wen, assistente Professore della UCLA School of Medicine e Meng Qin dell’Università di tecnologia chimica di Pechino.

 

ULTIMI ARTICOLI

Un’equazione può calcolare il rischio di trasmissione di COVID 19

Immagine: JOHNS HOPKINS UNIVERSITY. Come la famosa equazione di Drake, la disuguaglianza CAT cerca di dare un senso alle molte variabili, comprese quelle ambientali, che...

Nuovo DPCM entro domenica: anticipazioni sulle possibili misure anti COVID 19

Immagine:Public Domain. La situazione sanitaria è ormai “fuori controllo” secondo gli esperti e entro domenica potrebbe arrivare un nuovo DPCM. La situazione illustrata dal bollettino del...

Composto vegetale riduce i deficit cognitivi nella sindrome di Down

Immagine: Credit:Wikipedia Secondo uno studio condotto da ricercatori del National Institutes of Health e di altre istituzioni, il composto vegetale apigenina ha migliorato i deficit...

Nuova strategia rileva con precisione il medulloblastoma

Lo studio rivela un potenziale biomarcatore epigenetico nel liquido cerebrospinale del medulloblastoma pediatrico. Un team di scienziati della Texas A&M University, del Baylor College of...

Immunità e COVID 19: cosa sappiamo

Immgine: ALEXI ROSENFELD / GETTY IMAGE. Non è chiaro se potremmo mai raggiungere l'immunità di gregge senza un vaccino o un alto numero di morti. Stanno...