Dieta ricca di vitamina E protegge dal cancro

vitamina E
Il cancro è una delle principali cause di morte, secondo solo a malattie cardiacheUna vasta gamma di enti di ricerca esistono per fornire prove concrete che questa malattia killer è in gran parte promossa da abitudini di vita e in particolare dalla dieta . I ricercatori sanno da tempo che c’è un collegamento preciso tra il cancro e la solubile vitamina E. Alcuni studi hanno concluso una relazione positiva tra i due, mentre altri diffamano la vitamina E come un progenitore del cancro.
I ricercatori del Centro di Ricerca per la prevenzione del cancro alla Rutgers University, hanno pubblicato il risultato dello studio sulla rivista  Cancer Prevention Research , che dimostra che la vitamina E da fonti alimentari, ha un profondo effetto sullo sviluppo e la progressione del cancro. Gli scienziati hanno scoperto che due forme di vitamina E, gamma e delta-tocoferoli trovate nella soia, colza e olio di mais, impediscono il cancro del colon, del polmone, della mammella e della prostata .
La vitamina E da noci, semi e loro Oli, fornisce un ampio spettro di protezione contro il cancro
I ricercatori sanno che in passato, diversi studi hanno dimostrato un aumentato rischio di cancro e di diminuzione della densità ossea con vitamina E da integratori . Questi studi hanno  utilizzato una forma sintetica della vitamina, nota come dl-alfa-tocoferolo o non hanno specificato la forma di vitamina E usata. La vitamina E è presente in una varietà di forme chiamati tocotrienoli e tocoferoli che si trovano, in equilibrio naturale, nelle noci , semi e nei loro oli spremuti a freddo.
L’autore dello studio, il Dr. Chung S. Yang e il suo team, hanno condotto studi su animali ed hanno esaminato il rischio associato di sviluppare colon, cancro del polmone, della mammella e della prostata . Gli scienziati hanno scoperto che le forme di vitamina E negli oli vegetali, gamma e delta-tocoferoli, impediscono  la formazione del cancro e la crescita, in modelli animali.
Il Dr. Yang ha commentato “Quando gli animali sono stati esposti a sostanze cancerogene, il gruppo che è stato alimentato con  tocoferoli non sintetici,  aveva meno  tumori  o  più piccoli tumori… quando le cellule tumorali sono state iniettate in questi topi, i tocoferoli  hanno rallentato lo sviluppo di tumori. “ Al contrario i ricercatori hanno osservato che gli studi condotti con il sintetico mono-isomero forma di vitamina E, comunemente usato in economiche multi-vitamine (dl-alfa-tocoferolo), non solo non ha impedito il cancro alla prostata , ma il suo uso ha aumentato significativamente il rischio di questa malattia tra gli uomini sani.
Questo studio dimostra l’importanza del consumo di vitamina E da fonti alimentari naturali come noci, semi e dai loro oli, per  beneficiare dell’intero spettro di tocotrienoli e tocoferoli, in particolare della gamma e delta isomeri. Il Dr. Yang ha concluso “Per le persone che hanno bisogno di assumere integratori di vitamina E e utilizzano una miscela di vitamina E che assomiglia a ciò che è nella nostra dieta, sarebbe più prudente evitare questi supplementi . “ Uno o due porzioni di frutta a guscio, semi o estratto di olio al giorno, sono sufficienti a fornire i pieni vantaggi della vitamina e ridurre significativamente il rischio di cancro.
Fonte http://myoptimalhealthresource.blogspot.it/

Altri articoli su vitamina E