Home Salute Cose spaventose contaminano i nostri alimenti

Cose spaventose contaminano i nostri alimenti

Cose spaventose contaminano i nostri alimenti!

Prima di leggere questo articolo, fate attenzione: forse dopo, non avrete più  tanta voglia di mangiare. Probabilmente già sapete che il nostro approvvigionamento alimentare è contaminato. Ma lo sapevate che la FDA ( Food and Drug Administration ) consente una certa quantità di escrementi di ratto, le teste di insetti e vermi nella disponibilità di cibo, insieme a una serie di altri contaminanti?

La FDA ha pubblicato un opuscolo, “Livelli di naturale o inevitabile difetti in alimenti, che non comportano rischi per la salutedegli esseri umani, ” per istruire i produttori di alimenti su ciò che è ammissibile. Essi sostengono che “i livelli di difetto non rappresentano una media dei difetti che si verificano nei  prodotti -. La media è in realtà molto più bassa” Esempi di ciò che è permesso in queste “regole”, dovrebbero includere:

cinque uova di mosca o una o più larve per 250 ml di succo d’arancia in scatola, 30 uova di  mosca, per 100 grammi di concentrato di pomodoro, pizza e altre salse, nove milligrammi o più di escrementi di roditori  per chilogrammo di granoe un valore delle muffe medio del 15 per cento in salsa di mirtilli. 

In che modo la FDA considera tutto questo accettabile? Non dovrebbero essere alla ricerca  del benessere dei consumatori, puntando alla purezza nella catena alimentare? Oltre alla presenza di parti di insetti, uova mosca e materia fecale, il nostro approvvigionamento alimentare è minacciata da batteri (come quelli che causa botulismo ed e. coli) e parassiti (come il tipo che causa dissenteria).La contaminazione di acqua e le condizioni igieniche in cui viene generato il cibo e trattato, sono spesso i responsabili inquinanti. 

Un nuovo studio rivela anche lo sciroppo di fruttosio (HFC) –  un dolcificante utilizzato nella maggior parte dei cibi trasformati – contiene livelli significativi di mercurio. Il mercurio è stato identificato in quasi un terzo di 55 prodotti alimentari di marca  e bevande, in cui è indicato come  HFCS. Il mercurio, come sappiamo, è altamente tossico e può provocare danni cerebrali, cecità e sordità. Oltre a parti di insetti, vermi, escrementi, parassiti, batteri e il mercurio, il nostro cibo può essere contaminato da prodotti chimici di sintesi, metalli pesanti, piombo e e residui di antibiotici usati per curare gli animali, oltre agli OGM (Organismi Geneticamente Modificati). È giunto il momento in cui l’unico modo per proteggersi è quello di comprare biologico o se possibile,  coltivare il proprio cibo???

L‘autore: MK Daugaard è un ricercatore con un interesse per la salute naturale.

Fonte:http://www.naturalnews.com/038819_food_contamination_mouse_dropping_fly_eggs.html#ixzz2J407397i

 


ULTIMI ARTICOLI

COVID-19 uccide alcune persone e lascia altre relativamente indenni. Perchè?

Immagine:Public Domain. COVID-19 uccide alcune persone e lascia altre relativamente indenni. Perché? L'età e le condizioni di salute sottostanti sono fattori di rischio, ma gli scienziati...

Dopo 40 anni, la FDA approva un nuovo tipo di terapia per l’acne

Immagine: Public Domain. La Food and Drug Administration (FDA) degli Stati Uniti ha approvato Winlevi (crema con  clascoterone 1%) per il trattamento dell'acne nei pazienti...

Un anticorpo di prima classe progettato per prevenire la coagulazione

Immagine: Public Domain. I ricercatori della Monash University hanno progettato un nuovo anticorpo che inibisce una particolare proteina per prevenire la formazione di coaguli o...

Cancro del pancreas: la vitamina A rende più efficace il trattamento

Immagine: cellule tumorali pancreatiche coltivate in coltura, SEM. Credito: Anne Weston, Francis Crick Institute. Attribution-NonCommercial 4.0 International (CC BY-NC 4.0). Una combinazione che prevede l'aggiunta di una...

Distrofia muscolare di Duchenne: nuovo farmaco mostra benefici nella sperimentazione clinica

Immagine: Public Domain. Un nuovo farmaco offre speranza ai giovani ragazzi affetti da distrofia muscolare di Duchenne (DMD), malattia neuromuscolare progressiva, offrendo potenzialmente un'alternativa ai...