HomeSaluteCombattere l'insonnia con i cibi ricchi di triptofano

Combattere l’insonnia con i cibi ricchi di triptofano

Momento difficile addormentarsi? Secondo l’American Psychiatric Association, la maggior parte delle persone non sono in grado di ottenere adeguati livelli di sonno o soffrono d’ insonnia  e questo incide sulla salute mentale e fisica. 

In realtà, la National Sleep Foundation afferma che l’insonnia è il disturbo del sonno più comune che colpisce quasi il 60 per cento delle persone . La mancanza di sonno può avere conseguenze sulla salute, aumentando le possibilità di incidenti e può anche portare a condizioni come la depressione e l’obesità. In alcuni casi, costante mancanza di sonno può rendere cronici questi problemi di salute. Alla base dell’ insonnia, c’è la serotonina che è spesso la ragione chiave dietro l’incapacità delle persone, di dormire bene.

L’importanza del triptofano

Per dormire meglio, è importante mangiare alimenti che contengono alti livelli di triptofano. 

- Advertisement -

Il triptofano è un amminoacido poco polare. Poiché l’organismo umano non è in grado di sintetizzarlo, deve essere ricavato dagli alimenti ed è pertanto classificato tra gli amminoacidi essenziali. Oltre a partecipare alla costituzione delle proteine dell’organismo, interviene in numerose reazioni chimiche, in particolare nella sintesi della serotonina.

In natura, il triptofano si ritrova nelle proteine alimentari, essenzialmente quelle di origine animale. Il  fabbisogno di un adulto è circa 250 mg/die.

Il triptofano è precursore della serotonina (un neurotrasmettitore), della melatonina e della niacina

Questo amminoacido non può essere prodotto dal corpo, così il consumo di alimenti ricchi di triptofano è essenziale. Una volta nel corpo, avendo facile accesso al cervello, il triptofano aiuta a produrre l’ormone vitale che è la serotonina. La linea di fondo è che la serotonina regola i cicli dell’umore e del sonno e il triptofano ha un’ importante parte nel processo. Allo stesso modo,  anche la melatonina aiuta il corpo a regolare il ciclo del sonno.

Top alimenti che favoriscono il sonno

- Advertisement -

Ecco alcuni degli alimenti migliori da consumare, per assicurarsi un sonno più riposante.

1. Noci: in particolare, frutta secca come nocciole, noci del Brasile, anacardi e mandorle sono buone scelte.

2. Legumi: fagioli neri, fagioli e piselli contribuiscono a promuovere un migliore riposo.

3. Banane: le banane si digeriscono lentamente, il che significa che la serotonina viene rilasciata lentamente. Per questo motivo, le banane possono aiutare a favorire un sonno più profondo e per una durata più lunga. La chiave è la  combinazione di questi alimenti con alimenti ricchi di carboidrati, come i fagioli con riso o pane tostato, per esempio. In questo modo,  insulina e triptofano sono in equilibrio nel corpo e il cervello può funzionare in modo ottimale.

4. cioccolato

5. avena

6.latte

7. latticini

8.agnello

9. pesce azzurro

ULTIMI ARTICOLI

Cancro del polmone: quando la radioterapia fallisce

(Cancro del polmone-Immagine: a sinistra, un adenocarcinoma colorato del polmone. La sezione B ingrandita mostra tessuto polmonare sano, la sezione C ingrandita un adenocarcinoma. La...

Malattia di Krabbe: i neuroni possono provocare la propria distruzione

(Malattia di krabbe-Immagine: il Dottor Daesung Shin (a sinistra) e uno studente laureato Jacob Favret (a destra) discutono della neurodegenerazione riscontrata nel modello della...

Antidolorifici: in che modo bloccano il dolore?

(Antidolorifici-Immagine Credit Public Domain). Sebbene il dolore possa essere orribile, ha uno scopo utile. Senza la capacità di provare dolore, la vita è più pericolosa....

Antichi microbi possono aiutarci a trovare forme di vita extraterrestri

Utilizzando proteine ​​che catturano la luce nei microbi viventi, gli scienziati hanno ricostruito com'era la vita per alcuni dei primi organismi della Terra. Questi sforzi potrebbero...

Alimenti geneticamente modificati: chi si fida?

Attraverso CRISPR e altre tecnologie di modifica genetica, ricercatori e sviluppatori sono pronti a portare dozzine - se non centinaia - di nuovi prodotti nei...