Home Medicina Alternativa Curcumina per l'artrite: funziona davvero?

Curcumina per l’artrite: funziona davvero?

(Curcumina-Immagine credit Public Domain).

La curcumina per l’artrite funziona davvero? L’osteoartrosi è una malattia degenerativa delle articolazioni ed è il tipo più comune di artrite. Di solito, si verifica tra le persone di età avanzata. Ma può iniziare nella mezza età o anche prima, soprattutto se c’è stata una lesione all’articolazione.

Sebbene siano disponibili trattamenti – esercizio fisico, tutori o bastoni, perdita di peso in eccesso, vari antidolorifici e farmaci antinfiammatori – nessuno dei trattamenti è prevedibilmente efficace. In effetti, spesso non funzionano affatto o aiutano solo un po’. Si possono provare anche steroidi iniettati o lubrificanti sintetici. Quando tutto il resto fallisce, la chirurgia sostitutiva articolare può essere molto efficace. Infatti, ogni anno negli Stati Uniti vengono eseguite circa un milione di sostituzioni articolari (principalmente ginocchia e anche).

- Advertisement -

Quindi, non sorprende che le persone con artrosi proveranno qualsiasi cosa che sembri ragionevolmente sicura per ottenere sollievo. I pazienti spesso chiedono informazioni sulla dieta, inclusi cibi antinfiammatori, antiossidanti, diete a basso contenuto di glutine e molto altro. Ci sono poche prove che la maggior parte di questi approcci dietetici possano funzionare. Quando ci sono prove, di solito non dimostranlo alcun beneficio coerente o chiaro.

Vedi anche:Recensione: Curcumina e cancro discute delle proprietà anticancro della curcumina

Ecco perché un nuovo studio è degno di nota: suggerisce che la curcumina, una sostanza presente in natura che si trova in una spezia comune la curcuma, potrebbe funzionare per l’osteoartrite.

Un nuovo studio sulla curcumina per l’osteoartrosi del ginocchio

Nello studio, i ricercatori hanno arruolato 139 persone con sintomi di artrosi del ginocchio. I loro sintomi erano almeno moderatamente gravi e richiedevano un trattamento con un farmaco antinfiammatorio non steroideo (FANS). Per un mese, ai pazienti sono stati somministrati i FANS Diclofenac (50 mg, due volte al giorno) o curcumina (500 mg, tre volte al giorno).

- Advertisement -

Perché la curcumina? È una sostanza naturale, presente nella spezie curcuma, che ha effetti antinfiammatori. Il suo uso è stato sostenuto per la salute cardiovascolare, l’artrite e una miriade di altre condizioni. Tuttavia, studi ben progettati sui suoi benefici per la salute sono limitati.

Ecco cosa ha scoperto questo studio:

  • Entrambi i trattamenti hanno alleviato i sintomi dell’artrite e hanno aiutato in misura simile: il 94% di coloro che assumevano curcumina e il 97% di quelli che assumevano Diclofenac hanno riportato un miglioramento di almeno il 50%.
  • Le persone hanno riportato meno effetti collaterali con la curcumina. Ad esempio, nessuno dei soggetti dello studio che assumevano curcumina aveva bisogno di cure per problemi di stomaco, ma il 28% di quelli che assumevano Diclofenac necessitava di cure per lo stomaco.
  • Coloro che assumevano la curcumina hanno perso, in media, quasi il 2% del loro peso corporeo in sole quattro settimane.

Pronto per iniziare a prendere la curcumina?

Non c’è fretta. È raro che un singolo studio possa cambiare pratica dall’oggi al domani e questo non fa eccezione. Una serie di fattori ci fanno riflettere:

  • Lo studio era piccolo ed è durato solo un mese.
  • È stata studiata solo l’osteoartrosi del ginocchio. Non dovremmo presumere che altri tipi di artrite o che l’osteoartrite di altre articolazioni rispondano in modo simile.
  • La curcumina è stata confrontata con un solo possibile livello di dosaggio di Diclofenac (non la dose massima raccomandabile). Inoltre, il Diclofenac utilizzato in questo studio non era rivestito (anche se esiste una formulazione rivestita progettata per essere meno dannosa per lo stomaco). I risultati di questo studio avrebbero potuto essere diversi se un altro FANS o una diversa dose o formulazione di Diclofenac fosse stata confrontata con la curcumina.
  • Lo studio è in aperto – cioè, i partecipanti allo studio e i ricercatori sapevano chi stava assumendo la curcumina e chi stava assumendo i FANS. Questo a volte può influenzare i risultati modificando le aspettative di effetti collaterali o benefici.
  • Non sappiamo quanto bene funzionerebbe la curcumina per i tipi di persone escluse da questo studio. Ad esempio, questo studio ha arruolato adulti di età compresa tra 38 e 65 anni ed ha escluso quelli con malattie renali o gastriche significative. Per i giovani o gli anziani, quelli con altri problemi medici o quelli che assumono più farmaci, i risultati potrebbero essere diversi.
  • Gli integratori alimentari da banco (“nutriceutici”) non sono testati o regolamentati come lo sono i farmaci da prescrizione. Quindi, le informazioni riguardanti la purezza, la forza e la potenziale interazione con altri farmaci o malattie sono in genere limitate per trattamenti come la curcumina. Vale la pena notare che sono stati recentemente pubblicati rapporti sulla contaminazione da piombo nella curcuma.
  • La perdita di peso come effetto collaterale dell’assunzione di curcumina potrebbe essere un problema per coloro che sono già magri.

La linea di fondo

Studi di questo tipo sono di vitale importanza per cercare di capire se i cambiamenti nella dieta possono essere utili per l’artrite. Sebbene questo nuovo studio fornisca supporto alla curcumina come trattamento per l’osteoartrosi del ginocchio, sono necessari più studi a lungo termine sull’osteoartrosi e altri tipi di malattie articolari, oltre a test più estesi della sua sicurezza, prima di consigliare la curcuma ai pazienti.

Fonte:Health Harvard

ULTIMI ARTICOLI

Microbo intestinale può promuovere il cancro al seno

(Cancro al seno-Immagine: coltura tridimensionale di cellule di cancro al seno umano, con DNA colorato in blu e una proteina nella membrana della superficie...

Virus letali:prodotti naturali che bloccano la diffusione

(Virus letali-Immagine Credit Public Domain). I ricercatori della Scripps Institution of Oceanography e della Skaggs School of Pharmacy and Pharmaceutical Sciences dell'Università della California di...

COVID 19: identificata nuova causa di coaguli di sangue

(COVID 19-Immagine Credit Public Domain). I coaguli di sangue continuano a devastare i pazienti con grave infezione da COVID-19 e un nuovo studio spiega cosa...

Lo zenzero contrasta alcume malattie autoimmuni

(Zenzero-Immagine Credit Public Domain). Lo zenzero è noto per avere effetti anti-infiammatori e antiossidanti che lo rendono un popolare rimedio naturale per il trattamento delle...

COVID 19: un vaccino italianio da biotech ReiThera

"L'Italia ha investito nella società locale di biotecnologie ReiThera per sostenere lo sviluppo del suo vaccino COVID-19", ha detto un alto funzionario martedì dopo...